Trump: “Il meglio deve ancora venire”

| Nel discorso sullo Stato dell’Unione, il presidente ricorda i successi, illustra i tavoli su cui è al lavoro e snobba i Dem, che schiumano rabbia per l’impeachment ormai quasi fallito

+ Miei preferiti
Alla vigilia del voto sull’impeachment, nell’anno che porta alle presidenziali, Donald Trump gonfia il petto nel terzo discorso del suo mandato sullo Stato dell’Unione. Lo show nello show è il rifiuto a stringere la mano alla speaker della camera, Nancy Pelosi, che vestita di bianco per protesta come tutte le donne Dem, vistosamente strappa la copia del discorso affidando ad una smorfia il proprio disappunto, mentre dall’aula si leva il coro “4 more years”, ancora quattro anni. Non è finita: la presenza di Juan Guaidò, il leader dell’opposizione venezuelana, è un altro dei colpi di scena preparati con cura dal suo staff per mandare in scena un trionfo, proprio nei giorni in cui i Dem ancora lottano sul filo dei voti per capire chi sarà il loro candidato.

Trump parla per 90 minuti davanti ad un Senato diviso in due come non mai, gonfio dalla netta sensazione di aver superato ormai anche l’impeachment, e tocca tutti i temi sul tavolo: la “Nato”, i progetti spaziali, la lotta al terrorismo, l’immigrazione, l’Iran e il nucleare, l’Afghanistan. Poi ricorda quanto ottenuto in quattro anni: “Il grande ritorno dell’America, con i mercati azionari sono cresciuti del 70%, aggiungendo 12mila miliardi alla ricchezza del nostro Paese. È un record: il mondo ci guarda e ci ammira”. Non perde occasione per criticare le “politiche fallimentari” di Obama, e alla fine promette: “Il meglio deve ancora venire”.

Articoli correlati
Stati Uniti
Il South Carolina ripristina la fucilazione
Il South Carolina ripristina la fucilazione
La carenza di farmaci letali ha portato al ritorno della pena capitale attraverso il plotone di esecuzione. Per le associazioni umanitarie “un passo indietro verso le barbarie medievali”
Trump lancia un nuovo canale social
Trump lancia un nuovo canale social
Non è ancora quello che aveva in mente, ma più un sito canale diretto fra l’ex presidente e i suoi sostenitori. Nelle stesse ore, Facebook si riunisce per decidere se togliere l’embargo
Bill e Melinda si dicono addio
Bill e Melinda si dicono addio
I Gates, la coppia di miliardari filantropi, si è rotta: l’ha annunciato Bill con poche parole su Twitter. Ignoti i motivi della rottura, anche se si mormora sia stata lei a volere la separazione
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
Affetto da disturbi mentali, per anni è stato costretto a lavorare senza paga, picchiato e maltrattato dal titolare di una caffetteria. Ora la giustizia impone che gli venga restituito più di quanto avrebbe guadagnato
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
L’improvvisa perquisizione da parte dell’FBI dell’appartamento e degli uffici di Rudy Giuliani ha messo in allarme la rete dei collaboratori dell’ex presidente. Secondo molti, è iniziata la resa dei conti
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
Diverse grandi aziende offrono premi in denaro per i propri dipendenti, mentre stati come il West Virginia regala buoni in denaro. L’obiettivo è convincere milioni di no-vax e recalcitranti
I primi 100 giorni di Joe
I primi 100 giorni di Joe
Il presidente Biden parla al Paese promettendo di risollevare gli americani “abbandonati e dimenticati”: getta le basi per un’ambiziosa agenda economica e chiede la riforma della polizia e più divieti sulle armi
Altre due vittime della polizia americana
Altre due vittime della polizia americana
Mario Gonzalez soffocato come George Floyd, Andrew Brown Jr crivellato di colpi mentre tentava di sfuggire all’arresto. Si temono nuove ondate di proteste
Tre mesi all’inizio del processo contro Ghislaine Maxwell
Tre mesi all’inizio del processo contro Ghislaine Maxwell
L’ex socialite britannica è apparsa in tribunale per una nuova accusa, mentre i suoi legali querelano la casa editrice che ha pubblicato un nuovo libro sulla vicenda, e i media riaccendono le luci sull’amicizia con Bill Clinton
Caitlyn Jenner si candida a governatore della California
Caitlyn Jenner si candida a governatore della California
Il transgender più famoso del mondo, padre delle sorelle Jenner e patrigno delle Kardashian, scende in campo come repubblicano moderato per restituire al “Golden State” quanto lei stessa ha avuto