Trump non vuole presentare le dichiarazioni dei redditi

| Il presidente si sarebbe rivolto alla Corte Suprema per bloccare le richieste del Grand Jury di Manhattan. Se non fosse rieletto, rischia una condanna insieme alla figlia Ivanka

+ Miei preferiti
Secondo quanto riporta il sito “The Hill", Donal Trump avrebbe richiesto l'intervento con procedura d'urgenza della Corte Suprema perché le sue dichiarazioni dei redditi siano protette dalla richiesta del Grand Jury di Manhattan.

È la seconda volta che l’avvocato personale del presidente chiede l’intervento dell’Alta Corte americana per fermare il tentativo di Cyrus Vance, procuratore distrettuale di Manhattan, di ottenere le dichiarazioni di otto “misteriosi” anni di Trump. Lo scorso anno, la Corte accolse l’istanza accogliendo la tesi che il presidente goda di immunità, ma da quel momento la Corte distrettuale e quella d’appello hanno rigettato l’istanza secondo cui la richiesta del Grand Jury è di natura pregiudiziale e rivolta a danneggiare l’immagine del presidente in piena campagna elettorale.

Secondo quanto affermato alla CNN da Nick Akerman, avvocato ed ex procuratore durante lo scandalo “Watergate”, il timore di Trump per un’eventuale non rielezione è nel rischio di incriminazione per evasione e frode fiscale che coinvolgerebbe anche la figlia Ivanka.

Le recenti rivelazioni del “New York Times” hanno evidenziato “una serie di attività che si qualificano come frode fiscale: una cosa è sfruttare quanto concesso dal codice tributario per ottenere il massimo delle deduzioni in modo legale, un altro è mentire sui redditi. Vi sono un paio di punti che saltano all’occhio: la più evidente è quella per le spese delle consulenze, con 740mila dollari andati a Ivanka. Non esistono ragioni legittime per questi pagamenti, visto che Ivanka Trump è già stipendiata come consulente: l’unico motivo possibile è il tentativo di spostare il denaro per evitare che entrassero nel regime di tassazione del padre”. Se incriminati e condannati, per Donald e sua figlia Ivanka potrebbero aprirsi addirittura le porte del carcere: “L’evasione fiscale prevede pene fino a cinque anni: in America è un crimine molto serio, e più soldi vengono rubati, più le condanne sono pesanti”.

Stati Uniti
NFAC, le milizie nere
che spaventano l’America
NFAC, le milizie nere<br>che spaventano l’America
Per qualcuno sono gli eredi delle “Black Panther” degli anni ’60: sfilano armati e organizzati, non temono la sfida con i gruppi di suprematisti bianchi e finora hanno mantenuto la calma. Ma c’è chi teme che il peggio sia in arrivo
«Non abbiamo alcuna intenzione di controllare la pandemia»
«Non abbiamo alcuna intenzione di controllare la pandemia»
È la pensatissima e pericolosa ammissione di Mark Meadows, capo di gabinetto della Casa Bianca. Nel frattempo, Trump e Pence continuano a battere gli Stati ancora in bilico, affermando che “L’America sta svoltando”
Biden corre nei sondaggi, Trump in allarme
Biden corre nei sondaggi, Trump in allarme
La strenua battaglia finale del presidente, che batte gli Stati chiave sperando in un colpo di coda. Ma i sondaggi lo danno ovunque dietro, e la massiccia partecipazione degli americani è un segnale sempre più chiaro
Trump VS Biden, l’ultimo duello
Trump VS Biden, l’ultimo duello
Da entrambe le parti il consiglio era di evitare la rissa, ad ogni costo: il risultato è stato un dibattito decisamente più pacato, che si è acceso a tratti quando i due hanno affondato sugli argomenti più caldi
I 545 bambini separati dalle famiglie alla frontiera USA
I 545 bambini separati dalle famiglie alla frontiera USA
Di loro, vittime della campagna di “Tolleranza Zero” del 2017, non si sa più nulla. Gli unici ad occuparsene sono un gruppo avvocati e associazioni umanitarie, che tentano di riportare i piccoli alle loro famiglie di origine
FBI: rischio di interferenze straniere nelle elezioni
FBI: rischio di interferenze straniere nelle elezioni
Memori dell'intenso lavoro di depistaggio messo in campo dal Cremlino quattro anni attraverso decine di hacker, i federali svelano che Iran e Russia sarebbero in possesso dei database sugli elettori americani
Chi pensa già al dopo Trump
Chi pensa già al dopo Trump
Temendo la sconfitta, i repubblicani prendono le distanze da Trump e cominciano a riflettere sul futuro del partito, totalmente da riformare dopo uno tsunami lungo 4 anni
Trump chiude la campagna tra polemiche e accuse
Trump chiude la campagna tra polemiche e accuse
Il presidente ne ha per tutti, a cominciare da Anthony Fauci, definito “un idiota”, mentre il suo staff protesta per la decisione di microfoni chiusi a turno durante il prossimo dibattito
Violenta e uccide una giovane, poi partecipa alle ricerche
Violenta e uccide una giovane, poi partecipa alle ricerche
L’agghiacciante vicenda costata la vita a Sydney Sutherland, 25 anni, travolta mentre faceva footing, violentata, uccisa e sepolta in un bosco da un fattorino che poco dopo si è unito alle squadre di volontari che la cercavano ovunque
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Sarà la prima donna detenuta in un braccio della morte giustiziata da 53 anni a questa parte. Nel 2004 aveva ucciso una giovane mamma incinta all’ottavo mese per strapparle la bimba dal grembo