Trump pretende pugno duro contro i manifestanti

| Il presidente americano bacchetta pubblicamente sindaci e governatori, annunciando di essere pronto a invocare l’Insurrection Act, una legge che consente di sopprimere con la forza i disordini civili

+ Miei preferiti
Diverse fonti interne al Pentagono non riescono a negare una profonda e crescente preoccupazione per le parole di Trump, che tenta di riportare la calma nel Paese minacciando l’uso dei militari. Mentre i gas lacrimogeni si diffondevano nell’aria del Lafayette Park, di fronte alla Casa Bianca, Trump tuonava dal Rose Garden che se i governatori e i sindaci si rifiutano di “intraprendere le azioni necessarie per difendere la vita e le proprietà dei loro residenti”, farà appello all’Insurrection Act, una legge del 1807 che permette a un presidente di dispiegare l’esercito statunitense per sopprimere i disordini civili.

Ma dal Pentagono pochi sembrano essere sulla stessa linea: la posizione ufficiale, al momento, è che la situazione non richieda ancora il dispiegamento di truppe in servizio attivo. “C’è la forte speranza che le forze dell’ordine locali riprendano il controllo. Credo che l’America non dovrebbe accettare che uomini in uniforme siano messi in una posizione imbarazzante: sebbene siamo pronti a farlo, si tratterebbe di un bruttissimo segnale”.

Ma Trump, che si trova ad affrontare un numero crescente di morti per la pandemia e le sempre più incerte prospettive di rielezione, continua a pretendere l’ordine, dicendosi pronto ad una risposta militare contro gli americani rivoltosi. Ieri ha sottolineato più volte la necessità dell’uso dell’esercito per “dominare” i manifestanti e ha auspicato una “forza di occupazione” bacchettando apertamente i governatori, da cui si aspetta una risposta più dura. Poche ore dopo, la Guardia Nazionale ha sparato gas lacrimogeni e proiettili di gomma contro una folla pacifica radunata all’esterno della Casa Bianca.

Un ufficiale della Guardia Nazionale ha commentato che “Di tutte le cose che mi è stato chiesto di fare negli ultimi 34 di servizio, questa è la peggiore”. Secondo il segretario alla Difesa Mark Esper, più di 17.000 uomini della Guardia Nazionale sono dispiegati in 29 stati, mentre altri 45.000 sono impegnati negli sforzi per fronteggiare la pandemia.

Ma l’amministrazione Trump ha già schierato un battaglione di polizia militare in servizio attivo: le truppe, composte da circa 200-250 militari provenienti da Fort Bragg, in North Carolina, svolgeranno ruoli di sicurezza, ma non di applicazione della legge come l’arresto e la detenzione dei manifestanti. Altri 600-800 membri della Guardia Nazionale di cinque stati sono in arrivo per integrare la Guardia Nazionale di Washington in risposta ai disordini civili.

“Ci impegneremo in modo molto forte - ha promesso Trump - la parola d’ordine è dominare. Se non domini la tua città e il tuo stato, li avrai persi per sempre. E se le città o gli stati non agiscono, allora dispiegherò l’esercito e risolverò rapidamente il problema per loro”.

Stati Uniti
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
È il numero delle vittime che un giovane affetto da problemi mentali ha fatto in un magazzino a Indianapolis. Si tratta della 45esima strage avvenuta in America dall’inizio dell’anno, e ancora una volta Biden chiede che sia l’ultima
Ancora sangue sulle strade americane
Ancora sangue sulle strade americane
Un uomo armato di mitragliatrice ha fatto una strage in un magazzino logistico a Indianapolis. Mentre da Chicago arrivano le inquietanti immagini dell’uccisione senza motivo di Adam Toledo, un 13enne
Sesso, droga & deputati
Sesso, droga & deputati
Emergono dettagli sullo scandalo che ha come protagonista unico il deputato repubblicano della Florida Matt Gaetz, sospettato di avere una passione smodata per le minorenni
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
È quanto ha dichiarato Christopher Wray, direttore dell’FBI, raccontando davanti al Senato di 2.000 indagini collegate a Pechino, una presenza forte, costante e insidiosa
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’ormai ex agente di polizia di Minneapolis che ha ucciso Daunte Wright arrestata e rilasciata su cauzione. Rischia fino a 10 anni di carcere, mentre per la strade la rabbia aumenta
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Si sono dimessi il capo del dipartimento e Km Potter, l’agente che ha ucciso Duane Wright con un colpo di pistola credendo di avere in mano il teaser. Intanto in città cresce la tensione
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Daunte Wright, 20 anni, ucciso da un agente mentre tentava di opporsi all’arresto. I manifestanti sono tornati per le strade minacciando la polizia. In città la tensione è già alta per il processo per la morte di George Floyd
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Philip Adams, con una lunga carriera nella massima divisione del football americano, prima di togliersi la vita ha ucciso un medico, sua moglie, due dei loro nipoti e un tecnico che lavorava ad un impianto di aria condizionata
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Il presidente promette di fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per limitare l’uso delle armi da fuoco, a cominciare dalle “ghost guns”, kit di montaggio venduti liberamente senza alcun controllo
New York, la grande fuga dei ricconi
New York, la grande fuga dei ricconi
L’aumento della tassazione per chi guadagna un milione di dollari all’anno ha messo le ali ai piedi dei Paperoni newyorkesi, indecisi se prendere casa a Miami o Austin, in Texas