Tutti gli incubi di Paris

| La celebre ereditiera dell'impero alberghiero Hilton ha testimoniato davanti ad un tribunale dello Utah in un processo contro un centro di riabilitazione privato in cui i giovani ospiti subivano abusi, maltrattamenti e violenze

+ Miei preferiti
“Il mio nome è Paris Hilton, sono una sopravvissuta all’abuso delle istituzioni e oggi parlo a difesa di centinaia di ragazzi detenuti in strutture di rieducazione sparsi negli Stati Uniti”. A 39 anni, la celebre e all’apparenza leggera ereditiera dell’impero alberghiero ha iniziato con queste parole una drammatica testimonianza di fronte alla commissione senatoriale di giustizia dello Utah, portando la propria drammatica testimonianza in un processo che si celebra per fare luce su abusi subiti dagli allievi dell’esclusivo liceo “Provo Canyon School”, che lei ha frequentato per soli 11 mesi all’età di 16 anni. Una manciata di settimane sufficienti a Paris per subire maltrattamenti fisici e psicologici di cui ancora oggi paga le conseguenze.

L’ereditiera dell’impero Hilton si è schierata in favore del disegno di legge che chiede una maggiore supervisione governativa verso i rehab e i centri di riabilitazione giovanile: “Per almeno vent’anni sono stata perseguitata da un incubo ricorrente: due sconosciuti che mi rapiscono nel mezzo della notte, mi spogliano per perquisirmi e mi rinchiudono in un edificio. Mi piacerebbe tanto potervi dire che è stato solo un brutto incubo, ma non è così”. Paris ha dichiarato di essere stata picchiata, costretta ad assumere medicinali di cui non conosceva gli effetti e perfino costretta a fare la doccia sotto gli occhi delle guardie, finendo spesso in isolamento per lunghi periodo, senza neanche vestiti addosso. “Ero costretta a prendere pillole che mi lasciavano stordita per giorni, le usava per piegare la mia volontà, e la mia custode si vantava con le colleghe di avermi domata”.

In realtà, ricordano i media americani, non è la prima volta che Paris Hilton racconta pubblicamente questa brutta vicenda: l’aveva già fatto in parte nel documentario “This is Paris”, lanciato sul web nel settembre dello scorso anno: erano stati i genitori a decidere di mandarla nell’esclusivo istituto privato di riabilitazione per placarne le continue intermperanze.

Attrice, modella, cantante, imprenditrice e socialite, Paris è la pronipote di Conrad Hilton, fondatore della catena alberghiera di lusso, con un patrimonio immobiliare stimato in 800 milioni di dollari. Apparsa in numerosi film, più che cameo, ha anche tentato la carriera musicale creando l’etichetta “Heiress Records”, per cui nel 2006 ha pubblicato l’album di esordio, accompagnato da critiche positive. Nel 2003 è finita al centro di uno scandalo con  la pubblicazione in rete di “1 Night in Paris”, un video pornografico in cui compare in atteggiamenti intimi con l’ex fidanzato Rick Salomon. Resa celebre da uno stile di vita propenso agli accessi, Paris è finita in manette più volte per guida in stato ebbrezza e detenzione di sostanze stupefacenti.

Stati Uniti
Il ritorno di Donald il rabbioso
Il ritorno di Donald il rabbioso
Settimane di silenzio non l’hanno cambiato: nessun accenno al disastro del Campidoglio, attacchi durissimi a Biden e a chi si è opposto o non l’ha appoggiato e la mezza promessa finale: ricandidarsi
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Il New York Times rivela che un’altra ex assistente accusa il governatore dello Stato di NY molestie sessuali. Mentre l’FBI indaga sul numero di morti falsato durante la prima ondata della pandemia
Ritrovati i cani di Lady Gaga
Ritrovati i cani di Lady Gaga
A riconsegnarli alla polizia, sani e salvi, sarebbe stata una donna estranea alla vicenda. Proseguono le indagini, mentre il dog-sitter è ancora grave in ospedale
Trump pianifica futuro e vendette
Trump pianifica futuro e vendette
Fra una partita a golf e un mandato di comparizione, l’ex presidente starebbe tramando per prendersi il partito repubblicano e lanciare se stesso e suo figlio Donald Jr alla conquista della politica americana
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Sommerso dalle denunce per violenze e abusi, e al centro di un’indagine, l’ex allenatore 63enne della nazionale americana di ginnastica femminile si è tolto la vita
La brutta avventura di Tiger Woods
La brutta avventura di Tiger Woods
Il grande campione di golf si sta riprendendo dall’intervento chirurgico a cui è stato sottoposto dopo un grave incidente automobilistico. La polizia al lavoro per chiarire la dinamica dell’accaduto, che non ha coinvolto altri veicoli
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
Strana spianata all’indagine su finanziamenti illeciti di un procuratore distrettuale di New York. Per l’ex presidente si tratta di una sonora sconfitta: finora era sempre riuscito a nascondere l’entità del suo impero
Arrestata la moglie di El Chapo
Arrestata la moglie di El Chapo
L’ex reginetta di bellezza Emma Coronel Aispuro, 31 anni, è accusata di aver introdotto negli Stati Uniti ingenti quantitativi di droga. La donna era tenuta da tempo sotto stretta sorveglianza dall'FBI
Il peso di 500.000 morti
Il peso di 500.000 morti
Una cifra impressionante, che costringe Biden e Fauci a trattenere l’ottimismo: la corsa al vaccino è iniziata, ma quello che potrebbe accadere con le nuove varianti toglie il sonno
Nuove prove sulla morte di Malcolm X
Nuove prove sulla morte di Malcolm X
La famiglia di un ex agente di polizia svela una lettera secondo cui l’FBI e il Dipartimento di Polizia di New York sarebbero i veri mandanti dell’omicidio del leader dei diritti civili