Uccide 5 colleghi e spara agli agenti: morto

| Ennesima strage negli Usa, Il killer era stato forse licenziato da una fabbrica di Aurora, Illinois. Ha ucciso 5 persone e ferito 6 agenti. Colpito, è morto poco dopo. I Dem: "Armi vera emergenza non il muro con il Messico"

+ Miei preferiti

"La vera emergenza sono le armi e Donald Trump rifiuta" di ammetterlo”, afferma l'ex parlamentare Gabby Gifford, sopravvissuta a strage dopo l’ennesima sparatoria, questa volta ad Aurora, vicino a Chicago, con cinque morti sul terreno. Trump, che ha seguito gli sviluppi a bordo dell'Air Force One diretto a Mar-a-Lago, ha ringraziato le forze dell'ordine e presentato le condoglianze alle vittime e alle loro famiglie. Questo non basterà però a placare le polemiche, i democratici criticano la decisione di Trump per il muro con il Messico, mentre le vere emergenze sono altre. Come le stragi in serie, tante in pochi mesi. Questa volta il "mass murder” ha fatto irruzione nella fabbrica dove lavorava e ha ucciso cinque dei suoi colleghi e ferito cinque agenti della polizia. I motivi che hanno spinto Gary Martin, 45 anni, (nella foto)al gesto folle non sono noti, forse stava per essere licenziato. Le indagini sono in corso e ci vorrà del tempo prima di capire il perché il killer abbia agito. Martin è entrato nella sede della Hernry Pratt Company, ad Aurora in Illinois. Ha estratto una pistola, una Glock calibro 9, e aperto il fuoco, ha sparato anche agli agenti, ferendone cinque. Poi è stato ferito a sua volta catturato. Ora è morto, complicando le indagini sui motivi del suo gesto folle. A riconoscerlo è stato John Probst, un altro dipendente di Herny Pratt, una delle maggiori aziende americane che producono valvole. "Sparava a tutti" dice Probst. 

 La "città delle luci", Aurora, nota così per essere stata la prima negli Stati Uniti ad adottare un sistema elettrico di illuminazione delle strade, 200.000 abitanti, 70 chilometri da Chicago, è sotto choc. La sparatoria coincide con l’anniversario della strage di Parkland, dove nel 2018 hanno perso la vita 17 persone.  

Stati Uniti
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Gli avvocati dell’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd si oppongono: il processo dev’essere rifatto, i media avevano già emesso la sentenza prima del tribunale
Trump condannato a 2 anni senza social
Trump condannato a 2 anni senza social
Dopo mesi di discussioni, Facebook ha deciso di chiudere i profili dell’ex presidente fino al 2022. Un silenzio a cui Trump reagisce con rabbia, ma che inaugura una nuova politica dell’azienda
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Secondo alcune rivelazioni dei media americani, l’ex presidente sarebbe sempre più convinto di essere vittima di una congiura, e si dice convinto del suo ritorno alla Casa Bianca in brevissimo tempo
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
È successo a Volusia, in Florida: gli agenti hanno tentato di stabilire un contatto, ma i due li hanno investiti di colpi d’arma da fuoco. La giovane è stata ferita, il maschio si è arreso
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Il governatore della California Newsom ha ordinato una revisione del processo che aveva condannato un afroamericano accusato di aver massacrato una famiglia. Sulla scena erano state rinvenute tracce ematiche molto strane
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
In otto diversi Stati americani, fra venerdì e domenica, sono scoppiati scontri a fuoco che hanno lasciato a terra un numero impressionante di vittime. Dall’inizio dell’anno, 7.500 persone sono state uccise
La storia di un innocente mandato a morte
La storia di un innocente mandato a morte
L’insistenza degli avvocati di Ledell Lee, giustiziato nel 2017, ha portato a individuare una traccia che corrisponde a un soggetto diverso. Ma i giudici che avevano negato l’esame durante il processo insistono: “L’assassino era lui”
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Quintin Jones, accusato di aver ucciso la prozia mentre era sotto l’effetto di droghe, è il terzo condannato a morte da quando il Covid ha colpito gli USA. Negata all’ultimo istante la richiesta di rinvio
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
L’ha annunciato il procuratore generale dello Stato di new York, senza citare i motivi e neanche se sull’ex presidente pendono accuse
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
L’Office of the Director of National Intelligence sta per consegnare al Congresso un report su alcuni avvistamenti che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile classificare