Uccisa a 4 anni dal fratellino di 3

| Il piccolo ha trovato la pistola della mamma, militare dell’esercito USA, e ha premuto il grilletto. Una tragedia che per molti si poteva evitare

+ Miei preferiti
Izabella Marie Helem, per tutti “Izzy”, aveva 4 anni: a ucciderla è stato il suo fratellino di 3, che le ha sparato alla testa con la pistola della mamma, militare. È accaduto a Lebanon, nell’Indiana: Izzy e suo fratello si trovavano dai nonni, perché papà e mamma erano fuori per lavoro.

È successo tutto all’improvviso: in circostanze ancora tutte da chiarire, il fratellino si Izzy aveva fra le mani la pesante pistola d’ordinanza dell’esercito americano, e inavvertitamente ha premuto il grilletto colpendo la sorella alla testa. Ricoverata d’urgenza e operata, dopo cinque giorni di speranze e preghiere, i medici hanno dichiarato la morte cerebrale di Izzy. I genitori hanno autorizzato l’espianto degli organi: salveranno le vite di altri otto bambini. Una bambina di un anno riceverà il cuore di Izzy e una bimba il suo fegato, mentre ancora si stanno identificando gli altri destinatari.

Briana, la mamma di Izzy, militare attivo dell’esercito degli Stati Uniti, era in viaggio verso il Kentucky quando ha ricevuto la notizia del tragico incidente. Immediatamente, il suo profilo social è stato preso d’assalto da gente accusa lei e so marito di negligenza: come si può lasciare una pistola carica a portata di bambini? Le chiedono in tanti.

Accuse che la famiglia respinge: “È sempre stata una persona molto attenta e innamorata dei suoi figli”.

Stati Uniti
Ritrovata dopo due settimane nella foresta
Ritrovata dopo due settimane nella foresta
Amanda Eller era scomparsa in un parco nazionale di Maui, alle Hawaii: è riuscita a farcela senza viveri e senza scarpe
La parabola di Michael Avenatti
La parabola di Michael Avenatti
L’ex avvocato di Stormy Daniels, l'ex pornostar che ha accusato Trump di averle pagato il silenzio per una notte di sesso, è finito in disgrazia. Deve rispondere di così tante accuse e denunce da rischiare centinaia di anni di galera
Giustiziato Bobby Joe Long, il serial killer di Tampa
Giustiziato Bobby Joe Long, il serial killer di Tampa
Stava scontando 28 ergastoli e un numero impressionante di anni per l’omicidio di 10 donne, ma dal 1985 i suoi legali erano riusciti a far rinviare la data dell’esecuzione
Allarme peste a Los Angeles
Allarme peste a Los Angeles
I cambiamenti climatici stanno portando ad una crescita esponenziale di ratti e scoiattoli che diventano i veicoli delle pulci il cui morso è responsabile della diffusione della temibile malattia
Aggredisce 19enne su un volo di linea
Aggredisce 19enne su un volo di linea
Cittadino USA sotto processo per un reato federale. Aveva molestato sessualmente una passeggera sul volo Tokyo-Dulles, Virginia. Arrestato dall'FBI, respinge le accuse. Altro passeggero condannato a 9 anni per gli stessi reati
Un’altra vittima della Columbine High School
Un’altra vittima della Columbine High School
Austin Eubanks, 37 anni, nel 1999 era scampato per miracolo alla peggior strage scolastica americana: era caduto in depressione e vittima della droga, ma era riuscito a uscirne facendo in modo che la sua esperienza fosse da esempio
Riciclaggio, arrestato ex ambasciatore
Riciclaggio, arrestato ex ambasciatore
Blitz della polizia spagnola a Madrid: in cella Raul Morodo, ex ambasciatore a Caracas e in Portogallo. Avrebbe "prelevato" quattro milioni di euro dalle casse dell'azienda petrolifere venezuelana. Caccia ai complici
Scrive in chat alla fidanzata: arrestato ed espulso
Scrive in chat alla fidanzata: arrestato ed espulso
"..Mi trasferisco per starti vicino...". Gli agenti della polizia di frontiera hanno ritenuto "sufficiente" il messaggio romantico per ritenerlo un potenziale clandestino. Gettato in cella, mai più negli Usa
"Sei transgender? Allora muori"
"Sei transgender? Allora muori"
Uccisa a Dallas una 23enne afro-americana che un mese era stata aggredita in un parcheggio. Il video era diventato virale. Calci e insulti sessisti. Negli USA nel 2018 uccisi 26 transgender, centinaia di episodi di violenze
La zampata di Joe
La zampata di Joe
L’ex vicepresidente dell’era Obama alza l’asticella della corsa delle primarie Dem tagliando fuori gli altri candidati. Ma la corsa èancora lunga, avvisano gli analisti