Uccisa e smembrata da una coppia diabolica

| Sidney Loofe, 24 anni, è stata attirata attraverso Tinder ad un appuntamento fatale: una coppia di squilibrati l’ha violentata, uccisa e fatta e pezzi

+ Miei preferiti
L’ultima volta, Sidney Loofe, era stata vista il 15 novembre del 2017: era uscita postando l’ultimo selfie, “pronta per il mio appuntamento”. Alle amiche aveva confidato che doveva incontrare un uomo affascinante conosciuto su “Tinder”. Da quel momento, della 24enne di Omaha, in Nebraska, si era persa ogni traccia. Il giorno successivo alla scomparsa, la madre ha sporto denuncia e per un mese lunghissimo la famiglia, gli amici, la polizia e centinaia di volontari hanno fatto di tutto per ritrovarla, setacciando i dintorni della cittadina, spargendo foto e segnalazioni ovunque. Erano stati gli agenti a ritrovarla, nel peggiore dei modi: il suo corpo diviso in 14 pezzi rinchiusi in alcuni sacchetti di plastica per l’immondizia abbandonati in un campo. Per quanto di scarso conforto per i familiari, attraverso le indicazioni fornite la polizia era riuscita a individuare e arrestare due persone: Aubrey Trail, 52 anni, e Bailey Boswell, di 25, entrambi accusati di omicidio di primo grado.

Per la coppia è iniziato in questi giorni il processo, costellato da momenti particolarmente forti, come la deposizione del medico legale, che ha illustrato le drammatiche modalità della fine di Sidney: la ragazza ha tentato di difendersi dai suoi assalitori, ma è stata sopraffatta. Sul suo corpo diversi lividi e un lobo dell’orecchio strappato, presumibilmente con un morso.

La coppia omicida ha tentato una difesa attraverso il proprio avvocato, affermando che si trattava di un rapporto sessuale consensuale finito nel peggiore dei modi durante un gioco erotico: Sidney, secondo il loro racconto, avrebbe addirittura accettato una somma di denaro.

Ma per i giudici la verità sta altrove: la coppia diabolica avrebbe attirato Sidney attraverso Tinder. La giovane sarebbe stata violentata e uccisa per soffocamento con un cavo, per poi essere smembrata.

L’approccio utilizzato dalla coppia è stato confermato dalla testimonianza in aula di diverse vittime a cui era andata meglio che alla giovane. Aubrey Trail aveva in mente di creare una propria setta raccontando di essere un vampiro capace di leggere nella mente di chiunque: praticava sesso di gruppo e minacciava le sue adepti di uccidere le famiglie se avessero parlato. Rischiano la condanna a morte.

Galleria fotografica
Uccisa e smembrata da una coppia diabolica - immagine 1
Uccisa e smembrata da una coppia diabolica - immagine 2
Uccisa e smembrata da una coppia diabolica - immagine 3
Uccisa e smembrata da una coppia diabolica - immagine 4
Stati Uniti
La seconda guerra civile americana
La seconda guerra civile americana
Le autorità federali sempre più convinte che dietro agli scontri che stanno mettendo a ferro e fuoco l’America ci sia una regia comune, nata dalla collaborazione fra gruppi estremisti di destra e sinistra
La polveriera americana
La polveriera americana
Terza notte consecutiva di scontri, violenze e saccheggi in 25 città americane. Una folla minacciosa davanti alla casa Bianca, fra i tweet minacciosi di Trump e l’invito alla calma di tutti i governatori
Tutte le guerre di Trump
Tutte le guerre di Trump
Dal Rose Garden della Casa Bianca, il presidente attacca con forza l’OMS e la Cina, ma tralascia gli oltre 100mila morti da coronavirus e le violenze che infiammano l’America per la morte di un afroamericano
L’America scende in piazza
L’America scende in piazza
Non si placano le violenze per la morte di George Floyd, e dopo Minneapolis le proteste esplodono anche in altre grandi città. La minaccia Trump: riportate l’ordine, o mando la Guardia Nazionale
La squadra della morte di George Floyd
La squadra della morte di George Floyd
Tou Thao, l’agente di origini asiatiche che si vede nel video, aveva 6 diverse accuse di violenza sul suo fascicolo. Lo stesso per Derek Chauvin, il poliziotto che ha soffocato l’uomo con il suo ginocchio. Gli altri erano agenti in prova
Minneapolis vuole giustizia per George Floyd
Minneapolis vuole giustizia per George Floyd
La capitale del Minnesota epicentro della protesta per l’inutile e atroce morte dell’uomo di colore. L’agente che ha premuto il ginocchio sul collo già al centro di altri episodi violenti
Ucciso dalla polizia durante un controllo
Ucciso dalla polizia durante un controllo
Quattro agenti di Minneapolis licenziati dopo aver fermato un uomo di colore per un controllo: uno di loro gli ha tenuto il ginocchio sul collo fin quando l’uomo è morto. Proteste e sdegno da ogni parte del Paese
America on the beach
America on the beach
Il dato comune è che ovunque ci fosse una spiaggia, lo scorso fine settimana è stata presa d’assalto. L’allentamento delle misure ha convinto molti americani che il peggio sia passato, ma non è così: lo dimostrano i 100mila morti
Tutti i figli di Jeffrey Epstein
Tutti i figli di Jeffrey Epstein
Ufficialmente, il miliardario pedofilo non si mai sposato e non ha avuto figli, ma vista la vita che ha condotto, una società specializzata nel rintracciare parentele ha deciso di fare una ricerca. E hanno risposto in centinaia
Trump: «Anche se il virus torna, non chiuderemo più»
Trump: «Anche se il virus torna, non chiuderemo più»
Stanco dei pareri degli esperti, il presidente americano fa di testa sua, minando anche uno storico accordo con la Russia che risale alla fine della Guerra Fredda