Ucciso un ragazzo, Memphis in rivolta

| Brandon Webber, un giovane di colore di 20 anni, crivellato di colpi dalla polizia. La folla è scesa in piazza per protestare, ma la situazione è degenerata in scontri con le forze dell’ordine

+ Miei preferiti
Secondo i media locali, gli ufficiali della “US Marshals-Gulf Coast Regional Fugitive Task Force” erano da giorni sulle tracce di un sospetto, “ricercato per diversi reati”. Durante un appostamento a Frayser, un sobborgo popolare di Memphis, Tennessee, hanno individuato l’uomo mentre entrava in un veicolo parcheggiato all’esterno dell’appartamento dove vive la sua famiglia.

La squadra riceve l’ordine di intervenire: un’auto della polizia viene speronata dal veicolo del fuggitivo, che quando si vede bloccato sceglie di uscire dall’auto impugnando un’arma per tentare di darsi alla fuga a piedi. È a quel punto che la polizia apre il fuoco: Brandon Webber, 21 anni, si accascia sul marciapiede, crivellato con almeno venti colpi d’arma da fuoco.

“Nessun ufficiale è rimasto ferito”, ha commentato un portavoce della polizia, mentre in città iniziava una violenta protesta che andata avanti per tutta la notte, culminando in violenti scontri con la polizia e i rappresentanti dei media, aggrediti con sassaiole e lanci di sedie e rami d’albero in diverse zone della città. Il bilancio, al momento, parla di almeno 24 agenti feriti e tre persone arrestate: la polizia è intervenuta con gli idranti e lacrimogeni per disperdere i manifestanti.

Temendo incidenti, la polizia ha scelto di non rivelare alcun dettaglio sull’incidente fino alle 3:30 del mattino, più di otto ore dopo la sparatoria, ma nel frattempo il nome di Brandon Webber circolava già, diffuso dai familiari. La scena del grave fatto di cronaca ha richiamato decine di persone che hanno iniziato a lanciare sassi mandando in frantumi i finestrini degli oltre 30 veicoli della polizia intervenuti. Il sindaco di Memphis, Jim Strickland, ha espresso la propria solidarietà agli agenti feriti: “Sono orgoglioso di loro e favorevolmente impressionato dalla professionalità, il sangue freddo e la calma con cui hanno affrontato una situazione che si faceva parecchio calda: hanno sopportato il lancio di pietre e decine di persone che gli sputavano addosso, mentre un elicottero sorvegliava la strada dall’alto intimando alla folla di disperdersi”.

Antonio Parkinson, deputato democratico di Memphis, ha invitato alla calma: “I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno a tutti coloro che sono rimasti coinvolti negli incidenti di Frayser. La nostra comunità è composta da brave persone che lavorano sodo e vivono in pace: chiediamo calma e moderazione da parte di tutti, in cambio promettiamo che sarà data completa trasparenza alle indagini su quanto avvenuto stanotte”.

Galleria fotografica
Ucciso un ragazzo, Memphis in rivolta - immagine 1
Ucciso un ragazzo, Memphis in rivolta - immagine 2
Ucciso un ragazzo, Memphis in rivolta - immagine 3
Ucciso un ragazzo, Memphis in rivolta - immagine 4
Ucciso un ragazzo, Memphis in rivolta - immagine 5
Stati Uniti
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Stephen Cooper, ripreso in una delle più celebri foto della tragedia di New York, è stato sopraffatto dal coronavirus in Florida, dove aveva scelto di vivere
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”
Chicago crime scene
Chicago crime scene
Ennesimo weekend nella metropoli dell’Illinois: 52 morti, fra cui un bambino di 20 mesi e una bimba di 10 anni. Polemica feroce con scambio di insulti fra il presidente Trump, il sindaco e il governatore
Il vuoto profondo dell’America
Il vuoto profondo dell’America
Da Paese guida del mondo a partner inaffidabile e rissoso: il ruolo dell’America nella politica internazionale è diventato confuso, di parte e per nulla autorevole
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Per la seconda volta nella sua vita, Mark Clark ha acquistato il biglietto vincente della “Michigan Lottery”, intascando 4 milioni di dollari
Trump: la politica dell’autodistruzione
Trump: la politica dell’autodistruzione
In vistoso e preoccupante calo nei sondaggi, il presidente è inerme e senza idee di fronte alla recrudescenza di contagi e alle proteste razziali
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Cinque morti, fra cui due fratellini di 7 e 17 anni, in una delle vicende più assurde di sempre, che da mesi tiene l’America con il fiato sospeso
Mary Trump, la vendetta della nipotina
Mary Trump, la vendetta della nipotina
È in corso un’altra battaglia per evitare la pubblicazione dell’ennesimo libro dedicato alla discussa figura di Trump. Questa volta l’ha scritto sua nipote, che promette di svelare 50 anni di arcani e porcherie finanziarie del presidente
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
Una furiosa resa dei conti pare abbia impegnato il presidente e il suo staff nel viaggio di ritorno alla Casa Bianca. Tutti sono al lavoro per studiare come proseguire nella campagna elettorale, senza rinunciare agli eventi