Mamma risolve il delitto della figlia, innocente in carcere per 22 anni

| Angie Dodge muore 22 anni fa: da allora, sua madre Carol non ha mai smesso di indagare per rintracciare l’omicida. L’ha trovato per caso, scagionando anche un innocente che ha scontato decenni di galera

+ Miei preferiti
Per la giustizia, il caso della morte di Angie Dodge, una ragazza di 18anni di Idaho Falls, violentata e uccisa nel 1996, era praticamente chiuso: Christopher Tapp, sospettato di aver fatto parte del branco, dietro le sbarre per concorso in omicidio, anche se la traccia di Dna sul corpo di Angie non era la sua: quanto basta per salvagli la vita evitando la pena capitale. Ma per Carol Dodge, la mamma delle giovane, la morte di sua figlia era tutt’altro che risolta: all’appello mancava ancora il nome dell’omicida.



Per 22 anni, Carol ha indagato, consumando i nastri dei processi e degli interrogatori alla ricerca di qualche appiglio da cui iniziare. Si accorge che durante un interrogatorio di Tapp, “chi faceva le domande si dava anche le risposte”. Non sapendo da che parte iniziare si rivolge a “Innocence Project”, una ong che segue gli errori giudiziari che dal 1989 ad oggi è riuscita a far riaprire quasi 400 casi grazie alle nuove tecniche forensi di analisi del Dna. Per tentare di dare un nome all’assassino, Carol Dodge entra in contatto con un personaggio alquanto improbabile: CeCe Moore, 50 anni, californiana, ex attrice di musical a Broadway che ha mollato tutto scoprendo la passione per gli alberi genealogici. CeCe fa le sue ricerche, incrocia database e ricostruisce parentele e generazioni fin quando non individua sei individui: solo uno vive in Idaho, gli altri in stati diversi. Il nome viene passato alla polizia, ma il Dna prelevato da un mozzicone di sigaretta non torna. Un mistero che l’ex attrice risolve in fretta: un uomo figlio di una donna che si era risposata quando lui era piccolissimo, che l’aveva adottato. Si chiama Brian Dripps, nel 1992 non solo viveva in Idaho, ma dal lato opposto della strada in cui vivevano i Dodge. L’uomo viene pedinato, gli agenti recuperano un mozzicone di sigaretta che finalmente risolve il caso: è lui, il Dna coincide perfettamente.



Arrestato, Dripps confessa mentre Christopher Tapp, dopo 22 anni, esce di galera totalmente scagionato. Aveva confessato sotto fortissima pressione della polizia, che gli aveva garantito un trattamento di riguardo. Angie Dodge ha avuto giustizia.

Galleria fotografica
Mamma risolve il delitto della figlia, innocente in carcere per 22 anni - immagine 1
Mamma risolve il delitto della figlia, innocente in carcere per 22 anni - immagine 2
Mamma risolve il delitto della figlia, innocente in carcere per 22 anni - immagine 3
Mamma risolve il delitto della figlia, innocente in carcere per 22 anni - immagine 4
Stati Uniti
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Stephen Cooper, ripreso in una delle più celebri foto della tragedia di New York, è stato sopraffatto dal coronavirus in Florida, dove aveva scelto di vivere
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”
Chicago crime scene
Chicago crime scene
Ennesimo weekend nella metropoli dell’Illinois: 52 morti, fra cui un bambino di 20 mesi e una bimba di 10 anni. Polemica feroce con scambio di insulti fra il presidente Trump, il sindaco e il governatore
Il vuoto profondo dell’America
Il vuoto profondo dell’America
Da Paese guida del mondo a partner inaffidabile e rissoso: il ruolo dell’America nella politica internazionale è diventato confuso, di parte e per nulla autorevole
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Per la seconda volta nella sua vita, Mark Clark ha acquistato il biglietto vincente della “Michigan Lottery”, intascando 4 milioni di dollari
Trump: la politica dell’autodistruzione
Trump: la politica dell’autodistruzione
In vistoso e preoccupante calo nei sondaggi, il presidente è inerme e senza idee di fronte alla recrudescenza di contagi e alle proteste razziali
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Cinque morti, fra cui due fratellini di 7 e 17 anni, in una delle vicende più assurde di sempre, che da mesi tiene l’America con il fiato sospeso
Mary Trump, la vendetta della nipotina
Mary Trump, la vendetta della nipotina
È in corso un’altra battaglia per evitare la pubblicazione dell’ennesimo libro dedicato alla discussa figura di Trump. Questa volta l’ha scritto sua nipote, che promette di svelare 50 anni di arcani e porcherie finanziarie del presidente
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
Una furiosa resa dei conti pare abbia impegnato il presidente e il suo staff nel viaggio di ritorno alla Casa Bianca. Tutti sono al lavoro per studiare come proseguire nella campagna elettorale, senza rinunciare agli eventi