Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore

| È quanto ha dichiarato Christopher Wray, direttore dell’FBI, raccontando davanti al Senato di 2.000 indagini collegate a Pechino, una presenza forte, costante e insidiosa

+ Miei preferiti
“L’FBI ha più di 2.000 indagini in qualche modo collegate al governo cinese e ne apre una nuova mediamente ogni 10 ore”: sono parole pesanti, quelle pronunciate da Christopher Wray, direttore dell’agenzia americana, in udienza davanti alla Commissione Intelligence del Senato. Nella sua testimonianza, Wray ha ammesso che nessun altro paese più della Cina rappresenta una minaccia costante alla sicurezza economica e agli ideali democratici americani, aggiungendo che la sua capacità di influenzare le istituzioni americane è “profonda, ampia e duratura”.

I commenti di Wray arrivano nel mezzo di tensioni crescenti tra Washington e Pechino su una serie di fronti, compresi i presunti abusi dei diritti umani nella regione dello Xinjiang e le questioni relative a Taiwan e Hong Kong.

Si tratta della prima testimonianza pubblica dei capi dell’intelligence dal 2019, e oltre a Wray il senato ha ascoltato le parole del direttore dell’intelligence Avril Haines e del direttore della CIA William Burns.

Wray, in particolare, ha fatto riferimento ad un’operazione del governo cinese chiamata “Foxhunt”, che avrebbe coinvolto Pechino in non meglio specificate “attività illegali non coordinate” sul suolo statunitense come mezzo per “minacciare, intimidire molestare e ricattare” i membri della “diaspora” cinese. “Si tratta di un esempio per spiegare quanto sia impegnativa e diversificata la minaccia che arriva dalla Cina”.

Secondo Pechino, l’operazione “Foxhunt” è una campagna internazionale anti-corruzione che prende di mira gli esuli, spesso ex funzionari statali o ricchi imprenditori sospettati di crimini economici. Il ministero degli Esteri cinese ha difeso le azioni dei suoi agenti all’estero, facendo presente che “osservano rigorosamente quanto previsto dal diritto internazionale”, e ha accusato gli Stati Uniti di essere “guidati da secondi fini”.

L’udienza arriva meno di una settimana dalla diffusione dell’Annual Threat Assessment, in cui l’intelligence americana avverte che i governi cinese e russo mirano a utilizzare la pandemia Covid per accrescere la loro influenza globale. Secondo il rapporto Pechino ha “intensificato gli sforzi per plasmare l’ambiente politico” negli Stati Uniti con l’obiettivo di smorzare le critiche alle proprie politiche, tra cui la repressione delle libertà civili.

Nel luglio 2020, il governo degli Stati Uniti ha accusato due presunti hacker cinesi di aver preso parte a una “vasta campagna di intrusione informatica”, compreso il tentativo di accedere alla ricerca scientifica sul coronavirus. “Mai, come in questo momento, è importante investire e proteggere le nostre istituzioni, la nostra forza e il nostro lavoro”.

Stati Uniti
Peccati e peccatori
dei servizi segreti americani
Peccati e peccatori<br>dei servizi segreti americani
Un libro scritto dalla plurivincitrice del Pulitzer Carol D. Leonning racconta un’agenzia lacerata da scandali e dolori. Ma svela anche le tresche con gli agenti di Vanessa e Tiffany, ex nuora e figlia di Trump
Strage a Colorado Springs
Strage a Colorado Springs
Otto morti, compreso l’attentatore, ad una festa di compleanno di famiglia in un’area per case mobili. L’attentatore ha risparmiato solo i bambini
Il South Carolina ripristina la fucilazione
Il South Carolina ripristina la fucilazione
La carenza di farmaci letali ha portato al ritorno della pena capitale attraverso il plotone di esecuzione. Per le associazioni umanitarie “un passo indietro verso le barbarie medievali”
Trump lancia un nuovo canale social
Trump lancia un nuovo canale social
Non è ancora quello che aveva in mente, ma più un sito canale diretto fra l’ex presidente e i suoi sostenitori. Nelle stesse ore, Facebook si riunisce per decidere se togliere l’embargo
Bill e Melinda si dicono addio
Bill e Melinda si dicono addio
I Gates, la coppia di miliardari filantropi, si è rotta: l’ha annunciato Bill con poche parole su Twitter. Ignoti i motivi della rottura, anche se si mormora sia stata lei a volere la separazione
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
Affetto da disturbi mentali, per anni è stato costretto a lavorare senza paga, picchiato e maltrattato dal titolare di una caffetteria. Ora la giustizia impone che gli venga restituito più di quanto avrebbe guadagnato
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
L’improvvisa perquisizione da parte dell’FBI dell’appartamento e degli uffici di Rudy Giuliani ha messo in allarme la rete dei collaboratori dell’ex presidente. Secondo molti, è iniziata la resa dei conti
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
Diverse grandi aziende offrono premi in denaro per i propri dipendenti, mentre stati come il West Virginia regala buoni in denaro. L’obiettivo è convincere milioni di no-vax e recalcitranti
I primi 100 giorni di Joe
I primi 100 giorni di Joe
Il presidente Biden parla al Paese promettendo di risollevare gli americani “abbandonati e dimenticati”: getta le basi per un’ambiziosa agenda economica e chiede la riforma della polizia e più divieti sulle armi
Altre due vittime della polizia americana
Altre due vittime della polizia americana
Mario Gonzalez soffocato come George Floyd, Andrew Brown Jr crivellato di colpi mentre tentava di sfuggire all’arresto. Si temono nuove ondate di proteste