Una parte dell’America si sta radicalizzando

| Gli esperti di terrorismo temono che l’attacco al Campidoglio sia solo l’inizio di un periodo preoccupante. Oltre ai rischi per l’Inuaguration Day, maggiori sono quelli per le azioni future dei gruppi che continuano a ribollire di rabbia

+ Miei preferiti
Il Campidoglio è circondato da truppe e recinzioni, nel timore che i disordini del 6 gennaio scorso possano scatenare violenza all’Inauguration Day di mercoledì.

Ma gli esperti temono che la vera minaccia possa essere a lungo termine: “Le trame di domani si stanno lentamente schiudendo”, commenta Oren Segal, vice presidente del Centro sull’estremismo dell’Anti-Deafamation League’s Center of Extremist”. Gli esperti condividono la crescente preoccupazione per le chat zeppe dei commenti di chi si sente offeso da coloro che sono al potere, dal sistema politico e dalle Big Tech. Le preoccupazioni sono che il numero di estremisti potenzialmente violenti sia in crescita, specie da quando i giganti dei social hanno messo al bando Trump nel timore che continui a istigare la violenza, il che, secondo gli esperti, porta ad un crescente a rischio di radicalizzazione.

Su molti dei nuovi canali utilizzati, come Telegram, si trovano spesso elogi per gli assassini di massa, istruzioni tattiche e contenuti inquietanti. “I moderatori stanno esaminando un numero crescente di segnalazioni relative ad appelli alla violenza”, ha dichiarato il portavoce del Telegram Remi Vaughn: “Noi accogliamo sempre con favore la discussione pacifica e le proteste pacifiche, ma rimuoviamo i contenuti che contengono chiamate dirette alla violenza”.

Ma tutti concordano: l’attacco al Campidoglio rappresenta un momento di forte catalizzazione: le chat sono piene di inviti a “riprendersi l’America” da parte di frange di estrema destra, suprematisti bianchi e organizzazioni razziste che chiedono a gran voce la guerra civile mescolandosi ai cospiratori di QAnon e ai sostenitori di Trump. “L’FBI non può aprire un’indagine senza una minaccia di violenza o di presunta attività criminale. Ma quando il linguaggio diventa esplicito, scatta l’attività investigativa”.

“È sempre importante sapere dove stanno andando: se si perde traccia di loro, si perde una pipeline di informazioni che permette di anticipare le possibili mosse e prevenire i danni. In realtà sono i meccanismi che stanno radicalizzando questi individui, perché gli algoritmi che aiutano a collegare le persone”.

Anche se ci sono ancora segnali preoccupanti, molti sono convinti che la probabilità di atti di violenza a Washington non sia così alta come il 6 gennaio: le autorità federali stanno seguendo le tracce di decine di persone che potrebbero decidere di raggiungere Washington per l’Inauguration Day. Ma resta valida l’informativa dell’FBI, secondo cui “proteste armate” sono possibili in tutte le 50 capitali nei giorni precedenti l’inaugurazione.

La maggiore preoccupazione degli esperti è su cosa può succedere dopo, quando le frange estremiste potrebbero muoversi con cautela, consapevoli di essere osservate. Ma quando le barricate saranno tolte? Quando le truppe della Guardia Nazionale se ne andranno? Quando i social, il pubblico e i media rivolgeranno la loro attenzione ad altre questioni? L’America è nel mezzo di una radicalizzazione di massa e l’incendiario non è stato Trump, lui ha solo gettato benzina su un fuoco che era già acceso da tempo.

Stati Uniti
Washington blindata per la profezia del 4 marzo
Washington blindata per la profezia del 4 marzo
I servizi segreti avrebbero intercettato i possibili piani di alcuni gruppi di organizzare un nuovo assalto agli edifici governativi per celebrare la data in cui Trump avrebbe dovuto insediarsi come presidente
Tennessee: ritrovati 150 bambini scomparsi
Tennessee: ritrovati 150 bambini scomparsi
Una task force impegnata nell'operazione "Volunteer Strong" sul traffico di esseri umani, è riuscita a individuare un numero impressionante di minori di cui si era persa ogni traccia
California, camion fa strage di irregolari
California, camion fa strage di irregolari
Nei pressi di San Diego, un camion carico di ghiaia si è scontrato con un Suv con a bordo 27 clandestini destinati alla mietitura. Il bilancio è quello di una carneficina: 15 morti
Il ritorno di Donald il rabbioso
Il ritorno di Donald il rabbioso
Settimane di silenzio non l’hanno cambiato: nessun accenno al disastro del Campidoglio, attacchi durissimi a Biden e a chi si è opposto o non l’ha appoggiato e la mezza promessa finale: ricandidarsi
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Il New York Times rivela che un’altra ex assistente accusa il governatore dello Stato di NY molestie sessuali. Mentre l’FBI indaga sul numero di morti falsato durante la prima ondata della pandemia
Ritrovati i cani di Lady Gaga
Ritrovati i cani di Lady Gaga
A riconsegnarli alla polizia, sani e salvi, sarebbe stata una donna estranea alla vicenda. Proseguono le indagini, mentre il dog-sitter è ancora grave in ospedale
Trump pianifica futuro e vendette
Trump pianifica futuro e vendette
Fra una partita a golf e un mandato di comparizione, l’ex presidente starebbe tramando per prendersi il partito repubblicano e lanciare se stesso e suo figlio Donald Jr alla conquista della politica americana
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Sommerso dalle denunce per violenze e abusi, e al centro di un’indagine, l’ex allenatore 63enne della nazionale americana di ginnastica femminile si è tolto la vita
La brutta avventura di Tiger Woods
La brutta avventura di Tiger Woods
Il grande campione di golf si sta riprendendo dall’intervento chirurgico a cui è stato sottoposto dopo un grave incidente automobilistico. La polizia al lavoro per chiarire la dinamica dell’accaduto, che non ha coinvolto altri veicoli
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
Strana spianata all’indagine su finanziamenti illeciti di un procuratore distrettuale di New York. Per l’ex presidente si tratta di una sonora sconfitta: finora era sempre riuscito a nascondere l’entità del suo impero