Un’altra prof abusa di un allievo

| Una donna di 39 anni, insegnante di scienze della salute, denunciata da un suo alunno di 17 anni: la polizia ha trovato numerose tracce organiche

+ Miei preferiti
Si chiama Edna Mabel Longoria, ha 39 anni, ed è l’ennesima professoressa a finire nei guai per aver fatto sesso con un suo alunno. È successo ancora una volta negli Stati Uniti, alla “Veterans Memorial High School” di Mission, in Texas, dove la professoressa Longoria insegna scienze della salute.

È stato un suo alunno, un ragazzo di 17 anni, a denunciare degli incontri sessuali con la prof avvenuti a partire dal 22 febbraio di quest’anno, e tutti consumati all’interno del complesso scolastico. Seguendo le indicazioni fornite dal ragazzo sui luoghi dove sarebbero avvenuti gli incontri, la polizia ha rinvenuto “tracce biologiche” inviate ad un laboratorio per stabilire se realmente appartengano alla professoressa e al suo allievo.



L’insegnante è stata arrestata e rilasciata su cauzione, anche perché le indagini hanno già permesso di acquisire dai rispettivi smartphone alcune conversazioni definite “inappropriate e piene di riferimenti sessuali” scambiate su Snapchat. La prof rischia fino a 20 anni di reclusione o una multa di diverse migliaia di dollari.

Galleria fotografica
Un’altra prof abusa di un allievo - immagine 1
Stati Uniti
La polveriera americana
La polveriera americana
Terza notte consecutiva di scontri, violenze e saccheggi in 25 città americane. Una folla minacciosa davanti alla casa Bianca, fra i tweet minacciosi di Trump e l’invito alla calma di tutti i governatori
Proteste: ucciso un agente in pensione
Proteste: ucciso un agente in pensione
David Dorn aveva 77 anni, e voleva aiutare un amico a difendere il banco dei pegni. La morte documentata sui social
La seconda autopsia conferma: George è morto per asfissia
La seconda autopsia conferma: George è morto per asfissia
Voluto dalla famiglia di Floyd, il secondo esame autoptico rafforza l’ipotesi dell’omicidio: il peso dell’agente, la posizione e le manette hanno compromesso il diaframma
Trump pretende pugno duro contro i manifestanti
Trump pretende pugno duro contro i manifestanti
Il presidente americano bacchetta pubblicamente sindaci e governatori, annunciando di essere pronto a invocare l’Insurrection Act, una legge che consente di sopprimere con la forza i disordini civili
La seconda guerra civile americana
La seconda guerra civile americana
Le autorità federali sempre più convinte che dietro agli scontri che stanno mettendo a ferro e fuoco l’America ci sia una regia comune, nata dalla collaborazione fra gruppi estremisti di destra e sinistra
Tutte le guerre di Trump
Tutte le guerre di Trump
Dal Rose Garden della Casa Bianca, il presidente attacca con forza l’OMS e la Cina, ma tralascia gli oltre 100mila morti da coronavirus e le violenze che infiammano l’America per la morte di un afroamericano
L’America scende in piazza
L’America scende in piazza
Non si placano le violenze per la morte di George Floyd, e dopo Minneapolis le proteste esplodono anche in altre grandi città. La minaccia Trump: riportate l’ordine, o mando la Guardia Nazionale
La squadra della morte di George Floyd
La squadra della morte di George Floyd
Tou Thao, l’agente di origini asiatiche che si vede nel video, aveva 6 diverse accuse di violenza sul suo fascicolo. Lo stesso per Derek Chauvin, il poliziotto che ha soffocato l’uomo con il suo ginocchio. Gli altri erano agenti in prova
Minneapolis vuole giustizia per George Floyd
Minneapolis vuole giustizia per George Floyd
La capitale del Minnesota epicentro della protesta per l’inutile e atroce morte dell’uomo di colore. L’agente che ha premuto il ginocchio sul collo già al centro di altri episodi violenti
Ucciso dalla polizia durante un controllo
Ucciso dalla polizia durante un controllo
Quattro agenti di Minneapolis licenziati dopo aver fermato un uomo di colore per un controllo: uno di loro gli ha tenuto il ginocchio sul collo fin quando l’uomo è morto. Proteste e sdegno da ogni parte del Paese