Uno tsunami di droghe invade la Florida

| La Guardia Costiera sequestra 19 tonnellate di cocaina per un valore di mezzo miliardo di dollari. E la procura di Miami incrimina i market che vengono illegalmente milioni di pillole di oppioidi: 45 morti al giorno per overdose

+ Miei preferiti

Le autorità statunitensi hanno sequestrato 19 tonnellate di cocaina con un valore di strada stimato di oltre 500 milioni di dollari da una serie di imbarcazioni utilizzate dai narcos per il contrabbando di droga nell'Oceano Pacifico. Le piccole navi del narcotico illegale sono statw confiscate in acque internazionali al largo delle coste dell'America centrale e meridionale, ha rivelato venerdì la guardia costiera americana.

Arrestati 49 trafficanti che saranno perseguiti nel sud della Florida. Rischiano l’ergastolo e pesantissime pene detentive. Il consumo di cocaina negli Usa è sempre altissimo, rivelano gli esperti della Dea. L’entità del sequestro dimostra le enormi dimensioni di un business che non sì è arrestato neanche dopo la fine dei cartelli colombiani e messicani. Un fenomeno che “alimenta la violenza delle gang".

E in Florida, diventata celebre per le "prescrizioni facili", scoppia lo scandalo degli oppioidi venduti con troppa facilità nei market, creando così legioni di tossicodipendenti. Nel mirino, in particolare, l'oppiaceo antidolorifico "OxyContin". Lo Stato sta citando in giudizio le due più grandi catene di drogastore della nazione, "Walgreens" e "CVS", sostenendo che hanno alimentato il fenomeno delle tissocdipendenze, non prendendo alcuna precauzione per fermare le vendite illegali. Il procuratore generale dello stato, Pam Bondi, ha annunciato l’incriminazione di "Purdue Pharma", produttore di OxyContin, e diversi altri distributori di oppiacei. In un comunicato stampa il procuratore ha sostenuto che CVS e Walgreens "hanno giocato un ruolo fondamentale nella diffusione degli oppioidi: le aziende non sono riuscite a fermare ordini sospetti di oppiacei e hanno erogato quantità irragionevoli dalle loro farmacie". In media, circa 45 persone muoiono ogni giorno negli Usa a causa di overdose di oppiacei, secondo le cifre del "Centers for Disease Control and Prevention".

"Continueremo a perseguire quelle aziende che continuano a vedere senza scrupoli le droghe nei market - ha detto Bondi - migliaia di cittadini hanno sofferto a causa delle loro azioni". Un portavoce di CVS, Mike DeAngelis, ha definito la causa “priva di fondamento": secondo lui, l’azienda americanna ha informato i farmacisti e i loro assistenti circa le responsabilità quando si distribuiscono sostanze controllate e dà loro gli strumenti per rilevare vendite potenzialmente illegali. Walgreens ha ploemicamente affermato di non voler commentare le cause pendenti.

Gli spacciatori di droga di tutto il paese invierebbero i loro affiliati nelle farmacie davanti alle cliniche dove medici senza scrupoli prescrivono oppioidi per lesioni e malattie fasulle: 90 fra i 100 farmacisti più prescrittori di oppioidi operano in Florida. Walgreens ha distribuito miliardi di dosi di oppiacei dalle sue farmacie della Florida dal 2006: è la più grande catena di farmacie della nazione e conta più di 13.200 negozi in tutto il mondo. L'azienda ha distribuito 2,2 milioni di compresse di oppiacei soltanto dal negozio di Hudson, una città dell'area di Tampa, e in un'altra città non identificata avrebbe venduto 285.000 pillole in un solo mese. In alcuni negozi, le vendite di oppiacei sono cresciute di sei volte in due anni. Ma le accuse contro la CVS toccano tutti gli States: il colosso del Rhode Island, con più di 9.800 negozi, avrebbe venduto 700 milioni di dosi di oppiacei tra il 2006 e il 2014, comprese vendite fuori misura a Hudson e in altre due città vicine.

 
Stati Uniti
Bimba ruba una bambola: minacciati con le pistole
Bimba ruba una bambola: minacciati con le pistole
A Phoenix, Arizona, una pattuglia della polizia ha avuto una reazione spropositata di fronte al furto di un bambolina di una bimba di 4 anni. I genitori non si erano accorti di nulla
Morta dopo aver usato una pistola in un gioco erotico
Morta dopo aver usato una pistola in un gioco erotico
Pamela, 24 anni, è stata colpita al petto ed è spirata qualche ora dopo: il fidanzato Andrew giura si sia trattato di un incidente. Ma la polizia non sembra credere alla sua versione
Fired Sarah, liberal USA festeggiano
Fired Sarah, liberal USA festeggiano
Duro editoriale sul Guardian: "S'è prestata a nascondere la misoginia di Trump, chiunque la sostituirà non può fare peggio di lei". "Disprezza i giornalisti, da 90 giorni neanche una conferenza stampa".
Ucciso un ragazzo, Memphis in rivolta
Ucciso un ragazzo, Memphis in rivolta
Brandon Webber, un giovane di colore di 20 anni, crivellato di colpi dalla polizia. La folla è scesa in piazza per protestare, ma la situazione è degenerata in scontri con le forze dell’ordine
Polemiche sulla morte del rapper Willie Bo
Polemiche sulla morte del rapper Willie Bo
Il giovane ucciso lo scorso febbraio a Vallejo, in California, è stato crivellato con 55 colpi d’arma da fuoco. La famiglia chiede giustizia, mentre un consulente giustifica la polizia
Esorcismo per via orale
Esorcismo per via orale
Padre Bill, prete di una chiesa presbiteriana in New Jersey, avrebbe praticato sesso orale a tre uomini che gli avevano chiesto aiuto, spacciandolo per un esorcismo
Identificata un’altra vittima dell’11 settembre
Identificata un’altra vittima dell’11 settembre
18 anni dopo l’attentato al World Trade Center di New York, i medici legali sono riusciti a identificare un’altra delle 1.100 vittime di cui non si sa più nulla
Alabama: la castrazione chimica è legge
Alabama: la castrazione chimica è legge
I condannati per reati sessuali saranno obbligati a sottoporsi al trattamento un mese prima della scarcerazione. Un provvedimento che fa esultare la governatrice Kay Ivey ma divide gli Stati Uniti, come la recente legge sull’aborto
L’ultima beffa di Mr. Untouchable
L’ultima beffa di Mr. Untouchable
Leroy Barnes, elegantissimo signore della droga newyorkese, è morto nel 2012, ma la notizia è stata rivelata soltanto a pochi giorni dalla scomparsa del suo rivale di sempre, Frank Lucas
Sgominata da banda degli iPhone
Sgominata da banda degli iPhone
In sette anni sono riusciti a rubare migliaia di smartphone Apple rivendendoli sul mercato nero: si parla di un bottino di circa 19 milioni di dollari