USA: 130 morti al giorno per overdose

| Una strage quotidiana dovuta agli oppioidi, la nuova frontiera della tossicodipendenza, che sta iniziando a mietere vittime anche in Europa. Alla Scozia il primato peggiore dell’UE

+ Miei preferiti
Ogni 15 minuti, negli Stati Uniti nasce un bambino che presenta sintomi di astinenza da oppioidi. Quella raccontata dal “National Institute on Drug abuse” americano è l’immagine di una strage che si consuma ogni giorno nei 50 stati: 130 morti al giorno, 47.600 dal 2017 ad oggi. “Molti più morti per overdose che per armi da fuoco e incidenti stradali messi insieme”. Tutti vittime di eroina e metadone, ma soprattutto di oppioidi sintetici il cui nome è entrato nel linguaggio comune per aver fatto anche vittime illustri: Fentanyl, OxyContin, Norco, Vicodin.

Gli Stati Uniti sono la punta dell’iceberg, ma il resto del mondo non se la passa meglio: l’aumento del consumo di oppioidi è cresciuto del 56% in un solo anno, fra il 2016 ed il 2017. Lo dice un preoccupante report delle Nazioni Unite, che parla di 53,4 milioni di persone al mondo che ogni giorno fanno uso di oppioidi. Un mercato che ingrassa soprattutto la famiglia Sackler, proprietaria della “Purdue Pharma”, il colosso farmaceutico che ha ideato l’OxyContin a base di morfina, facendo una fortuna.

Le cause legali hanno ridotto Purdue Pharma sull’orlo della bancarotta, ed è solo l’inizio di una battaglia che annuncia class action e una valanga di processi con pene risarcitorie enormi. Lo stato dell’Oklahoma ha citato in giudizio la “Johnson & Johnson”, chiedendo un risqrcimento di 17 milioni di dollari per quella che ha definito la peggior crisi di salute pubblica creata dall’uomo nella storia. Nell’occhio delle autorità sanitarie c’è anche l’israeliana “Teva Pharmaceuticals”, che insieme alle altre due avrebbe fatto pressioni sui medici perché i farmaci a base di oppioidi fossero diffusi a tappeto, secondo diverse accuse minimizzando i rischi di dipendenza e le conseguenze letali.

In Europa, dove gli oppioidi stanno iniziando a invadere i mercati dello spaccio, la situazione peggiore si registra in Scozia, in assoluto il paese con il più alto tasso di morti per droga di tutto il vecchio continente, e perfino superiore alla media britannica. La causa principale, secondo le autorità sanitarie, è il metadone, il sostituto dell’eroina prescritto dai medici che lo scorso anno ha causato 1.187 morti, con un aumento del 27% rispetto al 2017. Seguono a ruota eroina, morfina e ansiolitici, venduti per strada a prezzi stracciati e assunti insieme agli oppiacei con effetti devastanti.

In Italia, se può essere di consolazione, le statistiche raccontano che si muore per overdose meno di un tempo: nel 1995 c’erano stati 1.200 morti, oggi il numero di decessi è sceso a 200.

Galleria fotografica
USA: 130 morti al giorno per overdose - immagine 1
USA: 130 morti al giorno per overdose - immagine 2
USA: 130 morti al giorno per overdose - immagine 3
Stati Uniti
Peccati e peccatori
dei servizi segreti americani
Peccati e peccatori<br>dei servizi segreti americani
Un libro scritto dalla plurivincitrice del Pulitzer Carol D. Leonning racconta un’agenzia lacerata da scandali e dolori. Ma svela anche le tresche con gli agenti di Vanessa e Tiffany, ex nuora e figlia di Trump
Strage a Colorado Springs
Strage a Colorado Springs
Otto morti, compreso l’attentatore, ad una festa di compleanno di famiglia in un’area per case mobili. L’attentatore ha risparmiato solo i bambini
Il South Carolina ripristina la fucilazione
Il South Carolina ripristina la fucilazione
La carenza di farmaci letali ha portato al ritorno della pena capitale attraverso il plotone di esecuzione. Per le associazioni umanitarie “un passo indietro verso le barbarie medievali”
Trump lancia un nuovo canale social
Trump lancia un nuovo canale social
Non è ancora quello che aveva in mente, ma più un sito canale diretto fra l’ex presidente e i suoi sostenitori. Nelle stesse ore, Facebook si riunisce per decidere se togliere l’embargo
Bill e Melinda si dicono addio
Bill e Melinda si dicono addio
I Gates, la coppia di miliardari filantropi, si è rotta: l’ha annunciato Bill con poche parole su Twitter. Ignoti i motivi della rottura, anche se si mormora sia stata lei a volere la separazione
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
Affetto da disturbi mentali, per anni è stato costretto a lavorare senza paga, picchiato e maltrattato dal titolare di una caffetteria. Ora la giustizia impone che gli venga restituito più di quanto avrebbe guadagnato
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
L’improvvisa perquisizione da parte dell’FBI dell’appartamento e degli uffici di Rudy Giuliani ha messo in allarme la rete dei collaboratori dell’ex presidente. Secondo molti, è iniziata la resa dei conti
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
Diverse grandi aziende offrono premi in denaro per i propri dipendenti, mentre stati come il West Virginia regala buoni in denaro. L’obiettivo è convincere milioni di no-vax e recalcitranti
I primi 100 giorni di Joe
I primi 100 giorni di Joe
Il presidente Biden parla al Paese promettendo di risollevare gli americani “abbandonati e dimenticati”: getta le basi per un’ambiziosa agenda economica e chiede la riforma della polizia e più divieti sulle armi
Altre due vittime della polizia americana
Altre due vittime della polizia americana
Mario Gonzalez soffocato come George Floyd, Andrew Brown Jr crivellato di colpi mentre tentava di sfuggire all’arresto. Si temono nuove ondate di proteste