USA 2020, arriva Bloomberg

| L’ex sindaco di New York sarebbe pronto a scendere in campo, mentre il capo dello staff presidenziale dovrà deporre al Congresso e nelle librerie arriva un libro shock

+ Miei preferiti
La politica americana sta diventando una battaglia fra ex sindaci di New York: da una parte Rudy Giuliani, impegnato a difendere Trump fino all’ultimo, dall’altra Michael Bloomberg, che potrebbe avere il compito di suonargliele alle presidenziali del prossimo anno.

È il “Financial Times” a rivelare la mossa a sorpresa dei Dem, alle prese con 16 candidati considerati troppo deboli per poter pensare di farcela. I tre più accreditati segnano il passo: Biden, anche se di sponda, è finito nel tritacarne dell’Ucrainagate, Elizabeth Warren è quella che va meglio, ma alla fine le sue proposte su tasse e sanità potrebbero pesare sulle urne, e Bernie Sanders questa volta non sembra decollare. L’allarme arriva anche perché secondo recenti sondaggi, malgrado la pioggia di accuse, Trump potrebbe strappare il secondo mandato, anche se con margini che si fanno via via più risicati.

Bloomberg, 77 anni, miliardario bostoniano a capo della multinazionale che porta il suo nome, dal 2001 sindaco di New York per tre mandati, starebbe seriamente meditando la mossa, e in gran segreto preparerebbe la documentazione necessaria per presentarsi come candidato in Alabama, dove il voto è previsto il 3 marzo prossimo.

Sul fronte dell’impeachment, l’aria inizia a farsi bollente: la Camera ha spiccato un mandato di comparizione ufficiale nei confronti di Mick Mulvaney, capo dello staff presidenziale. E a corredo di una situazione sempre più infuocata, arriva nelle librerie “A Warning”, un libro scritto da un anonimo funzionario della Casa Bianca che racconta le vicende di un presidente “crudele, inetto e pericoloso” al punto che lo scorso anno un gruppo di alti funzionari della White House aveva progettato un licenziamento di massa per aprire gli occhi al paese su quello che Trump stava facendo. Dopo lunghe riunioni e con il timore di destabilizzare la più grande potenza mondiale e il resto del pianeta, si convinsero uno dopo l’altro a desistere.

Stati Uniti
Trump, lo spettacolo dell’indecisione
Trump, lo spettacolo dell’indecisione
Dall’ottimo lavoro che starebbero facendo la Casa Bianca e la sanità al basso numero di morti, dai governatori esagerati alla fretta di ripartire. Tutte le incertezze del presidente americano
New York, il terzo mondo degli ospedali
New York, il terzo mondo degli ospedali
Letteralmente travolti dalla crescita di casi, gli ospedali della più grande metropoli del mondo sono dei veri campi di battaglia dove manca tutto
USA, record di richieste di disoccupazione
USA, record di richieste di disoccupazione
3,3, milioni in una sola settimana: il record assoluto dal 1967. L’incubo della pandemia ha costretto diverse aziende a chiudere e licenziare, avvicinando lo spettro della recessione
USA, in aumento la vendita delle armi
USA, in aumento la vendita delle armi
File ovunque, richieste di permessi raddoppiate nel giro di poche settimane, corsa ad accaparrarsi munizioni, fucili e pistole. Il ventre dell’America si arma temendo disordini sociali dovuti al coronavirus
Trump chiude l’America
Trump chiude l’America
Viaggi da e verso gli Stati Uniti bloccati per un mese e misure per sostenere la contrazione economica dovuta all’epidemia. Malgrado questo, secondo gli analisti il presidente continua a non essere convinto che l’America rischia un’ecatombe
Amiche per la pelle, scoprono di essere sorelle
Amiche per la pelle, scoprono di essere sorelle
Per 17 anni, Ashley e Latoya hanno condiviso tutta la loro vita, poi una foto ha fatto scattare i dubbi, confermati qualche mese dopo dall’esame del Dna
Nelle scuole della Florida arriva il panic button
Nelle scuole della Florida arriva il panic button
Allarmi a pulsanti, collegati con le forze dell’ordine e il personale scolastico, saranno a breve installati in tutti gli istituti scolastici della Florida. È la vittoria di una mamma che ha perso la figlia nella strage di Parkland
Nuovi dubbi di insabbiamento sul rapporto Mueller
Nuovi dubbi di insabbiamento sul rapporto Mueller
Un giudice federale accusa il procuratore generale William Barr di aver voluto favorire Trump fornendo una versione di parte del rapporto sul "Russiagate"
Esecuzione capitale in Alabama
Esecuzione capitale in Alabama
Il detenuto Nathaniel Woods è stato giustiziato per l’omicidio di tre agenti di polizia nel 2004. In tanti, compreso il complice, hanno insistito fino alla fine sull’innocenza dell’uomo
Nuovi guai per l’accusa di stupro contro Trump
Nuovi guai per l’accusa di stupro contro Trump
Una donna chiede l’esame del Dna del presidente per dimostrare di essere stata violentata da lui. Una battaglia legale per gli avvocati di Trump, che si sono rivolti all’alta corte perché il presidente non è costituzionalmente accusabile