USA 2020, è già record di votanti

| 14 milioni di americani hanno già espresso il proprio voto via posta: gli esperti prevedono un’affluenza record per decidere se ridare fiducia a Trump o voltare pagine con Biden

+ Miei preferiti
Raramente, dicono gli esperti, la sfida elettorale attira così tanti americani verso le urne. Merito, o forse demerito, della foga di Donald Trump e Joe Biden, i due sfidanti che se le suonano senza remore anche a distanza. Ma forse, più prosaicamente, a richiamare così tanta gente è la sfida fra due diversi modi di intendere gli immensi Stati Uniti d’America: da una parte quella “machista” di Trump, secondo molti troppo feroce ma sentendo la sua base necessaria a rimettere in ordine il Paese e il mondo intero. Dall’altra quella di Biden, che tende la mano ad afroamericani e minoranze che il suo rivale ha strapazzato per quattro anni.

I sondaggi, a poco più di due settimane dal fatidico 3 novembre, danno Biden in vantaggio di 17 punti percentuali (il 57% contro il 40 dell’avversario), tirato verso l’altro inconsapevolmente dallo stesso Trump, che non cambia atteggiamento sulla pandemia che sta uccidendo migliaia di americani.

Secondo gli ultimi calcoli ufficiali, al momento 14 milioni di americani hanno già espresso il proprio voto per posta, modalità consigliata dalle autorità per via del virus che in America sembra voler prendere la cittadinanza. L’analisi è dello “US Election Project”, istituto dell’Università della Florida a cui spetta il compito di monitorare l’andamento delle elezioni. Ed è un record che straccia del 10% la tornata di quattro anni fa, quando la sfida era fra Trump e Hillary Clinton, lasciando intuire che alla fine il numero dei votanti supererà i 130 milioni del 2016.

Nella volata finale, che ha visto Trump ammalarsi e risorgere nel giro di una manciata di ore, Joe Biden potrà contare sull’appoggio di Barack Obama, disposto a tornare fra la folla per dare lo sprint finale a quello che per otto anni è stato il suo vice.

Il prossimo round va in scena nelle prossime ore a distanza, quando i due candidati risponderanno alle domande degli spettatori da casa: Trump da Miami, ospite della “NBC”, Biden a Philadelphia, in casa della “ABC”. In partica, Florida e Pennsylvania, due stati chiave per aspirare alla vittoria, dove Trump aveva trionfato quattro anni fa e che ora si sono entrambi girati verso Biden. I due si rivedranno nell’ultimo faccia a faccia il 22 ottobre a Nashville, Tennessee.

Stati Uniti
NFAC, le milizie nere
che spaventano l’America
NFAC, le milizie nere<br>che spaventano l’America
Per qualcuno sono gli eredi delle “Black Panther” degli anni ’60: sfilano armati e organizzati, non temono la sfida con i gruppi di suprematisti bianchi e finora hanno mantenuto la calma. Ma c’è chi teme che il peggio sia in arrivo
«Non abbiamo alcuna intenzione di controllare la pandemia»
«Non abbiamo alcuna intenzione di controllare la pandemia»
È la pensatissima e pericolosa ammissione di Mark Meadows, capo di gabinetto della Casa Bianca. Nel frattempo, Trump e Pence continuano a battere gli Stati ancora in bilico, affermando che “L’America sta svoltando”
Biden corre nei sondaggi, Trump in allarme
Biden corre nei sondaggi, Trump in allarme
La strenua battaglia finale del presidente, che batte gli Stati chiave sperando in un colpo di coda. Ma i sondaggi lo danno ovunque dietro, e la massiccia partecipazione degli americani è un segnale sempre più chiaro
Trump VS Biden, l’ultimo duello
Trump VS Biden, l’ultimo duello
Da entrambe le parti il consiglio era di evitare la rissa, ad ogni costo: il risultato è stato un dibattito decisamente più pacato, che si è acceso a tratti quando i due hanno affondato sugli argomenti più caldi
I 545 bambini separati dalle famiglie alla frontiera USA
I 545 bambini separati dalle famiglie alla frontiera USA
Di loro, vittime della campagna di “Tolleranza Zero” del 2017, non si sa più nulla. Gli unici ad occuparsene sono un gruppo avvocati e associazioni umanitarie, che tentano di riportare i piccoli alle loro famiglie di origine
FBI: rischio di interferenze straniere nelle elezioni
FBI: rischio di interferenze straniere nelle elezioni
Memori dell'intenso lavoro di depistaggio messo in campo dal Cremlino quattro anni attraverso decine di hacker, i federali svelano che Iran e Russia sarebbero in possesso dei database sugli elettori americani
Chi pensa già al dopo Trump
Chi pensa già al dopo Trump
Temendo la sconfitta, i repubblicani prendono le distanze da Trump e cominciano a riflettere sul futuro del partito, totalmente da riformare dopo uno tsunami lungo 4 anni
Trump chiude la campagna tra polemiche e accuse
Trump chiude la campagna tra polemiche e accuse
Il presidente ne ha per tutti, a cominciare da Anthony Fauci, definito “un idiota”, mentre il suo staff protesta per la decisione di microfoni chiusi a turno durante il prossimo dibattito
Violenta e uccide una giovane, poi partecipa alle ricerche
Violenta e uccide una giovane, poi partecipa alle ricerche
L’agghiacciante vicenda costata la vita a Sydney Sutherland, 25 anni, travolta mentre faceva footing, violentata, uccisa e sepolta in un bosco da un fattorino che poco dopo si è unito alle squadre di volontari che la cercavano ovunque
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Sarà la prima donna detenuta in un braccio della morte giustiziata da 53 anni a questa parte. Nel 2004 aveva ucciso una giovane mamma incinta all’ottavo mese per strapparle la bimba dal grembo