USA: è di una donna scomparsa 9 anni fa il cadavere carbonizzato

| I resti sono stati ritrovati in una zona rurale dell’Illinois, dove era stata vista l’ultima volta. Era partita insieme ad alcuni colleghi per un week end

+ Miei preferiti
Il 20 maggio del 2010, Benedetta Bentley, per tutti “Beth”, saluta suo marito Scott e i loro tre figli: ha deciso di concedersi un week end nel Wisconsin con un’amica e un collega, Jenny Wyatt. Beth è una tranquilla signora quarantenne di Woodstock, Illinois: lavora nello studio legale del marito e sta iniziando i preparativi per la festa di diploma del più grande dei suoi figli.

All’ultimo, le due donne sembrano cambiare idea e si dirigono verso Mount Vernon, Illinois, dove trascorrono tre giorni in riva al lago in compagnia di altri amici.

Wyatt racconta di aver accompagnato Beth alla stazione ferroviaria tre giorni dopo, ma la donna su quel treno non è mai salita. È l’inizio di un giallo senza soluzione: la polizia indaga senza tralasciare nulla, passa al setaccio il cottage che ha ospitato la compagnia di amici, a loro volta messi sotto torchio negli interrogatori. A rendere sempre più vane le speranze di ritrovare Beth in vita il silenzio totale del suo telefono e delle carte di credito. I sospetti si concentrano soprattutto sulla figura di Jenny Wyatt, l’amico, ma mancano prove sufficienti per inchiodarlo.

Nel 2017, dopo sette anni di indagini che ogni volta finiscono nel nulla, il marito Scott chiede al tribunale la dichiarazione di morte presunta: “Pensiamo tutti che non se ne sia andata volontariamente: ha tre figli, di cui uno ancora piccolo, e conoscendola non avrebbe mai perso compleanni, lauree, eventi sportivi, Natale. Ma stiamo cercando di vivere nel modo più normale possibile, la vita non si ferma”. Una frase che il Chicago Tribune interpreta come la reazione del marito, a cui Beth avrebbe mentito sulla destinazione del week end.

Anche Angela Scott, vicina e amica fraterna di Benedetta, teme il peggio: “Dopo che Beth era scomparsa da una settimana avevo capito che non c’era più: adorava i suoi figli e non sarebbe mai riuscita stare lontana da loro per troppo tempo”.

Nel dicembre dello stesso anno, la polizia riceve una segnalazione: in un campo all’intersezione di due strade della contea di Jefferson, in Illinois, sono stati ritrovati i resti carbonizzati di un cadavere. Impossibile al momento stabilire l’età e il sesso, servono analisi approfondite per dare un nome a quei poveri resti. La risposta è arrivata qualche giorno fa: si tratta di Benedetta Bentley.

Il coroner non è stato ancora in grado di fornire la causa della morte: serviranno ulteriori analisi.

“Non abbiamo mai perso la speranza di ritrovarla – hanno commentato i familiari – ma non avremmo mai immaginato di dover aspettare così tanto tempo”.

Galleria fotografica
USA: è di una donna scomparsa 9 anni fa il cadavere carbonizzato - immagine 1
Stati Uniti
La prima mappa complete delle violenze della polizia
La prima mappa complete delle violenze della polizia
Il sito Bellingcat ha individuato e classificato almeno 1000 atti di violenza delle forze dell’ordine contro manifestanti dall’inizio delle proteste razziali. Un database unico, inedito e sconcertante
120 anni di carcere per il guru della setta «NXIVM»
120 anni di carcere per il guru della setta «NXIVM»
Keith Raniere condannato per una lunga serie di reati che comprendevano la riduzione in schiavitù. Nella rete piramidale anche diverse ereditiere e star di Hollywood
Social in allarme per le elezioni americane
Social in allarme per le elezioni americane
I colossi della Silicon Valley annunciano contromisure per combattere fake news e informazioni fuorvianti, ma secondo gli americani la scelta migliore sarebbe un black out totale
Una vittoria di Trump: Amy Coney Barrett alla Corte Suprema
Una vittoria di Trump: Amy Coney Barrett alla Corte Suprema
Tante le questioni che attendono la giovane giudice nella sua prima settimana al massimo organo americano: a questione delle tasse del presidente, pasticci elettorali e un caso di aborto
NFAC, le milizie nere che spaventano l’America
NFAC, le milizie nere che spaventano l’America
Per qualcuno sono gli eredi delle “Black Panther” degli anni ’60: sfilano armati e organizzati, non temono la sfida con i gruppi di suprematisti bianchi e finora hanno mantenuto la calma. Ma c’è chi teme che il peggio sia in arrivo
«Non abbiamo alcuna intenzione di controllare la pandemia»
«Non abbiamo alcuna intenzione di controllare la pandemia»
È la pensatissima e pericolosa ammissione di Mark Meadows, capo di gabinetto della Casa Bianca. Nel frattempo, Trump e Pence continuano a battere gli Stati ancora in bilico, affermando che “L’America sta svoltando”
Biden corre nei sondaggi, Trump in allarme
Biden corre nei sondaggi, Trump in allarme
La strenua battaglia finale del presidente, che batte gli Stati chiave sperando in un colpo di coda. Ma i sondaggi lo danno ovunque dietro, e la massiccia partecipazione degli americani è un segnale sempre più chiaro
Trump VS Biden, l’ultimo duello
Trump VS Biden, l’ultimo duello
Da entrambe le parti il consiglio era di evitare la rissa, ad ogni costo: il risultato è stato un dibattito decisamente più pacato, che si è acceso a tratti quando i due hanno affondato sugli argomenti più caldi
I 545 bambini separati dalle famiglie alla frontiera USA
I 545 bambini separati dalle famiglie alla frontiera USA
Di loro, vittime della campagna di “Tolleranza Zero” del 2017, non si sa più nulla. Gli unici ad occuparsene sono un gruppo avvocati e associazioni umanitarie, che tentano di riportare i piccoli alle loro famiglie di origine
FBI: rischio di interferenze straniere nelle elezioni
FBI: rischio di interferenze straniere nelle elezioni
Memori dell'intenso lavoro di depistaggio messo in campo dal Cremlino quattro anni attraverso decine di hacker, i federali svelano che Iran e Russia sarebbero in possesso dei database sugli elettori americani