USA: la mattanza delle spie

| Una strana scia di alti funzionari russi morti in circostanze strane e mai del tutto chiarite

+ Miei preferiti
Secondo una stima della CNN, dopo le presidenziali del 2016, il numero di cittadini di origine russa presenti in America sospettati di spionaggio ammontava a 150. Un numero addirittura ridotto da Barack Obama con l’espulsione di 35 diplomatici.

Eppure c’è un aspetto di cui le cronache internazionali si occupano poco, e riguarda una strana moria di dignitari russi sul suolo americano. Difficile, con i pochi dati diffusi, capire se si tratti di una purga interna, messa in pratica dalla stessa potenza russa, o dai servizi segreti americani.

Ma è comunque una storia inquietante che idealmente può iniziare dal nome di Mikhail Lesin, 59 anni, fondatore di “Russia Today” e capo della sicurezza del consolato, ritrovato morto al “Dupont Circle Hotel” di Washington nell’ottobre del 2015. Una morte liquidata come “incidentale” malgrado il referto medico parlasse di lividi e colpi rinvenuti su tutto il corpo. Lesin, che nel 2012 era finito in disgrazia al Cremlino, muore un giorno prima di un colloqui fissato con le autorità a Washington. Le indagini dell’FBI, a tre anni di distanza, hanno appurato che Mikhail Lesin fu probabilmente strangolato.

Curiosa e tempestivamente precisa anche la morte di Sergei Krivov, 63 anni, che l’8 novembre 2016 - giorno dell’elezione di Trump - è vittima di una rovinosa caduta dal tetto del consolato russo di New York. Secondo i servizi segreti americani, Krivov sarebbe stato il passpartout per capire la rete spionistica negli States. Resta il dubbio di cosa ci facesse sul tetto un alto funzionario come lui.

Per finire con Vitali Tchourkine, 64 anni, ambasciatore russo all’Onu, ritrovato in coma all’interno del suo ufficio: portato d’urgenza all’ospedale, è morto per una crisi cardiaca.

Galleria fotografica
USA: la mattanza delle spie - immagine 1
USA: la mattanza delle spie - immagine 2
USA: la mattanza delle spie - immagine 3
Stati Uniti
Processo Floyd: l’America si blinda in attesa del verdetto
Processo Floyd: l’America si blinda in attesa del verdetto
Si alza l’allarme per possibili disordini sociali nel caso il processo per l'omicidio dell'afroamericano si concluda con una sentenza favorevole all’ex agente Chauvin. Ovunque, la polizia annuncia misure di sicurezza straordinarie
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
È il numero delle vittime che un giovane affetto da problemi mentali ha fatto in un magazzino a Indianapolis. Si tratta della 45esima strage avvenuta in America dall’inizio dell’anno, e ancora una volta Biden chiede che sia l’ultima
Ancora sangue sulle strade americane
Ancora sangue sulle strade americane
Un uomo armato di mitragliatrice ha fatto una strage in un magazzino logistico a Indianapolis. Mentre da Chicago arrivano le inquietanti immagini dell’uccisione senza motivo di Adam Toledo, un 13enne
Sesso, droga & deputati
Sesso, droga & deputati
Emergono dettagli sullo scandalo che ha come protagonista unico il deputato repubblicano della Florida Matt Gaetz, sospettato di avere una passione smodata per le minorenni
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
È quanto ha dichiarato Christopher Wray, direttore dell’FBI, raccontando davanti al Senato di 2.000 indagini collegate a Pechino, una presenza forte, costante e insidiosa
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’ormai ex agente di polizia di Minneapolis che ha ucciso Daunte Wright arrestata e rilasciata su cauzione. Rischia fino a 10 anni di carcere, mentre per la strade la rabbia aumenta
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Si sono dimessi il capo del dipartimento e Km Potter, l’agente che ha ucciso Duane Wright con un colpo di pistola credendo di avere in mano il teaser. Intanto in città cresce la tensione
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Daunte Wright, 20 anni, ucciso da un agente mentre tentava di opporsi all’arresto. I manifestanti sono tornati per le strade minacciando la polizia. In città la tensione è già alta per il processo per la morte di George Floyd
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Philip Adams, con una lunga carriera nella massima divisione del football americano, prima di togliersi la vita ha ucciso un medico, sua moglie, due dei loro nipoti e un tecnico che lavorava ad un impianto di aria condizionata
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Il presidente promette di fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per limitare l’uso delle armi da fuoco, a cominciare dalle “ghost guns”, kit di montaggio venduti liberamente senza alcun controllo