USA: la prima condanna in videoconferenza

| Il processo per omicidio a Orlando Tercero, ritenuto colpevole dell’uccisione di Haley Anderson, è avvenuto in videoconferenza, con collegamento fra gli Stati Uniti e il Nicaragua

+ Miei preferiti
Un tribunale nicaraguense ha condannato per omicidio Orlando Tercero: è accusato di aver ucciso Haley Anderson, una studentessa in medicina di 22enne di Westbury, Long Island, trovata strangolata nel suo letto nel marzo del 2018.

Ma quello per la morte della povera Haley è stato un processo insolito, che rappresenta un precedente confortante per la giustizia, perché molti testimoni sono sfilati davanti alla corte collegati in videoconferenza. Secondo diversi testimoni, i due si frequentavano, ma Tercero pretendeva dalla giovane una relazione che invece al lei non interessava: l’omicida era riuscito a fuggire in Nicaragua il giorno successivo all’uccisione, dove la legge non prevede l’estradizione. L’ufficio del Procuratore Distrettuale ha facilitato le dichiarazioni dei testimoni con il supporto di un interprete attraverso un collegamento video dal suo ufficio. Uno dei testimoni, un detective della polizia, ha riferito di aver ritrovato un biglietto nell’appartamento di Tercero in cui affermava di essere dispiaciuto per quello che era successo. La pena massima in Nicaragua è 30 anni.

Soddisfatto il procuratore distrettuale: “Abbiamo visto qualcosa che non ha precedenti: governi e forze dell’ordine di paesi diversi lavorare insieme”. Anche il padre della vittima, Gordon Anderson, ha elogiato il modo in cui il Nicaragua ha gestito il caso, affermando che la condanna “ha lenito parte del dolore, anche se non è finita: ci sarà sempre un vuoto, ma è stato confortante vedere che il Nicaragua ha fatto tutto quello che poteva perché l’assassino di mia figlia fosse assicurato alla giustizia”.

Galleria fotografica
USA: la prima condanna in videoconferenza - immagine 1
USA: la prima condanna in videoconferenza - immagine 2
USA: la prima condanna in videoconferenza - immagine 3
USA: la prima condanna in videoconferenza - immagine 4
Stati Uniti
Tutti i figli di Jeffrey Epstein
Tutti i figli di Jeffrey Epstein
Ufficialmente, il miliardario pedofilo non si mai sposato e non ha avuto figli, ma vista la vita che ha condotto, una società specializzata nel rintracciare parentele ha deciso di fare una ricerca. E hanno risposto in centinaia
Trump: «Anche se il virus torna, non chiuderemo più»
Trump: «Anche se il virus torna, non chiuderemo più»
Stanco dei pareri degli esperti, il presidente americano fa di testa sua, minando anche uno storico accordo con la Russia che risale alla fine della Guerra Fredda
Il clan Trump accusato di truffa
Il clan Trump accusato di truffa
Quattro persone “che tentavano di inseguire il sogno americano”, hanno denunciato Trump e i suoi figli per essere stati attirati in una rete creata per “trarre profitto dai più poveri e vulnerabili”
Trump a testa bassa contro l’OMS
Trump a testa bassa contro l’OMS
Una lettera zeppa di accuse inviata al presiedente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità suona come un ultimatum: o si cambia o blocchiamo i finanziamenti
Barack Attack
Barack Attack
Obama scende in campo attaccando Trump senza mai nominarlo: “Non fa neanche finta di governare”. La replica del presidente: “Dovrebbe andare in galera insieme a Biden”. Uno scontro infuocato
Hackerato lo studio legale dei vip americani
Hackerato lo studio legale dei vip americani
I pirati informatici sono riusciti a impossessarsi di 756 GB di dati di diverse celebrità del mondo dello spettacolo, compreso il nome più importante: Donald Trump. Chiesto un riscatto di 42 milioni di dollari: l'FBI indaga
L’ultimo azzardo di Trump: riaprire per vincere
L’ultimo azzardo di Trump: riaprire per vincere
È convinto che sia necessario far ripartire l’economia anche mettendo in conto migliaia di morti. Un azzardo che potrebbe portarlo dritto verso la rielezione, o nel baratro
NY, l’orologio della morte dedicato a Trump
NY, l’orologio della morte dedicato a Trump
Si tratta di un’installazione artistica creata dal regista Eugene Jarecki: mostra in tempo reale quante vite umane si sarebbero potute salvare con una risposta più tempestiva
Saturday Night Virus
Saturday Night Virus
L’ultima follia americana sono i “Covid-party” delle feste in cui persone sane si mescolano ad altre infette, nella speranza di essere contagiate e sviluppare volontariamente l’immunità di gregge
NY: vacanze gratis per 4.000 dipendenti di un ospedale
NY: vacanze gratis per 4.000 dipendenti di un ospedale
Migliaia di medici, infermieri e assistenti dell’ospedale epicentro della lotta dell’America contro il coronavirus premiati per il duro lavoro