USA: processo shock contro le catene alberghiere

| È iniziato in questi giorni nell’Ohio: alla sbarra numerosi colossi alberghieri, accusati da 13 donne di aver favorito lo sfruttamento della prostituzione e il traffico di esseri umani

+ Miei preferiti
È un’inchiesta epocale, quella che vede 13 donne fronteggiare alcune fra le più note catene alberghiere del mondo, accusate di sfruttamento della prostituzione. Alla sbarra, costrette a vedersela con una macchia che sarà difficile cancellare, colossi come “Hilton”, “Intercontinental” e “Best Western”, accusati di aver taciuto, ignorato e favorito ciò che avveniva nel chiuso delle loro stanze. Ma non solo: donne e bambini sarebbero stati tenuti “prigionieri”, abusati e costretti a soddisfare le voglie dei clienti.

Il processo, partito in questi giorni in una corte federale di Columbus, Ohio, raccoglie le denunce di 13 casi simili presentati in Massachusetts, Georgia, New York, Ohio e Texas. A difendere le vittime lo studio newyorkese “Weitz & Luxemburg”, che non è andato sul sottile, definendo le catene alberghiere “un vero mercato per lo sfruttamento della prostituzione”, frasi accompagnate da accuse di “aver ottenuto enormi profitti dal traffico”.

Fra le accusatrici una donna di 33 anni che ha rivelato di essere stata tenuta prigioniera in diverse strutture alberghiere della catena “Wyndahm Hotels” per 6 settimane nel 2012, subendo pestaggi che le hanno provocato diverse ferite al naso, alla bocca e al resto del corpo.

“È chiaro che questi hotel hanno scientemente messo i loro profitti al di sopra della protezione di bambini, adolescenti e giovani donne che venivano regolarmente venduti a fini sessuali nei loro alberghi – tuona Paul Pennock, responsabile dei casi sugli abusi dello studio newyorkese -  Nelle carte si legge che l’80% degli arresti per traffico di esseri umani avvengono negli hotel e nel 2014, il 92% delle segnalazioni giunte alla linea telefonica nazionale contro il traffico di esseri umani riguardava episodi avvenuti in alberghi”.

“Best Western Hotels & Resort” è stata la prima catena a reagire attraverso un comunicato stampa in cui prende nettamente le distanze dalle accuse: oltre a condannare il traffico di esseri umani, il colosso ricorda i ferrei regolamenti a cui gli hotel affiliati devono attenersi.

Stati Uniti
Trump e Fauci, separati in casa
Trump e Fauci, separati in casa
Il presidente e il virologo ai ferri corti: oltre a non parlarsi più da tempo, si scambiano frecciatine velenose. In compenso il virus continua a cavalcare indisturbato in tutti gli Stati Uniti
Trump concede la grazia a Roger Stone
Trump concede la grazia a Roger Stone
Consigliere politico di lungo corso dallo stile spietato, è stato graziato da presidente per l’inchiesta sul “Russiagate”. Il 14 luglio sarebbe dovuto entrare in cella per scontare 3 anni e 4 mesi di reclusione
«Ho visto i sex-tape di Ghislaine Maxwell»
«Ho visto i sex-tape di Ghislaine Maxwell»
Un ladro da cui la coppia comprava gioielli da donare alle giovani vittime, svela di aver visto materiale video scottante che incastrerebbe celebrità e politici d’alto livello mentre facevano orge con minori
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
La Corte Suprema ha obbligato il presidente a presentare le sue dichiarazioni dei redditi, ma ha anche sancito che resteranno segrete fin dolo le elezioni. È il primo candidato della storia a cui riesce l’impresa
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Nel 1993, a 18 anni, aveva ucciso un uomo mentre tentava di rubargli un camion per fuggire con la fidanzata. L’esecuzione era stata rinviata per la pandemia
Scomparsa una star di «Glee»
Scomparsa una star di «Glee»
Per la conferma ufficiale della morte manca ancora il corpo, ma secondo la polizia non ci sono speranze: Naya Rivera - la cheerleader Santana Lopez della serie televisiva – è scomparsa nelle acque di un lago artificiale in California
Trump fra scuole, libri e polemiche
Trump fra scuole, libri e polemiche
La candidatura di Kanye West, l’ordine di riaprire le scuole, i libri che lo mettono in cattiva luce, la pandemia che avanza inesorabile: la settimana “impossibile” del presidente
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Stephen Cooper, ripreso in una delle più celebri foto della tragedia di New York, è stato sopraffatto dal coronavirus in Florida, dove aveva scelto di vivere
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”