USA, ripristinata la pena di morte

| Dopo 16 anni di moratoria, il Dipartimento di Giustizia ha chiesto di fissare le esecuzioni di cinque detenuti: la prima il prossimo dicembre

+ Miei preferiti
Dopo 16 anni di moratoria, un comunicato del Dipartimento della Giustizia americano ha annunciato la ripresa delle esecuzioni capitali. William Barr, il ministro della giustizia dell’amministrazione Trump, ha chiesto di programmare l’esecuzione di cinque detenuti condannati a morte per omicidio, detenuti in una prigione federale dell’Indiana e ormai impossibilitati a ricorrere in appello. “Il Congresso ha espressamente autorizzato la pena di morte attraverso la legislazione adottata dai rappresentanti del popolo in entrambe le camere del Congresso e firmata dal presidente - ha commentato Barr - dobbiamo alle vittime e alle loro famiglie l’esecuzione delle sentenze imposte dal nostro sistema giudiziario”. Per la difficoltà di numerosi Stati di reperire i farmaci, il dipartimento ha anche reso noto di aver adottato un nuovo protocollo di iniezione letale: dal mix di tre farmaci all’uso del solo “Pentobarbital”.

Una decisione che spiazza l’opinione pubblica americana, secondo un recente sondaggio ormai per massima parte contraria alla pena di morte: nel 1994 i favorevoli erano l’84%, oggi sono scesi al 56. In più, sono ormai 21 gli Stati americani che hanno scelto l’abolizione della pena di morte, l’ultimo il New Hampshire, mentre diversi candidati alle primarie Dem per le presidenziali del 2020 hanno nei loro programmi l’abolizione su scala nazionale della pena capitale. Trump stesso non ha mai nascosto critiche ai governatori che sospendevano le esecuzioni capitali: era successo con la California di Gavin Newsom, e anche con aspre critiche verso la decisione di sospendere la pena di morte a Sayfullo Saipov, colpevole di un attentato a New York.

Attualmente, sono 62 i condannati rinchiusi nelle galere americani: la prima è fissata per il prossimo 9 dicembre. L’ultima era stata eseguita nel 2003.

Stati Uniti
Chi pensa già al dopo Trump
Chi pensa già al dopo Trump
Temendo la sconfitta, i repubblicani prendono le distanze da Trump e cominciano a riflettere sul futuro del partito, totalmente da riformare dopo uno tsunami lungo 4 anni
Trump chiude la campagna tra polemiche e accuse
Trump chiude la campagna tra polemiche e accuse
Il presidente ne ha per tutti, a cominciare da Anthony Fauci, definito “un idiota”, mentre il suo staff protesta per la decisione di microfoni chiusi a turno durante il prossimo dibattito
Violenta e uccide una giovane, poi partecipa alle ricerche
Violenta e uccide una giovane, poi partecipa alle ricerche
L’agghiacciante vicenda costata la vita a Sydney Sutherland, 25 anni, travolta mentre faceva footing, violentata, uccisa e sepolta in un bosco da un fattorino che poco dopo si è unito alle squadre di volontari che la cercavano ovunque
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Sarà la prima donna detenuta in un braccio della morte giustiziata da 53 anni a questa parte. Nel 2004 aveva ucciso una giovane mamma incinta all’ottavo mese per strapparle la bimba dal grembo
Trump, la vendetta dei suoi ex collaboratori
Trump, la vendetta dei suoi ex collaboratori
La CNN ha pronto uno speciale in cui diversi ex alti funzionari dell’amministrazione parlano e giudicano l’operato dell’attuale presidente. Fra i più piccati l’ex generale John Kelly
Tutti i guai con la giustizia che aspettano Trump
Tutti i guai con la giustizia che aspettano Trump
In caso di sconfitta, decine di procure sono pronte a quella che si annuncia una monumentale resa dei conti con l’ex tycoon, che avrebbe usato tutta la sua influenza e intoccabilità per sgusciare fra le noie con la legge
Il duello si accende, anche a distanza
Il duello si accende, anche a distanza
Trump e Biden in diretta contemporaneamente su due canali diversi si scambiano accuse reciproche: il presidente è apparso più volte in difficoltà, Biden ha sfoderato la lunga esperienza politica
USA 2020, è già record di votanti
USA 2020, è già record di votanti
14 milioni di americani hanno già espresso il proprio voto via posta: gli esperti prevedono un’affluenza record per decidere se ridare fiducia a Trump o voltare pagine con Biden
Trump non vuole presentare le dichiarazioni dei redditi
Trump non vuole presentare le dichiarazioni dei redditi
Il presidente si sarebbe rivolto alla Corte Suprema per bloccare le richieste del Grand Jury di Manhattan. Se non fosse rieletto, rischia una condanna insieme alla figlia Ivanka
Trump galvanizza i suoi, Fauci: «Irresponsabile»
Trump galvanizza i suoi, Fauci: «Irresponsabile»
Il presidente vola in Florida per un comizio affollato in cui promette una vittoria schiacciante, mentre l’infettivologo della Casa Bianca ammonisce: “È in cerca di guai”