Morto Loinger, il partigiano di Exodus

| Aveva 108 anni, con lui altri partigiani italiani ed europei aiutarono l'esodo dei profughi ebrei sopravvissuti alla Shoah in Palestina su navi mercantili partite anche dai porti di Marsiglia, Nizza, Savona e Genova

+ Miei preferiti

Dopo l'orrore della Shoah molti ebrei sopravvissuti ai lager e alle persecuzioni naziste in Europa e nell'est decisero di andare in Palestina, ma le potenze vincitrici non erano d'accordo per non turbare gli equilibri politici con i paesi arabi, nel quadro di un pericolo russo di espansione nel Mediterraneo.

Così partì l'operazione Exodus, con nave mercantili fatte transitare segretamente nei porti europei anche italiani, per salvare migliaia di profughi. Il partigiano francese George Loinger, decano della resistenza anti-nazista, è morto ieri a Parigi a 108 anni: aveva partecipato al progetto della nave Exodus, come tanti altri sconosciuti partigiani italiani, che nel 1947 tentò di portare migliaia di ebrei scampati alla Shoah nella Palestina sotto il protettorato britannico. Nato nel 1910 a Strasburgo da una famiglia ebrea-ortodossa, Loinger fu fatto prigioniero dai nazisti e inviato in un campo di lavoro in Baviera. Riuscito a fuggire, si unì alla resistenza francese in Borgogna, e tra il '43 e il '44 salvò centinaia di bambini ebrei. Loinger ha ricevuto la Legion d'honneur nel 2005 e nel 2013 è stato ricevuto dall'allora presidente israeliano Shimon Peres.

   

Storia
Le due facce del movimento hippy
Le due facce del movimento hippy
Da un lato la “family” di Manson che sfruttò l’ingenuità dei giovani nel dare vita a una comune, dall’altro l’entusiasmo di centinaia di migliaia di ragazzi che alla quattro giorni di Woodstock credettero di poter cambiare il mondo
La Luna ha 50 anni
La Luna ha 50 anni
Mezzo secolo fa, Neil Armstrong e Buzz Aldrin camminavano sul satellite più amato e temuto. Un traguardo enorme, pazzesco e inimmaginabile dell’intelligenza umana, che ancora oggi qualcuno ritiene una bufala storica
25 giugno 1678, la laurea si fa donna
25 giugno 1678, la laurea si fa donna
Esattamente 341 anni fa si laureava la prima donna al mondo, in filosofia all’università di Padova. Ottenne questo risultato grazie al ricco e nobile padre che l’appoggiò contro il mondo accademico e clericale assolutamente contrari
Pace eterna per le cavie umane del doktor Stieve
Pace eterna per le cavie umane del doktor Stieve
Attraverso l'esame di piccoli frammenti di tessuto prelevati dai cadaveri di donne assassinate dai nazisti, è stato possibile dare un nome a persone usate come cavie. Commovente cerimonia a Berlino
Brest, 750 corpi di ebrei nelle fosse comuni
Brest, 750 corpi di ebrei nelle fosse comuni
I resti umani di bambini, donne e anziani erano stati sepolti dopo le esecuzioni di massa in grandi fosse comuni scoperte in Bielorussia. Li uccisero le Ss tedesche anche con l'aiuto di collaborazionisti locali tra il '40 e il '42
Il conte di Moriana morì avvelenato?
Il conte di Moriana morì avvelenato?
Dopo 200 anni i medici legali effettueranno l'analisi del capello per individuare eventuali tracce di veleno. L'esame dei resti ritrovati nel Duomo di Sassari
Lucusta, la killer dell’impero romano
Lucusta, la killer dell’impero romano
Arrivata giovane dalla Gallia dove aveva imparato dai sacerdoti druidi le proprietà delle erbe, nella Roma del I secolo dopo Cristo uccise con il veleno decine di persone. Nerone e sua madre Agrippina furono i suoi migliori clienti
Donne di carattere, tra Medioevo e Rinascimento
Donne di carattere, tra Medioevo e Rinascimento
Chiara, Iolanda, Margherita, Anna Maria e Carlotta hanno in comune tra loro l’11 agosto e in periodi difficili per il sesso femminile hanno dimostrato di avere coraggio per difendere (anche davanti ai potenti) interessi, figli, idee
Popolo di beate, anarchici e ingegneri…
Popolo di beate, anarchici e ingegneri…
L’8 agosto nel nome di chi aiuta le persone in difficoltà: da un istituto religioso alla legge Bacchelli, attraverso la tentata rivolta di un rivoluzionario russo. Sullo sfondo un mulino su un fiume e quello su un canale
Louella ed Hedda: vetriolo a Hollywood
Louella ed Hedda: vetriolo a Hollywood
Due giornaliste dagli stili molto differenti hanno raccontato per anni ogni tipo di pettegolezzo e cattiveria sui divi del cinema americano. Anche nascondendo alla opinione pubblica omicidi e morti imbarazzanti