Bimba uccisa dalla polizia, esplode la protesta a Rio

| La piccola, 8 anni, è stata colpita da un proiettile esploso dalla polizia: centinaia di persone in piazza per protestare contro i provvedimenti sulla sicurezza voluti da governatore

+ Miei preferiti
Ormai da diversi mesi, la poverissima e malfamata favela “Complexo Alemão” è una delle peggiori polveriere di Rio de Janeiro: una guerra fra gang che miete una media di 10 morti a settimana, in cui nel tentativo di riportare la pace si è messa di mezzo la polizia con blitz improvvisi e violenti, con il risultato di rendere la zona incandescente. Venerdì notte il copione si è ripetuto: gli agenti circondano la zona e fanno irruzione in alcune abitazioni che si sospetta possano essere basi delle gang. Ne nasce un conflitto a fuoco: secondo i quotidiani locali si contano almeno 70 colpi di pistola. Ma è la storia di uno di questi, ad aver cambiato tutto.

È il proiettile che ha colpito Ágatha Félix, 8 anni, una bimba che viaggiava sul furgone della nonna, uccisa sul colpo da un proiettile vagante esploso dalla “UPP Fazedihma”, una squadra speciale di polizia che tentava di reagire ad un agguato. Il proiettile, secondo quanto riportano i media locali, sarebbe rimbalzato una moto che gli agenti tentavano di bloccare. Una tragica fatalità, che però ha fatto esplodere una protesta che prima è rimbalzata sui social, finendo poco dopo sulle strade di Rio. Centinaia di persone si radunano sul luogo della sparatoria con cartelli che accusano i metodi della polizia, mentre gli agenti in tenuta antisommossa si schierano per evitare che la violenza esploda in altra violenza. Sotto accusa finiscono le nuove norme volute dal governatore di Rio, Wilson Witzel, che secondo la gente continua a non commentare in alcun modo la morte della piccola Ágatha: ancora più a destra del presidente Bolsonaro, che ha già annunciato di voler sfidare alle presidenziale del 2022, è stato lui a volere un inasprimento della lotta alle gang con l’uso di tiratori scelti sugli elicotteri. 

Ágatha Félix non è l’unica vittima di quella notte, a rimetterci la vita anche due agenti di polizia, morti in ospedale per le troppe ferite.

Galleria fotografica
Bimba uccisa dalla polizia, esplode la protesta a Rio - immagine 1
Bimba uccisa dalla polizia, esplode la protesta a Rio - immagine 2
Sudamerica
La “mattanza” della polizia di Rio de Janeiro
La “mattanza” della polizia di Rio de Janeiro
Il governatore Witzel, su preciso mandato del presidente Bolsonaro, ha dichiarato guerra alle favelas: 1.810 persone uccise lo scorso anno
USA: estradato il tesoriere di El Chapo
USA: estradato il tesoriere di El Chapo
Era conosciuto come il signore dei tunnel: ne aveva scavato due che da Tijuana sbucavano direttamente negli Stati Uniti, da cui per anni sono passati quintali di droga
Fuga di massa da un carcere in Paraguay
Fuga di massa da un carcere in Paraguay
Mancano all’appello 75 membri di una gang “molto pericolosa” fuggiti da una prigione paraguaiana. Il Paese in massima allerta
Bolsonaro vuole educare i giovani all’astinenza sessuale
Bolsonaro vuole educare i giovani all’astinenza sessuale
Per contrastare le gravidanze fra gli adolescenti, il presidente brasiliano ha sposato le tesi di un gruppo cristiano evangelico. Sgomento di pediatri e specialisti: “Come tornare indietro di 40 anni”
Panama, setta satanica fa una strage
Panama, setta satanica fa una strage
In una fossa comune la polizia ha rinvenuto i corpi di 7 persone: altre 14 erano tenute prigioniere e pronte ad essere sacrificate se non si fossero “pentite dei loro peccati”
Haiti, l’anticamera dell’inferno
Haiti, l’anticamera dell’inferno
Dieci anni fa un violento terremoto ha devastato l’isola caraibica, ma finita l’emergenza sono andati via quasi tutti, lasciando il Paese in preda alla corruzione, al degrado, alla povertà e a proteste sempre più violente
Sequestro record di cocaina in Uruguay
Sequestro record di cocaina in Uruguay
Un container risultato sospetto nascondeva 4,4 tonnellate di cocaina: se i controlli su altri tre daranno lo stesso risultato, sarà uno dei più devastanti colpi inferti ai cartelli della droga
Il lato debole di Hulk
Il lato debole di Hulk
Le vicende amorose del campione brasiliano tengono banco nei gossip di tutto il mondo: ha mollato la compagna per fidanzarsi con la nipote di lei, molto più giovane
Argentina, suicida un prete pedofilo
Argentina, suicida un prete pedofilo
Per padre Eduardo Lorenzo stavano per aprirsi le porte della galera, e lui ha scelto di farla finita. Diversi suoi ex allievi lo accusavano di violenza carnale
Argentina, condannati due preti pedofili
Argentina, condannati due preti pedofili
Il sacerdote italiano Nicola Corradi e l’argentino Horacio Corbacho condannati a oltre 40 di galera per aver abusato di bambini audiolesi all’interno di un istituto con sede a Verona. Condannato anche il giardiniere dell’istituto