"Addio a Fernando Alberto Alban
assassinato dalla Sebin"

| Una grande folla ai funerali dell'esponente di Primera Justicia "caduto" dalla finestra al decimo piano della prigione della Sebin. Gli attivisti accusano la polizia di Maduro e chiedono giustizia. Corteo per le strade di Caracas

+ Miei preferiti

L’amministrazione Usa non ha dubbi: Maduro ha un ruolo nella tragica morte dell’esponente politico dell’opposizione, “defenestrato” dal decimo piano della prigione della polizia speciale, la Sebin. E ieri l’ultimo saluto a Fernando Alberto Albán, avvolto dalla bandiera del Venezuela e quella del suo partito Primero Justicia, ha ricevuto la benedizione del cardinale Jorge Urosa Savino, incaricato di officiare la messa in onore di questo illustre e devoto cittadino di San Francesco d'Assisi che ha dedicato la sua vita al Venezuela, raccontano i cronisti di "El Universal". 

Tra applausi, canti religiosi e lacrime, i leader politici, le famiglie, gli avvocati e la gente comune che lo ha accompagnato nella sua carriera di consigliere hanno partecipato ai funerali di un uomo profondamente stimato non solo nel Parlamento. Monsignor Urosa Savino ha chiesto pace per il Venezuela, la consolazione dei parenti di Albán e l'unione di tutti i venezuelani. "È importante che con la morte di Fernando Albán ci sentiamo più impegnati a lottare in difesa dei diritti umani di tutti i venezuelani - ha esortato il cardinale - uniamoci e impegnamoci a lavorare per un Venezuela migliore".

Fernando Alberto Albán, morto sotto la custodia della polizia politica dello Stato, era stato arrestato lo scorso 5 ottobre all'aeroporto internazionale Maiquetía mentre tornava in Venezuela dagli Stati Uniti. Le autorità lo accusano di essere presumibilmente implicato nell’attentato al presidente Maduro. Tre giorni dopo il suo arresto, il Procuratore Costituente, Tarek William Saab, ha annunciato che il consigliere si è suicidato lanciandosi dal decimo piano del Sebin. Poi il ministro Nestor Reverol, definito il “cane da guardia” di Maduro, ha raccontato un’altra storia, il “lancio” non sarebbe avvenuto dalla finestra del bagno ma da una sala d’attesa. Durante l'omelia, monsignor Urosa Savino ha ribadito la richiesta della Chiesa cattolica e di tutto il Paese: "Un'indagine imparziale e approfondita sulle cause della morte di Fernando Albán, affinché in caso di violenza ingiusta e criminale punisca i responsabili". Gli attivisti di Primero Justicia scandivano slogan, mentre qualcuno confiadava "Sono certo che il consigliere è stato 'assassinato', mentre si trovava nelle mani del regime di Nicolás Maduro”. Un lungo applauso, dopo che Urosa Savino, conclusa l’omelia, si è avvicinato alla bara per rivolgere la sua ultima preghiera. 

La bara con i resti mortali di Fernando Albán ha lasciato la cappella dell'Università Centrale del Venezuela (UCV) per un corteo nelle strade di Caracas, accompagnato dal popolo, dai sostenitori di PJ, dai deputati, dai leader politici di tutti i partiti e dalle loro famiglie. La bandiera venezuelana sorretta dai deputati, "alla cui fedeltà Fernando Albán ha dedicato la sua carriera politica, nelle fila di Primero Justicia”, scrive El Universal, e ora ha donato anche la sua vita. Il carro funebre, seguito dal corteo ha raggiunto il Cimitero dell'Est, dove il consigliere è stato sepolto.

Sudamerica
Maduro vende l'oro del suo popolo
Maduro vende l
Il regime aggira le sanzioni e vende a Turchia ed Emirati Arabi oro per 570 milioni di dollari che finiranno inceneriti, come gli altri, sull'altare della più spaventosa crisi economica di tutti i tempi. Risorse sottratte alla comunità
Guaidò libera l'ex 007 dai domiciliari
Guaidò libera l
L'ex dirigente dell'Intelligence Ivan Simonovis è stato liberato dai domiciliari su ordine di Guaidò poco prima di essere arrestato, ma ora gli sgherri di Maduro hanno occupato la sua casa. E' in un rifugio sicuro
DESAPARECIDO
Gli sgherri di Maduro avrebbero fermato ex dirigente dei Servizi Segreti
DESAPARECIDO<br>Gli sgherri di Maduro avrebbero fermato ex dirigente dei Servizi Segreti
La moglie di Ivan Simonovis, storico oppositore del regime, denuncia con un tweet la sua scomparsa. Arrestato nel 2009, detenuto 5 anni in carcere, era stato rilasciato per le sue condizioni di salute. Sebin invade la casa
La supervilla di Maduro, un mistero
La supervilla di Maduro, un mistero
L'avrebbe acquistata per 18 milioni di dollari a Punta Cana, Repubblica Domenicana attraverso un mediatore. La moglie Cilia Flores in fuga nel rifugio dorato dopo gli scontri? Scoop di un giornalista peruviano. Presidente nega
La flotta sottomarina dei narcos
La flotta sottomarina dei narcos
Sempre di più, i cartelli sudamericani della droga utilizzano piccoli mezzi subacquei realizzati in cantieri clandestini. Ma le loro capacità tecnologiche si stanno affinando sempre di più
"Non sarò un trofeo della Narco-Dittatura"
"Non sarò un trofeo della Narco-Dittatura"
Un terzo parlamentare, privo di immunità, è stato accolto dall'ambasciata italiana a Caracas. Si tratta di Amèrico De Grazia. L'Italia ha già offerto a rifugio a Mariela Maganellas
dagli sgherri di Maduro, mitra in pugno'>ARRESTATO IL VICE DI GUAIDO'
dagli sgherri di Maduro, mitra in pugno
ARRESTATO IL VICE DI GUAIDOdagli sgherri di Maduro, mitra in pugno' class='article_img2'>
L'auto di Edgar Zambrano, privato dall'immunità con altri 10 parlamentari, caricata su un'auto-gru e trasferita nel famigerato Helicoide. Gli USA: "Subito il rilascio, Maduro direttamente responsabile"
Rivolta in un carcere in Guatemala: 7 morti
Rivolta in un carcere in Guatemala: 7 morti
La sommossa sventata da un ingente spiegamento di militari: il carcere è noto per l’eccessivo sovraffollamento
ATTACCO FINALE
ai fedeli dell''intoccabile' Guaidò
ATTACCO FINALE<br>ai fedeli dell
Il presidente ad interim continua nelle sue iniziative ma il regime non interviene. Lo fa però con i suoi collaboratori. Tolta l'immunità a 7 parlamentari. Una deputata accolta dall'ambasciata italiana. Maduro teme gli USA
Ex Miss Uruguay trovata morta
Ex Miss Uruguay trovata morta
Fatimih Dávila Sosa, 31 anni, è stata trovata impiccata nella doccia del bagno di un hotel: sul caso la polizia segue tre piste diverse che vanno dal suicidio all’omicidio commissionato da un giro di escort di lusso