ARRESTATO IL VICE DI GUAIDO'
dagli sgherri di Maduro, mitra in pugno

| L'auto di Edgar Zambrano, privato dall'immunità con altri 10 parlamentari, caricata su un'auto-gru e trasferita nel famigerato Helicoide. Gli USA: "Subito il rilascio, Maduro direttamente responsabile"

+ Miei preferiti

MARIA LOPEZ

@edgarzambranoad

 Avvertiamo tutta la gente del Venezuela che in questo momento 6:35pm siamo circondati dal SEBIN, all'interno del nostro veicolo dell'Azione Democratica in Florida.

 

Con questo tweet, alle 18:35 circa di ieri, il primo vicepresidente dell'Assemblea Nazionale, Edgar Zambrano, ha denunciato di essere circondato da funzionari del Servizio Nazionale Bolivariano di Intelligence (Sebin), mitra in pugno e volto coperto dai passamontagna. La denuncia è stata fatta attraverso il social network Twitter, dove ha anche confermato che si era rifiutato di scendere  dal veicolo, nonostante la minaccia delle armi.

L'informazione è stata diffusa anche dal deputato dell'Assemblea Nazionale Henry Ramos Allup, che ha detto che i funzionari che circondano l'auto di Zambrano impugnavano "fucili mitragliatori”. Poco dopo, il ministro di Maduro, Diosdado Cabello, ha confermato l'arresto nel suo programma Con el Mazo Dando, e ha assicurato che al momento del suo arresto Zambrano aveva quasi 9.000 dollari in suo possesso. D'altra parte, era noto che l'operazione di arresto del deputato Edgar Zambrano era guidata dal generale di brigata Eduardo Serrano Díaz e l'ordine è stato eseguito dal commissario di Sebin ed ex funzionario della polizia nazionale bolivariana (PNB) John Chávez.

E alla fine, l’ultimo tweet

 

Edgar Zambrano



@edgarzambranoad

 Siamo rimasti sorpresi dalla SEBIN, quando hanno rifiutato di farci uscire dal nostro veicolo, hanno usato una gru per portarci direttamente all'Helicoide. Noi democratici ci alziamo e combattiamo.

 

Ieri ISM aveva spiegato la tattica di Maduro e dei suoi sgherri in divisa: visto che è impossibile, per ora, colpire il presidente ad interim Juan Guaidò, la repressione si concentra sui suoi più stretti collaboratori. Così, dopo aver tolto l’immunità parlamentare (un gesto illegittimo, persino secondo il governo italiano), è iniziata la caccia all’uomo. Zambrano era a bordo della sua auto quando gli agenti della polizia politica lo hanno fermato e circondato. Lui s’è rifiutato di scendere dall’auto e la Sevib, con un’auto-gru, ha trasferito l’auto all’interno della famigerata caserma della Sebin, nel complesso dell’Helicoide,  dove mesi fa è morto “suicida” un altro esponente dell’opposizione, Francisco Alban, misteriosamente caduto da una finestra al decimo piano dell’edificio.

Gli Stati Uniti hanno definito “arbitraria “la detenzione di Zambrano. Il Dipartimento di Stato ha indicato che se non ci sarà rilascio immediato del parlamentare, ci saranno “gravi conseguenze. Nicolás Maduro e i suoi complici sono responsabili dell'integrità fisica del parlamentare. La detenzione arbitraria del membro del Congresso Edgar Zambrano da parte delle oppressive forze di sicurezza di Maduro in Venezuela è illegale e ingiustificabile. Maduro e i suoi complici sono direttamente responsabili della sicurezza di Zambrano”, ammonisce il Dipartimento di Stato.

 

Sudamerica
Brasile, una catastrofe umanitaria
Brasile, una catastrofe umanitaria
Mentre cresce il numero di chi vorrebbe processare Bolsonaro per genocidio, un tribunale autorizza una commissione che accerti le responsabilità, le lacune e la mancanze del governo
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Le Nazioni Unite ammoniscono: “Andate incontro a una catastrofe”. Ma dalla prossima settimana, malgrado numeri drammatici, il Paese inizia a riaprire. L’unico sindaco che ci ha provato, è stato minacciato di morte
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Di fronte ai numeri record di contagi e decessi del Paese, il presidente brasiliano si dice convinto che sia in atto una congiura contro di lui
L’eredità di Maradona
L’eredità di Maradona
Un giudice ha stabilito che le fortune di D10s, distribuite in mezzo mondo, vanno ai cinque figli legittimi, ma altri 4 sono pronti a dare battaglia
Perù, lo scandalo dei vaccini
Perù, lo scandalo dei vaccini
Centinaia di funzionari politici vaccinati insieme alle loro famiglie alla faccia della popolazione. Non è che l’ultimo abuso di una classe politica indegna, che da decenni approfitta del potere per scopi personali e corruzioni
«Il ciccione sta morendo»
«Il ciccione sta morendo»
L’audio shock, ripreso da un messaggio vocale, complica la posizione di Leopoldo Luque, neurochirurgo di Maradona. Una commissione medica farà chiarezza sulle cure, l’assistenza e i farmaci prescritti al grande campione argentino
Francisco, l’ambientalista di 11 anni minacciato di morte
Francisco, l’ambientalista di 11 anni minacciato di morte
Malgrado la giovane età, in Colombia è diventato un personaggio noto e seguitissimo, una sorta di emulo di Grte Thunberg. Oltre a difendere l’ambiente scagliandosi contro il potere, si batte per i diritti dei più giovani
Il presidente dell’Honduras accusato di narcotraffico
Il presidente dell’Honduras accusato di narcotraffico
Secondo i procuratori americani il presidente del paese sudamericano avrebbe offerto aiuto e supporto logistico ad un narcotrafficante in cambio di tangenti
Maduro trionfa alla farsa delle elezioni
Maduro trionfa alla farsa delle elezioni
La vera vittoria è del partito dell’astensionismo, vicino al 70%: il leader dell’opposizione Guaidò annuncia un referendum e gli Stati Uniti accusano il presidente di frode
Brasile, il fenomeno delle «rapine da film»
Brasile, il fenomeno delle «rapine da film»
Nel giro di poche ore, due filiali del “Banco do Brasil” di Criciúma e Cametá, città a 3.500 km di distanza, sono state prese d’assalto da bande organizzate in modo paramilitare