Brasile, 4 stupri ogni ora

| Sono i drammatici risultati di un rapporto pubblicato da un’organizzazione non governativa. Preoccupa la posizione di Bolsonaro, presidente dalle posizioni misogine

+ Miei preferiti
Ogni ora, in Brasile, quattro ragazze sotto i 13 anni vengono stuprate. Sono due dei risultati di uno studio divulgato martedì dall’organizzazione non governativa brasiliana “Forum of Public Security”, che ha acceso i riflettori sul preoccupante aumento della violenza contro le donne.

Il Brasile - che ospita oltre 200 milioni di persone - è considerato tra i luoghi più pericolosi al mondo per essere donna. Il rapporto ha appurato che lo scorso anno i femminicidi sono aumentati del 4% rispetto a quello precedente, anche se il tasso di omicidi nazionali è sceso del 10,8%. Nell’88% dei casi, l’autore del reato era il partner o l’ex.

Secondo lo studio, basato su dati governativi, oltre 263.000 donne hanno subito gravi lesioni per mano del loro partner. Il paese ha anche assistito anche al maggior numero di stupri mai segnalato, e per quasi il 54% dei casi, le vittime erano ragazze al di sotto dei 13 anni.

La violenza contro le donne è un problema che il Brasile sta affrontando da tempo: “Il Brasile è uno dei luoghi più pericolosi al mondo per essere donne - ha dichiarato martedì scorso al quotidiano brasiliano Globo’s Jornal Nacional il procuratore generale Valeria Scarance - i il posto più pericoloso per una donna è casa sua”.

Secondo l’organizzazione non governativa “Human Rights Watch”, la violenza domestica è drammaticamente diffusa e non si sta facendo abbastanza: ogni anno, migliaia di casi non sono oggetto di indagini e nel 2017, ben 23 case accoglienza per le vittime di violenza domestica sono state chiuse a causa di tagli al bilancio.

Il giudice federale Ben-Hur Viza ha dichiarato che la violenza domestica persiste perché rimane culturalmente accettabile: “È qualcosa che accade dietro le mura, dentro il chiuso delle case”. E alcuni temono che la situazione possa solo peggiorare con la presenza il presidente di estrema destra come Jair Bolsonaro, che più volte è stato criticato per commenti apertamente misogini: ad una deputata ha detto che non meritava di essere stuprata perché “molto brutta”.

Galleria fotografica
Brasile, 4 stupri ogni ora - immagine 1
Brasile, 4 stupri ogni ora - immagine 2
Sudamerica
Ordine di cattura per Evo Morales
Ordine di cattura per Evo Morales
Il presidente boliviano, in carica da 13 anni, costretto alle dimissioni da pressioni interne e internazionali. L’annuncio che la polizia lo cerca per arrestarlo
Messico: strage di Mormoni
Messico: strage di Mormoni
Tre donne e sei bambini crivellati di colpi e bruciati all’interno delle auto su cui viaggiavano al confine con gli Stati Uniti: erano diretti ad un matrimonio
Messico: punito il sindaco dalle promesse facili
Messico: punito il sindaco dalle promesse facili
Durante la campagna elettorale, Jorge Luis Escandón Hernández aveva promesso nuove strade e investimenti, ma una volta eletto non ha fatto nulla. La folla lo ha prelevato dal suo ufficio, legato ad un pick up e trascinato per le strade
El Mencho, il nuovo signore della droga messicana
El Mencho, il nuovo signore della droga messicana
Dieci milioni di dollari di taglia a chi permetterà di catturare l’erede naturale di El Chapo. Un ex poliziotto che ha creato un impero con diramazioni in tutto il mondo
Messico, 2 morti sulle montagne russe
Messico, 2 morti sulle montagne russe
Un vagone della popolare Quimera è deragliato: l’attrazione del più noto parco di divertimenti di Città del Messico è stata messa sotto sequestro in attesa dei rilievi tecnici
Il mistero dei 43 studenti di Ayotzinapa
Il mistero dei 43 studenti di Ayotzinapa
Sono stati sequestrati cinque anni fa dalla polizia che voleva fermare tre autobus diretti a Città del Messico. Di loro non si sa più nulla, e le commissioni governative sono accusate di indagini lente e malfatte
Bimba uccisa dalla polizia, esplode la protesta a Rio
Bimba uccisa dalla polizia, esplode la protesta a Rio
La piccola, 8 anni, è stata colpita da un proiettile esploso dalla polizia: centinaia di persone in piazza per protestare contro i provvedimenti sulla sicurezza voluti da governatore
Le vedove nere dei cartelli messicani
Le vedove nere dei cartelli messicani
Come il celebre ragno predatore sono belle, spietate, crudeli e assetate di sangue. C’è una nuova generazione di donne giovani che spinte dalla povertà, guidano organizzazioni criminali con polso fermo, in un mix di sesso, sangue e violenza
Muore la Kardashian di Sinaloa
Muore la Kardashian di Sinaloa
Claudia Ochoa Felix, 34enne messicana, era considerata una delle più spietate e potenti boss del narcotraffico messicano. È stata tradita da un’overdose fatale
Brasile: trovato morto l’italiano scomparso
Brasile: trovato morto l’italiano scomparso
Il corpo carbonizzato di Luca Romania è stato ritrovato il giorno successivo alla scomparsa, il 24 agosto. Viveva da quasi vent’anni in Brasile