Caracas di nuovo al buio, per Maduro è 'un complotto'

| Ma intanto caccia i ministri dell'Elettricità. Opposizione accusa: "Governo allo sfascio, non c'è manutenzione". A marzo stesso copione

+ Miei preferiti

Nuovo blackout. Nuovo complotto. Maduro dà la colpa all’opposizione se milioni di venezuelani sono vittime di un gigantesco balck out. La manutenzione degli impianti non esiste più, lo stillicidio delle interruzioni e quantodiano ma tant’è. E’ sempre colpa di qualcun altro. Nelle prime ore del mattino sono state segnalate interruzioni di corrente in Candelaria, Fuerzas Armadas Avenue, San Bernardino e Bello Monte, così come nelle zone di José Félix Ribas, Araguaney, El Aguacatico, El Esfuerzo, La Agricultura, Mirador del Este e 5 de Julio a Petare. La metropolitana di Caracas ha riferito che a causa di un'interruzione dell'alimentazione elettrica, le linee 1, 2 e 3 sono ferme.

Finora, quest'anno, questa è la quinta interruzione generale dell'alimentazione elettrica. Il primo si è verificato il 7 marzo ed è durato fino al 12 marzo, poi c'è stato un altro fallimento alla fine dello stesso mese. L'altro blackout è stato il 18 giugno e il quarto tra il 14 e il 15 luglio. Da marzo altri stati, Zulia, Táchira e Falcón, hanno avuto guasti ricorrenti nel servizio.

"Provo indignazione. Le correzioni necessarie non sono state effettuate ed è più o meno la stessa cosa", ha detto Eurimar Güere, 36 anni, all'agenzia di stampa AFP dopo aver lasciato il suo ufficio a Caracas orientale.

 

Ai primi di marzo, un gigantesco blackout aveva paralizzato per una settimana Caracas e il resto dei 23 stati venezuelani, causando gravi carenze nei servizi idrici e di telecomunicazione e costringendo la sospensione dei lavori e delle classi. Anche l'assistenza ospedaliera è stata colpita da quell'incidente e da un altro che è stato registrato giorni dopo. L'opposizione ha poi denunciato una ventina di decessi dovuti a problemi di assistenza medica.

Con il blackout di questo lunedì, i semafori erano fuori servizio a Caracas, che ha generato grandi ingorghi, mentre fiumi di persone camminavano sui marciapiedi prima della chiusura delle stazioni della nevralgica metropolitana.

 

Le interruzioni sono comuni in Venezuela, specialmente nella parte occidentale del paese. Il governo denuncia il sabotaggio, mentre l'opposizione e gli specialisti lo accusano per la mancanza di investimenti nelle infrastrutture, l'inesperienza e la corruzione nel bel mezzo di una grave crisi economica. I negozi chiusi erano una scena comune nel tardo pomeriggio di lunedì pomeriggio, in quanto la mancanza di energia elettrica impedisce l'uso di punti per i pagamenti con carta di debito e di credito.

Sabotaggio o no, Maduro ha licenziato il ministro dell'elettricità Luis Motta Domínguez nel mese di marzo. È stato sostituito in aprile da Igor Gavidia, che è durato poco tempo, poiché il presidente ha nominato a giugno un nuovo responsabile del portafoglio, Freddy Brito. Saranno loro i “sabotatori”.

 
Sudamerica
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
José Antonio Yépez Ortiz, “El Marro”, era da tempo sotto i riflettori delle forze di sicurezza messicane: nello stato di Guanajuato, dove agisce il suo cartello, si sono registrati quasi 1700 omicidi dall’inizio dell’anno
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
Il presidente accusato di aver esposto a possibile contagio i giornalisti durante la conferenza stampa in cui ha rivelato di aver contratto il virus
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Il presidente del Paese in cui è attivo il secondo focolaio più esteso e preoccupante del mondo ha deciso di nascondere i dati di contagi e decessi annunciando un misterioso nuovo metodo di conteggi
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Polemiche e rabbia per la sentenza di un tribunale che di fatto scagiona tre giovani, figli di famiglie influenti, dello stupro di una 16enne, considerato “atto di sollievo”
El Salvador, l’irresistibile ascesa di Nayib Bukele
El Salvador, l’irresistibile ascesa di Nayib Bukele
Molti lo considerano un salvatore, altri un giovane rampante che studia da leader senza scrupoli. Il presidente millenials sta usando la pandemia per sfidare il Congresso
Il Messico è sotto assedio, ma non dal virus
Il Messico è sotto assedio, ma non dal virus
La nazione centramericana è l’unica al mondo in cui i morti per coronavirus sono meno di quelli provocati dalla malavita: feroci guerre tra i cartelli provocano centinaia di morti. E intanto, in uno zoo è nato un raro tigrotto
Panama, per contenere la pandemia si dividono i sessi
Panama, per contenere la pandemia si dividono i sessi
La troppa gente in giro malgrado le restrizioni, ha convinto il governo a varare inedite misure sessiste: separare la settimana per uomini e donne
Venezuela: verso un accordo Trump-Maduro?
Venezuela: verso un accordo Trump-Maduro?
Dopo aver cercato per anni, senza successo, di destabilizzare il governo del Paese sudamericano, gli Stati Uniti adottano una strategia diversa: coinvolgere il partito del presidente invitandolo a creare un governo transitorio
Gli USA: Maduro è un narcotrafficante
Gli USA: Maduro è un narcotrafficante
Un mandato di cattura per traffico di sostanze stupefacenti e terrorismo, accompagnato da una taglia di 15 milioni di dollari per la cattura. Gli Stati Uniti alzano il tiro contro il leader chavista odiato dal popolo
Bolsonaro: in Italia tanti morti perché è un paese di vecchi
Bolsonaro: in Italia tanti morti perché è un paese di vecchi
Dal presidente brasiliano una sprezzante e leggera visione della crisi che attanaglia il nostro Paese. In Brasile cresce la protesta contro quello Bolsonaro che ha definito “semplice isterismo”