Dilapida i soldi delle donazioni per le cure del figlio

| Il Brasile sconvolto dal gesto di un padre che ha svuotato i conti correnti su cui confluiva il denaro necessario a pagare le costosissime cure del figlio di 19 mesi, affetto da una malattia rara

+ Miei preferiti
Joao Miguel Alves ha 19 mesi ed è costretto in un letto d’ospedale per una rara malattia neuromuscolare degenerativa che i medici stanno tentando di curare con una cura costosissima, non disponibile nel sistema sanitario nazionale del Brasile. Si tratta dello “Spinraza” – conosciuto anche come “Nusinersen” - l’unico farmaco che attualmente ha dimostrato di essere efficace contro il male del piccolo Joao. Perché il bimbo possa affrontare i sei cicli di cura, da somministrare vicino al midollo spinale, la famiglia è riuscita a fare leva su amici, conoscenti e appelli crowdfunding per raccogliere attraverso donazioni migliaia di Real, la moneta brasiliana.

Una cifra che ha fatto gola a Mateus Alves, 37 anni, disoccupato, il papà di Joao Miguel, che non ha esitato a svuotare il conto corrente per concedersi qualche settimana da nababbo. È stato arrestato dalla polizia sulla spiaggia di Salvador, dopo un mese di bagordi in cui ha dilapidato la somma – per sua stessa ammissione – in alcol, droga e prostitute. Secondo gli inquirenti, Mateus meditava di aprire un bordello con l’aiuto di una donna accusata di complicità: 50mila reais (circa 12mila euro) li ha immolati per diventare comproprietario di un locale, occupandosi di portare a Salvador delle donne reclutate a Belo Horizonte. Nella suite del lussuoso hotel in cui soggiornava, la polizia ha trovato abiti firmati, orologi preziosi, droga e denaro contante.

A sporgere denuncia è stata la moglie Karine, che ha trovato totalmente vuoti quattro conti di risparmio aperti per gestire i proventi delle donazioni.

Galleria fotografica
Dilapida i soldi delle donazioni per le cure del figlio - immagine 1
Sudamerica
La curiosa vicenda dell’aereo presidenziale messicano
La curiosa vicenda dell’aereo presidenziale messicano
Acquistato nel 2012 dall’ex presidente Calderón, disfarsene è diventata la promessa elettorale di Enrique Peña Nieto, che però non è mai riuscito a venderlo. Motivo sufficiente per trasformarlo nel primo premio della lotteria nazionale
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
José Antonio Yépez Ortiz, “El Marro”, era da tempo sotto i riflettori delle forze di sicurezza messicane: nello stato di Guanajuato, dove agisce il suo cartello, si sono registrati quasi 1700 omicidi dall’inizio dell’anno
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
Il presidente accusato di aver esposto a possibile contagio i giornalisti durante la conferenza stampa in cui ha rivelato di aver contratto il virus
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Il presidente del Paese in cui è attivo il secondo focolaio più esteso e preoccupante del mondo ha deciso di nascondere i dati di contagi e decessi annunciando un misterioso nuovo metodo di conteggi
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Polemiche e rabbia per la sentenza di un tribunale che di fatto scagiona tre giovani, figli di famiglie influenti, dello stupro di una 16enne, considerato “atto di sollievo”
El Salvador, l’irresistibile ascesa di Nayib Bukele
El Salvador, l’irresistibile ascesa di Nayib Bukele
Molti lo considerano un salvatore, altri un giovane rampante che studia da leader senza scrupoli. Il presidente millenials sta usando la pandemia per sfidare il Congresso
Il Messico è sotto assedio, ma non dal virus
Il Messico è sotto assedio, ma non dal virus
La nazione centramericana è l’unica al mondo in cui i morti per coronavirus sono meno di quelli provocati dalla malavita: feroci guerre tra i cartelli provocano centinaia di morti. E intanto, in uno zoo è nato un raro tigrotto
Panama, per contenere la pandemia si dividono i sessi
Panama, per contenere la pandemia si dividono i sessi
La troppa gente in giro malgrado le restrizioni, ha convinto il governo a varare inedite misure sessiste: separare la settimana per uomini e donne
Venezuela: verso un accordo Trump-Maduro?
Venezuela: verso un accordo Trump-Maduro?
Dopo aver cercato per anni, senza successo, di destabilizzare il governo del Paese sudamericano, gli Stati Uniti adottano una strategia diversa: coinvolgere il partito del presidente invitandolo a creare un governo transitorio
Gli USA: Maduro è un narcotrafficante
Gli USA: Maduro è un narcotrafficante
Un mandato di cattura per traffico di sostanze stupefacenti e terrorismo, accompagnato da una taglia di 15 milioni di dollari per la cattura. Gli Stati Uniti alzano il tiro contro il leader chavista odiato dal popolo