Ergastoli in arrivo per El Chapo

| Ultime battute nel processo a New York contro il capo del cartello di Sinaloa. Venerdì la sentenza. E' accusato di una serie di omicidi, traffico internazionale di droga, corruzione. Rischia secoli di carcere

+ Miei preferiti

Ultima udienza, al centro ora c'è la difesa del signore assoluto della droga messicano Joaquín "El Chapo" Guzmán e sul banco degli imputati sfila solo un agente dell’FBI. In quelle precedenti s’è assistito allo show dei testi dell’accusa che hanno descritto il boss mentre uccideva personalmente i suoi nemici dei cartelli avversari. In un caso bruciò viva una “spia”, contemplandone soddisfatto l’agonia. Poi torture inenarrabili, uccisioni. Insomma, tutto il repertorio dei Narcos di ogni latitudine. Durante i suoi 15 minuti di testimonianza, l'agente dell'FBI Paul Roberts ha discusso gli appunti che ha preso durante l'interrogatorio di un informatore nel caso contro Guzmán, mentre la clausola prevedeva la testimonianza di un altro informatore; ha detto agli investigatori che Guzmán era in debito di 20 milioni di dollari con i suoi soci ed era abbastanza preoccupato. Oggi si chiude. Il giudice distrettuale statunitense Brian Cogan ha inviato i giurati a casa dopo la testimonianza di martedì e ha chiesto loro di determinare se possono organizzare i loro programmi per iniziare a discutere quale sarà il verdetto. La difesa dovrebbe completare le arringhe giovedì mattina, e la giuria dovrebbe ricevere le sue istruzioni di deliberazione più tardi quel giorno. Guzmán deve affrontare una serie di accuse, tra cui il traffico internazionale di droga, la cospirazione di rivali assassini, l'accusa di armi e il riciclaggio di denaro sporco. E una serie di delitti. Rischia più ergastoli e secoli di carcere.

I suoi avvocati hanno chiesto alla corte lunedì di includere nelle istruzioni della giuria che la "prova del governo al massimo stabilisce l'esistenza di diverse cospirazioni separate e indipendenti" piuttosto che di una sola. I pubblici ministeri hanno risposto che non vi è alcuna base per accuse multiple di cospirazione. "L'imputato ha avuto numerosi complici, che sono cambiati nel tempo, ma l'imputato è rimasto sempre al centro del mentre è salito alla ribalta nel cartello di Sinaloa nel corso della cospirazione".

L'accusa ha anche presentato una lista di 27 obiettivi della presunta accusa per omicidio.Tra le vittime informatori e membri di cartelli della droga rivali.

Il giudice ha concesso un'altra mozione d'accusa per impedire alla difesa di sostenere che Ismael "El Mayo" Zambada - anche lui ritenuto uno dei capi del Cartello di Sinaloa - ha corrotto il governo messicano per concentrarsi su Guzmán. 

La testimonianza di testimoni-collaboratori, forze dell'ordine e altri ancora hanno rivelato dettagli della vita di Guzmán, come il suo nascondersi dalle autorità, la sua paranoia e l'ossessione di monitorare elettronicamente la moglie, le amanti e i soci, e le accuse mosse a sua moglie e ai figli, insieme ad un ex associato del cartello, che hanno coordinato la sua vita da latitante. I giurati hanno ascoltato decine di messaggi e ascoltato telefonate tra Guzmán e i suoi collaboratori in cui lui personalmente discuteva di traffico di droga e persino ordinato esecuzioni.

 
Articoli correlati
Sudamerica
Cartelli in guerra, cadaveri mutilati penzolano dal ponte
Cartelli in guerra, cadaveri mutilati penzolano dal ponte
In Messico oltre 34 mila omicidi all'anno, nei primi sei mesi già 17 mila. Il cartello di Jalisco fa impallidire le gesta del Chapo e di Escobar. Non solo droga, il business oggi è il mercato dell'avocado
Suicida il boss che aveva tentato l’evasione vestendosi da teenager
Suicida il boss che aveva tentato l’evasione vestendosi da teenager
Clauvino da Silva, diventato celebre in modo involontario per aver tentato di evadere vestito da adolescente, è stato ritrovato senza vita nella sua cella
Maduro nella morsa di Trump: embargo totale
Maduro nella morsa di Trump: embargo totale
Da lunedì il regime di Caracas non può più effettuare operazioni commerciali e vendere petrolio, esentati solo gli aiuti umanitari. Colpo finale alla disastrata economia
Dilapida i soldi delle donazioni per le cure del figlio
Dilapida i soldi delle donazioni per le cure del figlio
Il Brasile sconvolto dal gesto di un padre che ha svuotato i conti correnti su cui confluiva il denaro necessario a pagare le costosissime cure del figlio di 19 mesi, affetto da una malattia rara
Brasile: la corsa all’oro minaccia le tribù amazzoniche
Brasile: la corsa all’oro minaccia le tribù amazzoniche
Autorizzati dal presidente Bolsonaro, circa 10mila cercatori d’oro si sono riversati nelle terre degli Yanomami, una pacifica tribù che vive isolata nella foresta
Sommossa in un carcere brasiliano: 52 morti
Sommossa in un carcere brasiliano: 52 morti
Sedici detenuti sarebbero stati decapitati nel corso di una sommossa nel carcere di Altamira. Le associazioni umanitarie accusano di menefreghismo il governo di Bolsonaro
Messico: la schiuma che uccide
Messico: la schiuma che uccide
Una montagna di schiuma bianca, dovuta agli scarichi di detersivi, ha letteralmente ingoiato un uomo di 30 anni. Settimane prima era scomparso nello stesso modo il cane di un residente
Rapina da film in Brasile
Rapina da film in Brasile
In meno di tre minuti e senza sparare un colpo, un commando formato da 8 uomini travestiti da poliziotti ha portato via 750 kg di oro da un hangar dell'aeroporto di San Paolo
Sanità al collasso, così muoiono i bambini del Venezuela
Sanità al collasso, così muoiono i bambini del Venezuela
Mancano farmaci, trapianti di midollo impossibili, black out energetici continui. Muoiono uno dopo l'altro i bambini malati per gravi patologie. Ma in Italia il viceministro grillino De Stefano continua a sostenere il regime di Maduro
Caracas di nuovo al buio, per Maduro è 'un complotto'
Caracas di nuovo al buio, per Maduro è
Ma intanto caccia i ministri dell'Elettricità. Opposizione accusa: "Governo allo sfascio, non c'è manutenzione". A marzo stesso copione