Ex Miss Uruguay trovata morta

| Fatimih Dávila Sosa, 31 anni, è stata trovata impiccata nella doccia del bagno di un hotel: sul caso la polizia segue tre piste diverse che vanno dal suicidio all’omicidio commissionato da un giro di escort di lusso

+ Miei preferiti
Giovedì scorso, un’addetta alle pulizie dell’hotel della Calle Altadena di Città del Messico entra in una stanza convinta che sia vuota: in bagno trova il corpo senza vita di Fatimih Dávila Sosa, 31 anni, ex Miss Uruguay. È stata la polizia a dare la notizia solo in queste ore, aggiungendo che Fatimih è stata ritrovata impiccata alla doccia e che sul caso si stanno seguendo almeno tre piste diverse: la prima per suicidio, la seconda per femminicidio e la terza per un omicidio nell’ambito di un giro di prostituzione Vip.

A gettare un’ombra di mistero sulla morte della modella sarebbero “le condizioni in cui stato trovato il corpo, che suggeriscono una fine violenta”, ha aggiunto un portavoce della polizia. Sarà l’autopsia, il cui esito è atteso nelle prossime ore, a dare le prime risposte: la famiglia attende la restituzione del corpo per poter fissare i funerali.

Fatimih Dávila Sosa era nata a Punta del Este il 1° febbraio del 1988. La sua biografia racconta che aveva iniziato a calcare le passerelle da adolescente, partecipando a diversi concorsi di bellezza che le hanno permesso di concorrere per il titolo di “Miss Universo Uruguay”, vinto nel 2006, appena maggiorenne. Da quel momento, dopo aver partecipato a “Miss Continente Americano”, “Miss Model of the World” e “Reina Sudamericana”, senza però riuscire a superare le fasi preliminari, Fatimih alternava la carriera di modella con quella di attrice, partecipando in ruoli secondari ad alcune serie tv di successo. Un’esperienza che le accende il desiderio di studiare recitazione e la porta a trasferirsi in Cile. 

Qualche tempo dopo il suo nome era finito in un caso di escort di lusso gestito dall’uomo d’affari argentino Leandro Santos: una vicenda nel 2012 raccontata nel libro “Broken dreams: the hidden pilot plot of modelling, football and television”, in cui si racconta nei dettagli la losca figura di uno degli uomini chiave su cui ruotava la vicenda, José Miguel Acosta, meglio conosciuto come “il negro”, una sorta di reclutatore che convinceva giovani ragazze a dedicare un periodo della loro vita alla prostituzione per lanciare le carriere nel mondo dello spettacolo. In un’intercettazione telefonica, Fatimih chiedeva l’opportunità di “entrare in un giro che conta per lanciare la propria carriera”. Una richiesta che ha acceso la fantasia di Leandro Santos e Pablo Betancur, un procuratore calcistico, sicuri di aver messo le mani su una donna che in certi giri può valere oro. Il processo che ha sgominato il racket di escort di lusso si è concluso nel 2012 con la condanna di Santos e Betancur, considerati i responsabili dell’organizzazione.

Fatimih Dávila Sosa era arrivata in città il 23 aprile scorso e su consiglio di un’amica si era sistemata nell’hotel in cui è stata ritrovata morta la mattina del 2 maggio. In uno dei suoi ultimi post, raccontava di aver firmato un contratto di lavoro come modella in Messico.

Galleria fotografica
Ex Miss Uruguay trovata morta - immagine 1
Ex Miss Uruguay trovata morta - immagine 2
Ex Miss Uruguay trovata morta - immagine 3
Ex Miss Uruguay trovata morta - immagine 4
Ex Miss Uruguay trovata morta - immagine 5
Sudamerica
Brasile, una catastrofe umanitaria
Brasile, una catastrofe umanitaria
Mentre cresce il numero di chi vorrebbe processare Bolsonaro per genocidio, un tribunale autorizza una commissione che accerti le responsabilità, le lacune e la mancanze del governo
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Le Nazioni Unite ammoniscono: “Andate incontro a una catastrofe”. Ma dalla prossima settimana, malgrado numeri drammatici, il Paese inizia a riaprire. L’unico sindaco che ci ha provato, è stato minacciato di morte
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Di fronte ai numeri record di contagi e decessi del Paese, il presidente brasiliano si dice convinto che sia in atto una congiura contro di lui
L’eredità di Maradona
L’eredità di Maradona
Un giudice ha stabilito che le fortune di D10s, distribuite in mezzo mondo, vanno ai cinque figli legittimi, ma altri 4 sono pronti a dare battaglia
Perù, lo scandalo dei vaccini
Perù, lo scandalo dei vaccini
Centinaia di funzionari politici vaccinati insieme alle loro famiglie alla faccia della popolazione. Non è che l’ultimo abuso di una classe politica indegna, che da decenni approfitta del potere per scopi personali e corruzioni
«Il ciccione sta morendo»
«Il ciccione sta morendo»
L’audio shock, ripreso da un messaggio vocale, complica la posizione di Leopoldo Luque, neurochirurgo di Maradona. Una commissione medica farà chiarezza sulle cure, l’assistenza e i farmaci prescritti al grande campione argentino
Francisco, l’ambientalista di 11 anni minacciato di morte
Francisco, l’ambientalista di 11 anni minacciato di morte
Malgrado la giovane età, in Colombia è diventato un personaggio noto e seguitissimo, una sorta di emulo di Grte Thunberg. Oltre a difendere l’ambiente scagliandosi contro il potere, si batte per i diritti dei più giovani
Il presidente dell’Honduras accusato di narcotraffico
Il presidente dell’Honduras accusato di narcotraffico
Secondo i procuratori americani il presidente del paese sudamericano avrebbe offerto aiuto e supporto logistico ad un narcotrafficante in cambio di tangenti
Maduro trionfa alla farsa delle elezioni
Maduro trionfa alla farsa delle elezioni
La vera vittoria è del partito dell’astensionismo, vicino al 70%: il leader dell’opposizione Guaidò annuncia un referendum e gli Stati Uniti accusano il presidente di frode
Brasile, il fenomeno delle «rapine da film»
Brasile, il fenomeno delle «rapine da film»
Nel giro di poche ore, due filiali del “Banco do Brasil” di Criciúma e Cametá, città a 3.500 km di distanza, sono state prese d’assalto da bande organizzate in modo paramilitare