Guaidó: io non ho paura

| Mentre Maduro tenta di raccogliere volontari che combattano gli usurpatori, il giovane presidente del Parlamento auspica un cambio di rotta dell’Europa: “Non temo per me, ma che la dittatura sopravviva”

+ Miei preferiti
L’appello di Maduro è arrivato durante una manifestazione di piazza a Caracas: “Unitevi alle mie milizie per scacciare l’usurpatore” Juan Guaidó, il presidente del parlamento venezuelano riconosciuto da oltre 50 paesi come nuovo presidente della Repubblica, ma non dall’Italia per il costante rifiuto del M5S. Nicolas Maduro, spiegano gli analisti, teme sempre di più di perdere il sostegno dei militari, e si dice convinto di poter arrivare ad un milione di volontari entro la fine dell’anno per “difendere armi in pugno la pace, la sovranità, l’integrità territoriale, l’indipendenza e la vita del Venezuela”.

Ma Guaidó, in un’intervista concessa al quotidiano “il Messaggero”, racconta un’altra verità, quella di un paese ormai al collasso: “Ogni giorno migliaia di bambini e anziani muoiono negli ospedali pubblici per malattie prevenibili o malnutrizione: la povertà è aumentata del 90% e il 65% dei venezuelani soffre la fame. Ogni giorno per le strade si registrano 70 omicidi: tutto questo perché lo Stato non è più in grado di garantire la sicurezza e neanche di fornire beni essenziali come acqua ed elettricità”.

Guaidó, che parla di una lotta con risorse limitate, senza accessi alla televisione nazionale e un’organizzazione affidata ai social network, ai media internazionali e al coraggio de giornalisti locali, si dice pronto a invocare l’articolo 187 della Costituzione, che consente al Parlamento di “autorizzare missioni militari straniere nel paese”, così come commenta la revoca dell’immunità nei suoi confronti perché è uscito dal paese malgrado il divieto: “Fin dal primo giorno ho corso dei rischi per l’integrità e la libertà mia, della mia famiglia e dei miei collaboratori. Ma la più grande paura che ho è che la dittatura continui. Non escludo di la possibilità di andare in Europa, abbiamo forti legami storici con l’Italia, la Spagna e il Portogallo: il sostegno delle democrazie europee per noi è molto importante, e mi auguro che dopo le elezioni ci sia un cambio di rotta in blocco, perché Maduro avverta il peso politico, diplomatico ed economico dell’Europa”.

Sudamerica
Addio a Jacqui, la donna senza volto
Addio a Jacqui, la donna senza volto
Vittima di un incidente stradale nel 1999, a 20 anni, era diventata uno dei simboli del pericolo della guida in stato di ebbrezza
"Giuda-Maduro, brucia il traditore"
"Giuda-Maduro, brucia il traditore"
La sanitą venezuelana č un disastro pagato con le vite dei malati. Gli operatori sanitari hanno bruciato un fantoccio davanti agli ospedali con le sembianze di Maduro. Il pericolo che il regime si impossessi degli aiuti della CRI
Venezuela, la superstrada della cocaina
Venezuela, la superstrada della cocaina
La corruzione dilagante e la complicitą degli alti funzionari di Maduro ha permesso ai cartelli della droga colombiani di creare un corridoio di libero passaggio attraverso il Venezuela
"Cacceremo Maduro con le armi"
"Cacceremo Maduro con le armi"
Duri addestramenti in Colombia per le migliaia di soldati e poliziotti venezuelani che hanno lasciato l'esercito corrotto di Maduro per sostenere il presidente ad interim Juan Guaidņ. "Pronti alla riscossa"
Messico, ritrovati i corpi di 45 desaparecidos
Messico, ritrovati i corpi di 45 desaparecidos
In due diverse zone, sono emersi i resti di persone scomparse, probabilmente vittime dei cartelli messicani della droga
Un esercito fedele a Guaidó
Un esercito fedele a Guaidó
Centinaia di poliziotti e militari che hanno abbandonato Maduro si stanno organizzando in una forza armata fuori dal Paese. E Mike Pence, annunciando nuovi aiuti umanitari, attacca il regime
Italiano ucciso in Messico
Italiano ucciso in Messico
Salvatore Stefano, 35 anni, č stato ucciso a Cittą del Messico: anche lui vendeva macchinari, come gli altri tre italiani di cui non si sa pił nulla da un anno
Maduro mafia, repressione e ricatti
Maduro mafia, repressione e ricatti
Timori dopo l'arresto del portavoce del presidente ad interim Juan Guaidņ, Roberto Marrero, sotto accusa per reati politici. I parlamentari fanno quadrato: "Il regime attacca l'entourage di Guaidņ, tenta l'estorsione"
Maduro pronto ad arrestare Guaidņ
Maduro pronto ad arrestare Guaidņ
L'Anc, l'assemblea in mano ai suoi sgherri, ha revocato l'immunitą parlamentare al presidente ad interim e ora puņ essere sequestrato in qualsiasi momento. Lui: "Ci proveranno". Mobilitazione non solo in Venezuela. Gli Usa: "state attenti"
Campionessa di surf folgorata in mare
Campionessa di surf folgorata in mare
Aveva 23 anni, č uscita in mare per allenarsi e all’improvviso il tempo si č guastato: tuoni e fulmini fra cui uno che l’ha colpita in pieno