"Giuda-Maduro, brucia il traditore"

| La sanità venezuelana è un disastro pagato con le vite dei malati. Gli operatori sanitari hanno bruciato un fantoccio davanti agli ospedali con le sembianze di Maduro. Il pericolo che il regime si impossessi degli aiuti della CRI

+ Miei preferiti

MARIA LOPEZ

Dedicato alle “anime belle” che appoggiano ancora Maduro, compresi i grillini italiani, nel segno di una “neutralità” complice del Regime, e che non riconoscono l’autorità del presidente ad interim Juan Guaidò. Il Tema è una sanità già collassata, con i malati in pericolo costante di vita a causa della mancanza di risorse dei black out, della cronica mancanza di farmaci, della fuga all’estero di centinaia di medici. La Federazione Medica Venezuelana sollecita la priorità dell'aiuto umanitario. Il presidente della FMV, Douglas León Natera, ha sottolineato la grave situazione sanitaria dei neonati, dei bambini fino a cinque anni, delle donne incinte e degli anziani. Natera, ha detto che l'aiuto umanitario che è arrivato nel paese martedì scorso e dovrebbe essere fornito alle persone più bisognose in modo più equo. "Che arrivino (aiuti umanitari) per essere distribuito equamente a coloro che ne hanno bisogno, non lasciare che il governo metta la mano su di esso e far loro vedere che sono loro che stanno risolvendo il problema di salute del Venezuela, quando non è così", ha detto. Ha anche sottolineato la necessità di forniture mediche per i pazienti cronici, diabetici, di ipertensione e persone con insufficienza renale. La crisi colpisce il funzionamento dei 300 ospedali e 15.500 ambulatori del paese.

E Nicolás Maduro viene indicato, dai sanitari esasperati, il Giuda che ha bruciato il settore sanitario anche questa domenica di Pasqua. Un chirurgo ha raccontato che il sabato, mentre assisteva a un parto, è mancata la luce e la donna è salva per miracolo con il suo bimbo.

Così medici, infermieri e studenti del settore sanitario hanno eseguito il tradizionale rogo di Giuda questa domenica di Pasqua e il fantoccio del traditore di Cristo aveva volto di Nicolás Maduro. 

La dottoressa Hilda Rubí González, con quel coraggio che manca del tutto ai “neutralisti” italiani, ha accusato durante la protesta che "i malati di cancro stanno morendo a causa dell'usurpatore di Miraflores, lo stesso che rappresentiamo come il Giuda del Venezuela, e lo stiamo bruciando qui, come simbolo di una violenza non più accettabile”.

Da parte sua, il deputato dell'Assemblea Nazionale Ivlev Silva ha spiegato che l'unica soluzione alla crisi del paese è la cessazione dell'usurpazione, il primo passo nel percorso di transizione proposto dal Parlamento.  Silva ha anche sottolineato che tutti i cittadini devono essere controllori degli aiuti umanitari che sono entrati nel paese attraverso la Croce Rossa Internazionale. 

"Dobbiamo essere uniti affinché la fornitura di medicinali per il nostro popolo non sia politicizzata dal regime", ha detto. E Hilda Rubí González, (@HildaRubi): "Ja Croce Rossa non sia di parte, l'aiuto umanitario arrivi dove è necessario”.

 
Sudamerica
Il Brasile in piazza contro Bolsonaro
Il Brasile in piazza contro Bolsonaro
C’è chi chiede l’impeachment immediato e chi vorrebbe vedere il presidente rispondere davanti alla corte internazionale di genocidio. Il tramonto del sovranista negazionista “Bolsovirus”
Lo scandalo ambientale che scuote il governo Bolsonaro
Lo scandalo ambientale che scuote il governo Bolsonaro
Da un sospetto partito dagli Stati Uniti per un carico di legname, è scattata un’inchiesta delle autorità brasiliane culminata con l’incriminazione del ministro dell’ambiente e la rimozione di diversi funzionari
Arrestato il serial killer di Città del Messico
Arrestato il serial killer di Città del Messico
Andrés Mendoza, 72 anni, ha ammesso di aver ucciso 8 donne: dopo averne mangiato parti del corpo, le seppelliva nel giardino di casa. La polizia è arrivata a lui tentato di risolvere il mistero della scomparsa della fidanzata
Messico, la strage dei candidati alle elezioni
Messico, la strage dei candidati alle elezioni
Oltre 30 morti dall’inizio dell’anno nelle file di chi era in corsa per le lezioni di medio termine del prossimo 6 giugno. Fare politica nel paese Sudamericano equivale spesso a una condanna a morte
Brasile, una catastrofe umanitaria
Brasile, una catastrofe umanitaria
Mentre cresce il numero di chi vorrebbe processare Bolsonaro per genocidio, un tribunale autorizza una commissione che accerti le responsabilità, le lacune e la mancanze del governo
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Le Nazioni Unite ammoniscono: “Andate incontro a una catastrofe”. Ma dalla prossima settimana, malgrado numeri drammatici, il Paese inizia a riaprire. L’unico sindaco che ci ha provato, è stato minacciato di morte
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Di fronte ai numeri record di contagi e decessi del Paese, il presidente brasiliano si dice convinto che sia in atto una congiura contro di lui
L’eredità di Maradona
L’eredità di Maradona
Un giudice ha stabilito che le fortune di D10s, distribuite in mezzo mondo, vanno ai cinque figli legittimi, ma altri 4 sono pronti a dare battaglia
Perù, lo scandalo dei vaccini
Perù, lo scandalo dei vaccini
Centinaia di funzionari politici vaccinati insieme alle loro famiglie alla faccia della popolazione. Non è che l’ultimo abuso di una classe politica indegna, che da decenni approfitta del potere per scopi personali e corruzioni
«Il ciccione sta morendo»
«Il ciccione sta morendo»
L’audio shock, ripreso da un messaggio vocale, complica la posizione di Leopoldo Luque, neurochirurgo di Maradona. Una commissione medica farà chiarezza sulle cure, l’assistenza e i farmaci prescritti al grande campione argentino