Il mistero dei 43 studenti di Ayotzinapa

| Sono stati sequestrati cinque anni fa dalla polizia che voleva fermare tre autobus diretti a Città del Messico. Di loro non si sa più nulla, e le commissioni governative sono accusate di indagini lente e malfatte

+ Miei preferiti
Cinque anni fa, la notte del 26 settembre 2014, un centinaio di studenti della “Escuela Normal Rural Raul Isidro Burgos” di Ayotzinapa sequestrano tre autobus con l’idea di raggiungere Città del Messico e unirsi ad una manifestazione di protesta. La polizia li intercetta e apre il fuoco: ne uccide 6, altri 25 sono feriti e di 43 non si saprà mai più nulla.

Secondo alcune inchieste, il gruppo sarebbe stato consegnato nelle mani dei “Guerreros Unidos” e giustiziati poco dopo: in manette, qualche mese dopo finiscono il sindaco di Iguala Jose Louis Abarca e sua moglie. Una versione che un team incaricato dalla Commissione Interdisciplinare per i diritti umani ha sempre respinto, insieme ai familiari e ai gruppi attivisti. Una tesi sposata anche dal presidente Manuel Lopez Obradordi, che appena insediato nomina una commissione per fare piena luce sul caso.

Malgrado questo, nei giorni scorsi altre 24 ex agenti di polizia accusati di aver preso parte al massacro e al rapimento sono stati rilasciati dalle autorità. In tutto, le scarcerazioni salgono così a 77, con grave disappunto e critiche aspre in tutto il paese. Fra i primi a protestare Alejandro Encinas, sottosegretario del Governo e a capo della commissione designata alle indagini su Ayotzinapa, secondo cui si tratta di “un affronto e un precedente gravissimo perché rappresenta la corruzione, l’incapacità e la parzialità del regime precedente”. Alle proteste si sono unite anche le famiglie degli studenti, che da sempre lamentano una sconcertante lentezza nelle indagini che impedisce loro di conoscere la verità: “Vogliamo sapere cosa è realmente successo quel giorno: a cinque anni dalla scomparsa dei nostri figli la ferita è ancora aperta e per noi non c’è pace”.

“Cinque anni dopo la sparizione forzata dei 43 studenti di Ayotzinapa, le autorità messicane sono ancora in enorme debito con le vittime, le loro famiglie e la società per quanto riguarda il rispetto dei diritti alla verità, alla giustizia e alla riparazione del danno”, ha dichiarato Tania Reneaum Panszi, direttrice generale di Amnesty International Messico.

In Messico, non si sa più nulla di altre 40mila persone svanite nel nulla.

Galleria fotografica
Il mistero dei 43 studenti di Ayotzinapa - immagine 1
Il mistero dei 43 studenti di Ayotzinapa - immagine 2
Il mistero dei 43 studenti di Ayotzinapa - immagine 3
Sudamerica
La “mattanza” della polizia di Rio de Janeiro
La “mattanza” della polizia di Rio de Janeiro
Il governatore Witzel, su preciso mandato del presidente Bolsonaro, ha dichiarato guerra alle favelas: 1.810 persone uccise lo scorso anno
USA: estradato il tesoriere di El Chapo
USA: estradato il tesoriere di El Chapo
Era conosciuto come il signore dei tunnel: ne aveva scavato due che da Tijuana sbucavano direttamente negli Stati Uniti, da cui per anni sono passati quintali di droga
Fuga di massa da un carcere in Paraguay
Fuga di massa da un carcere in Paraguay
Mancano all’appello 75 membri di una gang “molto pericolosa” fuggiti da una prigione paraguaiana. Il Paese in massima allerta
Bolsonaro vuole educare i giovani all’astinenza sessuale
Bolsonaro vuole educare i giovani all’astinenza sessuale
Per contrastare le gravidanze fra gli adolescenti, il presidente brasiliano ha sposato le tesi di un gruppo cristiano evangelico. Sgomento di pediatri e specialisti: “Come tornare indietro di 40 anni”
Panama, setta satanica fa una strage
Panama, setta satanica fa una strage
In una fossa comune la polizia ha rinvenuto i corpi di 7 persone: altre 14 erano tenute prigioniere e pronte ad essere sacrificate se non si fossero “pentite dei loro peccati”
Haiti, l’anticamera dell’inferno
Haiti, l’anticamera dell’inferno
Dieci anni fa un violento terremoto ha devastato l’isola caraibica, ma finita l’emergenza sono andati via quasi tutti, lasciando il Paese in preda alla corruzione, al degrado, alla povertà e a proteste sempre più violente
Sequestro record di cocaina in Uruguay
Sequestro record di cocaina in Uruguay
Un container risultato sospetto nascondeva 4,4 tonnellate di cocaina: se i controlli su altri tre daranno lo stesso risultato, sarà uno dei più devastanti colpi inferti ai cartelli della droga
Il lato debole di Hulk
Il lato debole di Hulk
Le vicende amorose del campione brasiliano tengono banco nei gossip di tutto il mondo: ha mollato la compagna per fidanzarsi con la nipote di lei, molto più giovane
Argentina, suicida un prete pedofilo
Argentina, suicida un prete pedofilo
Per padre Eduardo Lorenzo stavano per aprirsi le porte della galera, e lui ha scelto di farla finita. Diversi suoi ex allievi lo accusavano di violenza carnale
Argentina, condannati due preti pedofili
Argentina, condannati due preti pedofili
Il sacerdote italiano Nicola Corradi e l’argentino Horacio Corbacho condannati a oltre 40 di galera per aver abusato di bambini audiolesi all’interno di un istituto con sede a Verona. Condannato anche il giardiniere dell’istituto