La 'congiura dei pensionati' per uccidere Maduro

| Il regime di Caracas avrebbe scoperto un complotto di militari e poliziotti fuori servizio che volevano bombardare Maduro e i suoi accoliti e fare un golpe anche contro Guaidò. Ma prove, come al solito, zero

+ Miei preferiti

Scampa a tutti gli attentati, il presidente Nicolas Maduro. Ormai la sua polizia ne ha sventati decine in pochi anni. Funzionari venezuelani hanno dichiarato di aver scoperto infatti l'ennesimo complotto per rovesciare il governo che includeva l'assassinio del presidente Nicolás Maduro e dei suoi più stretti alleati politici. Il portavoce di Maduro, Jorge Rodríguez, (nella foto con il presidente) ha detto alla televisione di stato che una rete di poliziotti e soldati per lo più in pensione aveva pianificato di bombardare un edificio governativo chiave, sequestrare una base aerea di Caracas e saccheggiare la banca centrale del Venezuela.

Ha agiunto che i complottisti volevano colpire anche il leader dell'opposizione Juan Guaidó per eliminarlo dal panorama politico venezuelano. Guaidó, leader dell'Assemblea Nazionale dominata dall'opposizione, sta cercando di estromettere Maduro dal potere con il sostegno di più di 50 nazioni. Secondo Rodríguez, la presunta rete voleva rubare un elicottero per liberare Raúl Baduel, un ex ministro della difesa ora in carcere e installarlo come presidente.

Il governo ha rivendicato vari complotti nel corso degli anni, offrendo generalmente poche o nessuna prova a sostegno delle sue accuse. L'opposizione sostiene che Maduro utilizzi tali affermazioni per giustificare la repressione del dissenso. Guaidó ha bollato la faccenda come l'ennesimo tentativo del governo di distrarre dai reali problemi del Venezuela.

Nell'agosto dello scorso anno, Maduro è stato attaccato da due droni carichi di esplosivo mentre parlava a una celebrazione militare all'aperto. Non è stato ferito nell'attacco, definito un tentativo di assassinio.

Rodríguez ha accusato il presidente colombiano Iván Duque e il presidente cileno Sebastián Piñera di aver appoggiato il presunto complotto del colpo di Stato, ma non ha fornito prove. L'attacco dei “militari in pensione” era previsto per il 23 giugno. Il portavoce ha detto che anche la first lady Cilia Flores e Diosdado Cabello, leader del partito socialista di governo del Venezuela, erano fra le personalità prese di mira.

 
Sudamerica
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Di fronte ai numeri record di contagi e decessi del Paese, il presidente brasiliano si dice convinto che sia in atto una congiura contro di lui
L’eredità di Maradona
L’eredità di Maradona
Un giudice ha stabilito che le fortune di D10s, distribuite in mezzo mondo, vanno ai cinque figli legittimi, ma altri 4 sono pronti a dare battaglia
Perù, lo scandalo dei vaccini
Perù, lo scandalo dei vaccini
Centinaia di funzionari politici vaccinati insieme alle loro famiglie alla faccia della popolazione. Non è che l’ultimo abuso di una classe politica indegna, che da decenni approfitta del potere per scopi personali e corruzioni
«Il ciccione sta morendo»
«Il ciccione sta morendo»
L’audio shock, ripreso da un messaggio vocale, complica la posizione di Leopoldo Luque, neurochirurgo di Maradona. Una commissione medica farà chiarezza sulle cure, l’assistenza e i farmaci prescritti al grande campione argentino
Francisco, l’ambientalista di 11 anni minacciato di morte
Francisco, l’ambientalista di 11 anni minacciato di morte
Malgrado la giovane età, in Colombia è diventato un personaggio noto e seguitissimo, una sorta di emulo di Grte Thunberg. Oltre a difendere l’ambiente scagliandosi contro il potere, si batte per i diritti dei più giovani
Il presidente dell’Honduras accusato di narcotraffico
Il presidente dell’Honduras accusato di narcotraffico
Secondo i procuratori americani il presidente del paese sudamericano avrebbe offerto aiuto e supporto logistico ad un narcotrafficante in cambio di tangenti
Maduro trionfa alla farsa delle elezioni
Maduro trionfa alla farsa delle elezioni
La vera vittoria è del partito dell’astensionismo, vicino al 70%: il leader dell’opposizione Guaidò annuncia un referendum e gli Stati Uniti accusano il presidente di frode
Brasile, il fenomeno delle «rapine da film»
Brasile, il fenomeno delle «rapine da film»
Nel giro di poche ore, due filiali del “Banco do Brasil” di Criciúma e Cametá, città a 3.500 km di distanza, sono state prese d’assalto da bande organizzate in modo paramilitare
Quel che resta di Maradona
Quel che resta di Maradona
A funerali conclusi, si apre la contesa per l’eredità: un’operazione per nulla semplice, vista la turbolenta vita sentimentale del campione argentino. Ma secondo chi gli era vicino, Diego aveva sperperato tutti i suoi guadagni
Argentina, la morte senza colpevoli della ricca sociologa
Argentina, la morte senza colpevoli della ricca sociologa
María Marta Garcia Belsunce viene trovata senza vita nella vasca da bagno della sua abitazione: da incidente domestico, il caso travolge una delle più ricche famiglie argentine, che fra processi e appelli si conclude senza nessun colpevole