La flotta sottomarina dei narcos

| Sempre di più, i cartelli sudamericani della droga utilizzano piccoli mezzi subacquei realizzati in cantieri clandestini. Ma le loro capacità tecnologiche si stanno affinando sempre di più

+ Miei preferiti
Se non si fosse incagliato sulla spiaggia di Llorona, nel parco di Corcovado, in Costa Rica, probabilmente nessuno si sarebbe accorto di nulla. Invece il piccolo sottomarino è stato avvistato dalla guardia costiera, che ha avvisato le forze dell’ordine. Al loro arrivo, gli agenti hanno trovato i tre componenti dell’equipaggio mentre tentavano di riprendere il largo: dopo un breve scontro a fuoco e una colluttazione, due persone sono state arrestate, mentre una terza è riuscita a fuggire nella giungla. A bordo del sottomarino tascabile, la scoperta più inquietante: due tonnellate di droga.

Non è un segreto che i narcos colombiani mettano in campo le più incredibili soluzioni, pur di portare i propri carichi in direzione degli Stati Uniti, aiutati anche da enormi capacità economiche che permettono di non badare a spese e di abbandonare i mezzi alla fine di ogni viaggio. Secondo uno studio, quello era il sogno di gente come Pablo Escobar, che utilizzava barche molto veloci scortate da piccoli aerei con funzione di vedetta, ma era quasi certo di dover dire addio ogni volta a parte del carico perché intercettati dai radar.

I primi esempi di mezzi sottomarini al servizio dei narcos risalirebbero alla metà degli anni Novanta, con mezzi che non erano in grado potevano immergersi totalmente ma viaggiavano sotto il pelo dell’acqua. Nulla in confronto a quelli che attualmente pare facciano la spola fra nord e su America attraverso la rotta dei Caraibi. Nel 2006, la Guardia Costiera americana riesce a intercettarne uno e nel 2009 ne rileva almeno una sessantina sulla stessa rotta, per un carico totale di 330 tonnellate di droga.

Acquistare un sottomarino tascabile costa circa due milioni di dollari, ma è una spesa ridicola: un carico che arriva a destinazione significa almeno 100 milioni di guadagno. Si tratta di natanti costruiti artigianalmente in cantieri clandestini nascosti nella vegetazione della costa colombiana: sono per lo più in vetroresina e fibra di vetro, dotati di sistema di navigazione satellitare, serbatoi sufficienti alla tratta, motori da 300 o 500 CV e finezze come il tubo di scarico raffreddato per evitare di essere rilevati dalle telecamere termiche. Possono portare un massimo di quattro persone, mentre lo spazio destinato al carico varia in base alla lunghezza: si va dalle due alle 10 tonnellate per volta.

Ma ci sono anche le eccezioni, come il sottomarino trovato dalla polizia all’interno di un magazzino a Bogotà: lungo 30 metri, si sospetta abbia effettuato diversi viaggi, portando ogni volta fra 140 e 180 tonnellate di cocaina. O ancora quello sequestrato in Ecuador, dotato di due motori, uno diesel ed uno elettrico, con cabina di pilotaggio, spazio per un cinque persone e la capacità di sparire sott’acqua fino a 20 metri.

Sudamerica
Brasile, il fenomeno delle «rapine da film»
Brasile, il fenomeno delle «rapine da film»
Nel giro di poche ore, due filiali del “Banco do Brasil” di Criciúma e Cametá, città a 3.500 km di distanza, sono state prese d’assalto da bande organizzate in modo paramilitare
Quel che resta di Maradona
Quel che resta di Maradona
A funerali conclusi, si apre la contesa per l’eredità: un’operazione per nulla semplice, vista la turbolenta vita sentimentale del campione argentino. Ma secondo chi gli era vicino, Diego aveva sperperato tutti i suoi guadagni
Argentina, la morte senza colpevoli della ricca sociologa
Argentina, la morte senza colpevoli della ricca sociologa
María Marta Garcia Belsunce viene trovata senza vita nella vasca da bagno della sua abitazione: da incidente domestico, il caso travolge una delle più ricche famiglie argentine, che fra processi e appelli si conclude senza nessun colpevole
Brasile, aumenta la violenza
Brasile, aumenta la violenza
Oltre 25mila morti nel primo semestre dell’anno fanno scattare l’allarme: le bande hanno trovato il modo di eludere i controlli e il blocco del traffico aereo
Brasile, muore travolta dagli scaffali di un supermercato
Brasile, muore travolta dagli scaffali di un supermercato
Elane de Oliveira Rodrigues, 21 anni, è rimasta sepolta insieme ad altre 8 persone dal crollo improvviso della scaffalatura di una corsia. Per lei non c’era più nulla da fare
La curiosa vicenda dell’aereo presidenziale messicano
La curiosa vicenda dell’aereo presidenziale messicano
Acquistato nel 2012 dall’ex presidente Calderón, disfarsene è diventata la promessa elettorale di Enrique Peña Nieto, che però non è mai riuscito a venderlo. Motivo sufficiente per trasformarlo nel primo premio della lotteria nazionale
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
José Antonio Yépez Ortiz, “El Marro”, era da tempo sotto i riflettori delle forze di sicurezza messicane: nello stato di Guanajuato, dove agisce il suo cartello, si sono registrati quasi 1700 omicidi dall’inizio dell’anno
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
Il presidente accusato di aver esposto a possibile contagio i giornalisti durante la conferenza stampa in cui ha rivelato di aver contratto il virus
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Il presidente del Paese in cui è attivo il secondo focolaio più esteso e preoccupante del mondo ha deciso di nascondere i dati di contagi e decessi annunciando un misterioso nuovo metodo di conteggi
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Polemiche e rabbia per la sentenza di un tribunale che di fatto scagiona tre giovani, figli di famiglie influenti, dello stupro di una 16enne, considerato “atto di sollievo”