Maduro vende l'oro del popolo venezuelano

| I rappresentanti di Guaid˛ in Usa tentano di bloccare l'operazione ma Citibank non ha ancora chiarito se lo farÓ. A Caracas italiani preoccupati, opposizione in stallo. Maduro celebra Chavez e minaccia Guaid˛

+ Miei preferiti

MICHAEL O'BRIEN

I rappresentanti del governo del presidente ad interim Juan Guaidó negli Stati Uniti hanno chiesto a Citibank una proroga di 120 giorni per riacquistare l'oro che è stato posto come garanzia dello spaventoso debito estero per ordine di Nicolas Maduro, rivela la Reuters. Gli sforzi per salvaguardare le riserve auree internazionali del Venezuela sono iniziati a metà febbraio nel tentativo di bloccare l'esecuzione della garanzia, prevista per questo mese. “A Citibank è stata chiesta una proroga per 120 giorni perché sia impedita una manovra contro il popolo venezuelano", ha riferito una fonte consultata da Reuters. Finora Citibank non ha risposto alla richiesta dei rappresentanti di Guaidó. Era una mossa deisperata dal dittatore per arginare la crisi economica che sta distruggendo il Paese.

Dalla comunità italiana in Venezuela arrivano notizie poco confortanti: “il tentativo di Juan Guaido di cacciare Maduro continuo ma bisogna prendere atto che gli alti ufficiali dell’esercito gli sono rimasti fedeli e di , di fatto, gli conservano il potere. I 600 militari e poliziotti che hanno lasciato il Venezuela sono pochi e di gradi non elevati. E’ un segnale importante ma ancora insufficiente. L’operazione degli aiuti è fallita, nel sangue e con pesanti conseguenze. Il regime ne è uscito indebolito ma mantiene ancora saldamente il controllo del Paese”. Ma guardò non è stato arrestato, come aveva promesso Maduro. “Vero. Ma è una tattica intelligente. I christi che sono ancora all’interno del sistema, hanno ammonito Maduro, gli hanno imposto di stare fermo. E’ possibile che alla fine siano proprio loro a farlo saltare, una volta per tutte. Quel’è lo stato d0animo degli italiani in Venezuela? “Pessimo. La crisi economica , se possibile, s’è ancora più aggravata, le sanzioni americane ed europee non hanno ancora fatto effetto, gli americani sono rimasti fermi. A parole sostengono Guaidò ma escludono l’intervento militare, l’unico modo per cacciare Maduro e il suo clan da Caracas”.

Intanto il governo celebra con un un certo fasto l’anniversario della morte del generale presidente Chavez.  Dipinti del defunto presidente Hugo Chavez nel frattempo sono stati oggetto di atti di vandalismo. “Sei anni dopo la sua morte, Chávez continua a scatenare sentimenti contrastanti tra i cittadini: alcuni lo ricordano come il padre di una rivoluzione che ha scelto di aiutare i poveri, mentre altri lo accusano della crisi profonda e prolungata”, scrive il moderato El Universal. Un Maduro aggressivo ma nello stesso tempo nella veste di vittima, ha affermato che sei anni dopo la morte del suo predecessore, il partito al potere è in “guerra " contro le "potenze mondiali dell'imperialismo statunitense…Non possiamo cadere nelle provocazioni", ha detto, esortando i suoi seguaci e le forze armate a rimanere uniti per affrontare le pressioni dell'opposizione, che ha definito una "minoranza folle". “Noi li sconfiggeremo", ha aggiunto.

Maduro ha colto l'occasione per chiamare il partito al potere per le "marce antimperialiste" di sabato in tutto il paese, mobilitazioni che coincideranno con le proteste convocate dall'opposizione per aumentare le pressioni contro il governo. Le celebrazioni si sono tenute nel museo della Caserma Montana, nella parte occidentale della capitale, dove Chávez fu sepolto il 5 marzo 2013.

Sudamerica
Modello Siria: truppe russe in Venezuela
Modello Siria: truppe russe in Venezuela
L'ambasciatore di Putin: "Addestriamo i militari a fronteggiare le minacce Usa e a potenziare le armi". I primi cento soldati russi a marzo, altri ne arriveranno. Trump: "Lasciate il Paese". Rivolta in carcere: 29 morti
"I cartelli dei narcos con Maduro"
"I cartelli dei narcos con Maduro"
Duro attacco del senatore rep USA Rubio contro Cabello, braccio destro di Maduro, accusato dalla Dea di narcotraffico: "Riforniscono Caracas di benzina, il resto del Paese condannato alla paralisi"
Salario minimo 18mila bolivares, chilo di prosciutto 16mila
Salario minimo 18mila bolivares, chilo di prosciutto 16mila
Le ridicole misure di Maduro, il salario minimo aumentato durante i giorni della rivolta, subito rottamato dall'inflazione, ora al 153mila per cento. Dopo un mese di lavoro puoi comprare un antibiotico. Le tabelle della vergogna
Si dimette l'ambasciatore del Venezuela
Si dimette l
"Costretto a lasciare dalle sanzioni Usa e italiane, ma resto fedele al caviamo e a Maduro". Silenzio glaciale da Caracas, rientrerÓ in patria o resta in Italia?
Il mariachi rifiuta il trapianto
Il mariachi rifiuta il trapianto
Temendo che il fegato potesse essere di un drogato o un gay, ôChenteö Gˇmez ha rifiutato il trapianto negli Stati Uniti. Polemiche e accuse di omofobia
Maduro vende l'oro del suo popolo
Maduro vende l
Il regime aggira le sanzioni e vende a Turchia ed Emirati Arabi oro per 570 milioni di dollari che finiranno inceneriti, come gli altri, sull'altare della pi¨ spaventosa crisi economica di tutti i tempi. Risorse sottratte alla comunitÓ
Guaid˛ libera l'ex 007 dai domiciliari
Guaid˛ libera l
L'ex dirigente dell'Intelligence Ivan Simonovis Ŕ stato liberato dai domiciliari su ordine di Guaid˛ poco prima di essere arrestato, ma ora gli sgherri di Maduro hanno occupato la sua casa. E' in un rifugio sicuro
DESAPARECIDO
Gli sgherri di Maduro avrebbero fermato ex dirigente dei Servizi Segreti
DESAPARECIDO<br>Gli sgherri di Maduro avrebbero fermato ex dirigente dei Servizi Segreti
La moglie di Ivan Simonovis, storico oppositore del regime, denuncia con un tweet la sua scomparsa. Arrestato nel 2009, detenuto 5 anni in carcere, era stato rilasciato per le sue condizioni di salute. Sebin invade la casa
La supervilla di Maduro, un mistero
La supervilla di Maduro, un mistero
L'avrebbe acquistata per 18 milioni di dollari a Punta Cana, Repubblica Domenicana attraverso un mediatore. La moglie Cilia Flores in fuga nel rifugio dorato dopo gli scontri? Scoop di un giornalista peruviano. Presidente nega
La flotta sottomarina dei narcos
La flotta sottomarina dei narcos
Sempre di pi¨, i cartelli sudamericani della droga utilizzano piccoli mezzi subacquei realizzati in cantieri clandestini. Ma le loro capacitÓ tecnologiche si stanno affinando sempre di pi¨