Maduro svende l'oro del suo popolo, 70 manifestanti uccisi, centinaia di arresti

| Vendute 15 tonnellate di oro prelevate dalle riserve auree della Banca del Venezuela agli Emirati Arabi Uniti. Poi altre 14. La Sebin a casa di Guaidò. Replica ai grillini "chavisti": "Settanta uccisi, centinaia di arresti, anche bambini"

+ Miei preferiti

Il presidente incaricato Juan Guaidó (nella foto con la moglie Fabiana Rosales e la figlia) denuncia che agenti della polizia di Maduro, la famigerata Sebin sono andati a casa sua per interrogare sua moglie. Il presidente del Parlamento e leader dell'opposizione Juan Guaidó, che si è proclamato presidente ad interim del Venezuela, ha riferito giovedì che gli agenti di polizia sono venuti a casa sua e hanno chiesto della moglie, la giornalista ed ex modella Fabiana Rosales, con l’intenzione di “interrogarla”, non si sa a quale titolo.

Guaidó ha accusato il governo di Nicolás Maduro di minacciare la sicurezza della sua famiglia, e ha detto avere appreso della visita della Sebin grazie alla segnalazione di molti dei suoi vicini di casa, che ha ringraziato.

Maduro ha paura e l’ultima mossa lo dimostro in modo chiaro: ha dato mandato ai dirigenti della La Banca Centrale del Venezuela (BCV) di vendere 15 tonnellate di oro dalle sue riserve agli Emirati Arabi Uniti, in cambio di euro in contanti per finanziare le sue importazioni, ha detto una fonte del governo venezuelano consapevole dei movimenti. Tenta di così di allentare la morsa della fame che attanaglia il suo popolo.  Secondo un articolo pubblicato da Reuters -che ha citato una fonte ufficiale- l'istituto emittente ha già effettuato una prima spedizione di circa tre tonnellate d'oro a quella nazione in un volo charter della compagnia Solar Cargo partito il 26 gennaio.

"Le vendite dei lingotti sono quasi l'unica alternativa che il governo di Nicolás Maduro ha per ottenere liquidità, data la diminuzione dei ricavi petroliferi e la chiusura di quasi tutte le opzioni di finanziamento internazionale a causa delle sanzioni imposte dagli Stati Uniti", ha riferito l'agenzia di stampa.

Ha anche riferito che a febbraio è prevista una terza spedizione di 11 tonnellate d'oro monetario. Egli ha aggiunto che se questo è fatto, in due mesi il governo avrà venduto 29 tonnellate e ridotto le riserve internazionali del Venezuela ad un minimo di otto decenni, che sono in lingotti di massima purezza, secondo i dati BCV. Una disperata depredazione delle ultime e risorse del Paese, pur di salvare la poltrone e un regime che ha distrutto l’economia e il futuro della sua gente. Reuters precisa che l'autorità monetaria non ha risposto a una richiesta di informazioni e l'ambasciata degli Emirati Arabi Uniti a Bogotá non ha risposto a un messaggio di posta elettronica. Il governo degli Stati Uniti ha avvertito i banchieri, gli operatori e le aziende globali per evitare di negoziare le vendite di oro con il governo di Maduro, e ha imposto sanzioni alla compagnia petrolifera statale venezuelana PDVSA per limitare i suoi acquisti e le vendite di petrolio greggio negli Stati Uniti. "I fondi ottenuti attraverso le operazioni in oro sarebbero stati utilizzati per acquisti esterni di beni necessari alla sopravvivenza", ha detto Reuters.

JUAN GUAIDO' RISPONDE AI GRILLINI

"Maduro ha perso il controllo del paese e la popolazione sta soffrendo. Ci sono 70 giovani assassinati in una settimana dal faes, le forze speciali di polizia, e 700 persone in carcere, 80 minorenni addirittura bambini". E' la denuncia di Juan Guaidó, il presidente dell'Assemblea nazionale autoproclamatosi in Venezuela capo dell'esecutivo, sulla situazione nel Paese, in un'intervista al Tg2.

"Evidentemente c'è una scarsa conoscenza di ciò che sta accadendo. Invito il sottosegretario agli esteri a informarsi, un'altra Libia qui non è possibile", afferma Guaidò, rispondendo al Tg2 ad una domanda sulle parole di Manlio Di Stefano che, annunciando la contrarietà dell'Italia a riconoscerlo come leader venezuelano, ha invitato ad evitare "lo stesso errore fatto in Libia". "Invitiamo l'Italia a fare la la cosa corretta perché i giorni qui si contano in vite che si perdono", ha detto Guaidò sottolineando l'importanza del riconoscimento da parte dell'europarlamento.

Galleria fotografica
Maduro svende loro del suo popolo, 70 manifestanti uccisi, centinaia di arresti - immagine 1
Maduro svende loro del suo popolo, 70 manifestanti uccisi, centinaia di arresti - immagine 2
Maduro svende loro del suo popolo, 70 manifestanti uccisi, centinaia di arresti - immagine 3
Maduro svende loro del suo popolo, 70 manifestanti uccisi, centinaia di arresti - immagine 4
Maduro svende loro del suo popolo, 70 manifestanti uccisi, centinaia di arresti - immagine 5
Maduro svende loro del suo popolo, 70 manifestanti uccisi, centinaia di arresti - immagine 6
Sudamerica
Il Brasile in piazza contro Bolsonaro
Il Brasile in piazza contro Bolsonaro
C’è chi chiede l’impeachment immediato e chi vorrebbe vedere il presidente rispondere davanti alla corte internazionale di genocidio. Il tramonto del sovranista negazionista “Bolsovirus”
Lo scandalo ambientale che scuote il governo Bolsonaro
Lo scandalo ambientale che scuote il governo Bolsonaro
Da un sospetto partito dagli Stati Uniti per un carico di legname, è scattata un’inchiesta delle autorità brasiliane culminata con l’incriminazione del ministro dell’ambiente e la rimozione di diversi funzionari
Arrestato il serial killer di Città del Messico
Arrestato il serial killer di Città del Messico
Andrés Mendoza, 72 anni, ha ammesso di aver ucciso 8 donne: dopo averne mangiato parti del corpo, le seppelliva nel giardino di casa. La polizia è arrivata a lui tentato di risolvere il mistero della scomparsa della fidanzata
Messico, la strage dei candidati alle elezioni
Messico, la strage dei candidati alle elezioni
Oltre 30 morti dall’inizio dell’anno nelle file di chi era in corsa per le lezioni di medio termine del prossimo 6 giugno. Fare politica nel paese Sudamericano equivale spesso a una condanna a morte
Brasile, una catastrofe umanitaria
Brasile, una catastrofe umanitaria
Mentre cresce il numero di chi vorrebbe processare Bolsonaro per genocidio, un tribunale autorizza una commissione che accerti le responsabilità, le lacune e la mancanze del governo
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Le Nazioni Unite ammoniscono: “Andate incontro a una catastrofe”. Ma dalla prossima settimana, malgrado numeri drammatici, il Paese inizia a riaprire. L’unico sindaco che ci ha provato, è stato minacciato di morte
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Di fronte ai numeri record di contagi e decessi del Paese, il presidente brasiliano si dice convinto che sia in atto una congiura contro di lui
L’eredità di Maradona
L’eredità di Maradona
Un giudice ha stabilito che le fortune di D10s, distribuite in mezzo mondo, vanno ai cinque figli legittimi, ma altri 4 sono pronti a dare battaglia
Perù, lo scandalo dei vaccini
Perù, lo scandalo dei vaccini
Centinaia di funzionari politici vaccinati insieme alle loro famiglie alla faccia della popolazione. Non è che l’ultimo abuso di una classe politica indegna, che da decenni approfitta del potere per scopi personali e corruzioni
«Il ciccione sta morendo»
«Il ciccione sta morendo»
L’audio shock, ripreso da un messaggio vocale, complica la posizione di Leopoldo Luque, neurochirurgo di Maradona. Una commissione medica farà chiarezza sulle cure, l’assistenza e i farmaci prescritti al grande campione argentino