Managua, direttore tv arrestato in diretta

| Miguel Mora della tv 100% Noticias accusato di avere dato spazio alle proteste del popolo contro il dittatore marxista Daniel Ortega. Dovrà rispondere anche di terrorismo. Blitz con 40 poliziotti, redazione razziata

+ Miei preferiti
Il giornalista Miguel Mora, proprietario del canale indipendente via cavo 100% Noticias, è stato arrestato e posto sotto processo con l'accusa di "cospirazione" e "terrorismo" dopo la chiusura della stazione televisiva critica verso il governo nicaraguense, ha riferito l'avvocato Pablo Cuevas della Commissione permanente CPDH per i diritti umani. Le autorità hanno negato l'accesso in Tribunale, dove era in corso la convalida dell'arresto, all'avvocato Julio Montenegro, anch'egli del CPDH, per assumere la difesa di Mora.
L'arresto del giornalista coincide con un attacco del governo Ortega contro la stampa e le organizzazioni per i diritti umani. Questa settimana, due missioni della Commissione interamericana per i diritti umani (IACHR) sono state espulse dal Nicaragua dove tentavano di monitorare la situazione nel paese. Miguel Mora è diventato il primo giornalista e proprietario dei media ad essere accusato con le stesse motivazioni che sono state attribuite ai leader e ai partecipanti delle proteste antigovernative che in otto mesi sono costate la vita a più di 320 persone, con centinaia di detenuti e migliaia di rifugiati.
Anche la giornalista e presentatrice Veronica Chavez, moglie di Mora, è stata arrestata e rilasciata poco dopo. "Sono arrivati circa 40 poliziotti antisommossa armati e violenti. Siamo in un paese senza legge, non ci sono organizzazioni per i diritti umani, non c'è niente e nessuno che possa essere difeso". La donna ha riferito di non sapere dove si trova il marito dopo che la polizia li ha separati quando sono stati trasferiti nella prigione di El Chipote, nel centro di Managua.
La polizia ha disattivato le attrezzature, preso il controllo del canale e messo lamiere di zinco all'ingresso dei locali, dove gli agenti di polizia rimangono in custodia, ha detto il giornalista Luis Galeano, che conduceva un programma di opinioni su quel canale.
L'arresto e il perseguimento di Mora avviene dopo diverse settimane di assedio contro di lui, con persecuzioni, sorveglianza nella sua casa e nei suoi uffici attraverso droni. Gli avevano pure sequestrato l'auto.
 
Sudamerica
Nazionale colombiano giustiziato dai narcos: 'colpevole' di autogol
Nazionale colombiano giustiziato dai narcos:
Sono passati 25 anni dall'omicidio di Andrès Escobar, 18enne difensore della Nazionale Colombiana. Ai mondiali del '94 fece un autogol durante la partita con gli USA. Fu ucciso da un narcos. Il 2 luglio il giorno della memoria
Caraibi, ancora un turista USA morto
Caraibi, ancora un turista USA morto
E' la nona vittima di strane malattie o malori improvvisi in 13 mesi. I familiari di Joseph Allen, 55 anni, uno sportivo in buona salute, vogliono sapere di cosa è morto. Trovato senza vita in un resort
Blackout in Sudamerica: 50 milioni di persone al buio
Blackout in Sudamerica: 50 milioni di persone al buio
Fra i paesi più colpiti l’Argentina e l’Uruguay, oltre ad alcune zone di altri paesi vicini. Il guasto, ancora da chiarire, è al sistema di interconnessione. La società fornitrice assicura: nel giro di poche ore torneremo alla normalità
Profughi venezuelani più numerosi dei siriani
Profughi venezuelani più numerosi dei siriani
Drammatica denuncia OAS, appello ad affrontare la crisi umanitaria nel Paese distrutto dal regime di Maduro e dai suoi alleati
Venezuela: inflazione al 37700x100. E Maduro stampa banconote da 50000 bolivar: carta straccia
Venezuela: inflazione al 37700x100. E Maduro stampa banconote da 50000 bolivar: carta straccia
Inflazione spaventosa, il regime stampa fogli di carta senza valore mentre i consumi di carne e latte scendono ai minimi storici. L'unica attività in progresso è la repressione: arrestato generale ed ex ministro
Il cimitero dell''aero-terrorismo'
Il cimitero dell
Chavez aveva finanziato una linea aerea tra Venezuela. Ira e Siria. Ora gli aerei della flotta giacciono in un cimitero nello stato brasiliano di Vargas
4 milioni di venezuelani in fuga
4 milioni di venezuelani in fuga
È stata definita una delle crisi umanitarie più grandi nella storia del Sudamerica. La maggior parte si dirige verso Colombia e Perù, ma diversi paesi iniziano a rendere più difficile l’ingresso
Il Brasile di Bolsonaro, tra pesticidi e omofobia
Il Brasile di Bolsonaro, tra pesticidi e omofobia
Dall'esagerata deforestazione dell’Amazzonia all’abuso dei pesticidi, dai soprusi verso le minoranze alla sottomissione nei confronti delle lobby internazionali: la popolarità del presidente in carica da gennaio sta rapidamente calando
Parlamentari in carcere, vivi o morti?
Parlamentari in carcere, vivi o morti?
Appello al regime di Maduro della famiglia del vice di Guaidò, Edgar Zambrano, in carcere dall'8 maggio. "Violati i diritti costituzionali, non sappiamo più nulla di lui". Ma i grillini italiani restano "neutrali". In cella 17 parlamentari
così muoiono i bimbi di Caracas'>Debito con l'Italia
così muoiono i bimbi di Caracas
Debito con lcosì muoiono i bimbi di Caracas' class='article_img2'>
La storia di Erick malato di cancro, morto nell'attesa di un trapianto negli ospedali italiani in base a un accordo del 2010. C'è un debito di 10,7 milioni di euro e i piccoli malati, privi di farmaci e cure, si spengono uno dopo l'altro