Maria impalata e uccisa, assassini assolti

| Aveva 16 anni, fu anche drogata. Proteste in Argentina per l'assoluzione dei tre giovani sadici. Per i giudici lei era "consenziente". Il pubblico ministero ha però diffuso gli spaventosi esiti dell'autopsia, ora è indagata

+ Miei preferiti

Lucia Perez, 16enne argentina è morta lo scorso 8 ottobre 2016: drogata, stuprata e impalata con un attrezzo sessuale, che le ha provocato spaventose lesioni iterne. La ragazza, dopo le sevizie, fu portata dai suoi aguzzini davanti all'ospedale di Mar del Plata, Buenos Aires, ormai in gravissime condizioni. 

Morì poco dopo, l’autopsia hava rivelato i terribili abusi subiti. La polizia aveva pensato a un’overdose, gli stupratori avevano lavato il sangue e rivestito la vittima come se fosse stata colta da malore. Vengono in un primo tempo arrestati il 23enne Matías Farías e il 41enne Juan Pablo Offidani mentre un terzo, Alejandro Alberto Masiel, è accusato di favoreggiamento. Avrebbe aiutato i due assassini a trasportare il corpo dell’agonizzante Maria in ospedale.

Ma il vero scandalo, che ha scosso le coscienze in Argentina e in tutto il Sudamerica, è che i tre torturatori sono stati incredibilmente assolti perche, secondo i giudici, “la vittima è stata consenziente ed era solita drogarsi”. Ma le associazioni di tutela della donna, partiti politici e movimenti d’opinione ritengono la sentenza una vergogna. Ci sono state manifestazioni e cortei di protesta in tutto il Paese contro la definizione usata dai giudici a proposito della pratiche “sado-maso”.

 “Il sesso non c’entra con questa orribile storia - spiegano le donne che si battono in nome della memoria di Maria - qui si tratta di un omicidio, condotto in modo efferato e crudele. Lasciare liberi gli assassini è un delitto contro l’umanità intera”. Il magistrato argentino Maria Isabel Sanchez, che aveva rappresentato l’accusa contro i tre aguzzini, ora è addirittura accusata di aver violato la legge per avere diffuso i risultati dell'esame autoptico e messa sotto inchiesta. Alla fine la colpevole è lei, che aveva tentato di avere giustizia per Maria, uccisa a 16 anni da tre sadici senza cuore e senz’anima.

Galleria fotografica
Maria impalata e uccisa, assassini assolti - immagine 1
Maria impalata e uccisa, assassini assolti - immagine 2
Maria impalata e uccisa, assassini assolti - immagine 3
Maria impalata e uccisa, assassini assolti - immagine 4
Maria impalata e uccisa, assassini assolti - immagine 5
Maria impalata e uccisa, assassini assolti - immagine 6
Maria impalata e uccisa, assassini assolti - immagine 7
Sudamerica
Nazionale colombiano giustiziato dai narcos: 'colpevole' di autogol
Nazionale colombiano giustiziato dai narcos:
Sono passati 25 anni dall'omicidio di Andrès Escobar, 18enne difensore della Nazionale Colombiana. Ai mondiali del '94 fece un autogol durante la partita con gli USA. Fu ucciso da un narcos. Il 2 luglio il giorno della memoria
Caraibi, ancora un turista USA morto
Caraibi, ancora un turista USA morto
E' la nona vittima di strane malattie o malori improvvisi in 13 mesi. I familiari di Joseph Allen, 55 anni, uno sportivo in buona salute, vogliono sapere di cosa è morto. Trovato senza vita in un resort
Blackout in Sudamerica: 50 milioni di persone al buio
Blackout in Sudamerica: 50 milioni di persone al buio
Fra i paesi più colpiti l’Argentina e l’Uruguay, oltre ad alcune zone di altri paesi vicini. Il guasto, ancora da chiarire, è al sistema di interconnessione. La società fornitrice assicura: nel giro di poche ore torneremo alla normalità
Profughi venezuelani più numerosi dei siriani
Profughi venezuelani più numerosi dei siriani
Drammatica denuncia OAS, appello ad affrontare la crisi umanitaria nel Paese distrutto dal regime di Maduro e dai suoi alleati
Venezuela: inflazione al 37700x100. E Maduro stampa banconote da 50000 bolivar: carta straccia
Venezuela: inflazione al 37700x100. E Maduro stampa banconote da 50000 bolivar: carta straccia
Inflazione spaventosa, il regime stampa fogli di carta senza valore mentre i consumi di carne e latte scendono ai minimi storici. L'unica attività in progresso è la repressione: arrestato generale ed ex ministro
Il cimitero dell''aero-terrorismo'
Il cimitero dell
Chavez aveva finanziato una linea aerea tra Venezuela. Ira e Siria. Ora gli aerei della flotta giacciono in un cimitero nello stato brasiliano di Vargas
4 milioni di venezuelani in fuga
4 milioni di venezuelani in fuga
È stata definita una delle crisi umanitarie più grandi nella storia del Sudamerica. La maggior parte si dirige verso Colombia e Perù, ma diversi paesi iniziano a rendere più difficile l’ingresso
Il Brasile di Bolsonaro, tra pesticidi e omofobia
Il Brasile di Bolsonaro, tra pesticidi e omofobia
Dall'esagerata deforestazione dell’Amazzonia all’abuso dei pesticidi, dai soprusi verso le minoranze alla sottomissione nei confronti delle lobby internazionali: la popolarità del presidente in carica da gennaio sta rapidamente calando
Parlamentari in carcere, vivi o morti?
Parlamentari in carcere, vivi o morti?
Appello al regime di Maduro della famiglia del vice di Guaidò, Edgar Zambrano, in carcere dall'8 maggio. "Violati i diritti costituzionali, non sappiamo più nulla di lui". Ma i grillini italiani restano "neutrali". In cella 17 parlamentari
così muoiono i bimbi di Caracas'>Debito con l'Italia
così muoiono i bimbi di Caracas
Debito con lcosì muoiono i bimbi di Caracas' class='article_img2'>
La storia di Erick malato di cancro, morto nell'attesa di un trapianto negli ospedali italiani in base a un accordo del 2010. C'è un debito di 10,7 milioni di euro e i piccoli malati, privi di farmaci e cure, si spengono uno dopo l'altro