Messico: punito il sindaco dalle promesse facili

| Durante la campagna elettorale, Jorge Luis Escandón Hernández aveva promesso nuove strade e investimenti, ma una volta eletto non ha fatto nulla. La folla lo ha prelevato dal suo ufficio, legato ad un pick up e trascinato per le strade

+ Miei preferiti
I 17.267 abitanti di Las Margaritas, città del Chapas, in Messico, di promesse elettorali ne hanno sentite abbastanza. Alle ultime elezioni comunali, avevano dato la loro fiducia a Jorge Luis Escandón Hernández, alla guida di “Es contigo”, una lista locale. Era l’unico fra i candidati ad aver promesso pubblicamente la realizzazione di nuove strade e infrastrutture, per dare alla cittadina una svolta che mancava ormai da troppo tempo. Ma visto che tutto il mondo è paese, il primo cittadino non aveva mantenuto nulla di quanto urlato durante la campagna elettorale.

Con l’idea forse della massima di Mao “colpirne uno per educarne cento”, i cittadini hanno deciso di punire il sindaco Hernández. Una piccola folla si è prima radunata sotto il municipio, dove è iniziata una sonora protesta, quindi un piccolo gruppo di manifestanti è riuscito a entrare all’interno dell’edificio fino ad individuare il sindaco, tranquillamente seduto nel suo studio. Jorge Luis Escandón Hernández, come riportato da numerosi media locali e da alcuni video realizzati con gli smartphone e diffusi in rete, è stato picchiato e portato all’esterno, dove dopo averlo concesso alla folla per qualche minuto, è stato legato ai polsi e trascinato per alcuni metri sull’asfalto legato ad un pick-up.

A salvarlo ci ha pensato la polizia, che ha interrotto la macabra sfilata per le vie di Las Margaritas disperdendo la folla con la forza: una ventina di persone hanno dovuto ricorrere alle cure ospedaliere e altre 11 sono state arrestate per sequestro di persona e lesioni. Il sindaco è stato ricoverato con numerose ferite, anche se a quanto riferito dal procuratore del Chiapas non sarebbe in pericolo di vita.

Non è la prima volta, riporta la “BBC”, che Hernández è vittima delle proteste, sempre per via di promesse elettorali mai mantenute: qualche mese fa, alcuni cittadini inferociti avevano distrutto e imbrattato con insulti il suo ufficio.

Galleria fotografica
Messico: punito il sindaco dalle promesse facili - immagine 1
Messico: punito il sindaco dalle promesse facili - immagine 2
Sudamerica
Brasile, aumenta la violenza
Brasile, aumenta la violenza
Oltre 25mila morti nel primo semestre dell’anno fanno scattare l’allarme: le bande hanno trovato il modo di eludere i controlli e il blocco del traffico aereo
Brasile, muore travolta dagli scaffali di un supermercato
Brasile, muore travolta dagli scaffali di un supermercato
Elane de Oliveira Rodrigues, 21 anni, è rimasta sepolta insieme ad altre 8 persone dal crollo improvviso della scaffalatura di una corsia. Per lei non c’era più nulla da fare
La curiosa vicenda dell’aereo presidenziale messicano
La curiosa vicenda dell’aereo presidenziale messicano
Acquistato nel 2012 dall’ex presidente Calderón, disfarsene è diventata la promessa elettorale di Enrique Peña Nieto, che però non è mai riuscito a venderlo. Motivo sufficiente per trasformarlo nel primo premio della lotteria nazionale
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
José Antonio Yépez Ortiz, “El Marro”, era da tempo sotto i riflettori delle forze di sicurezza messicane: nello stato di Guanajuato, dove agisce il suo cartello, si sono registrati quasi 1700 omicidi dall’inizio dell’anno
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
Il presidente accusato di aver esposto a possibile contagio i giornalisti durante la conferenza stampa in cui ha rivelato di aver contratto il virus
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Il presidente del Paese in cui è attivo il secondo focolaio più esteso e preoccupante del mondo ha deciso di nascondere i dati di contagi e decessi annunciando un misterioso nuovo metodo di conteggi
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Polemiche e rabbia per la sentenza di un tribunale che di fatto scagiona tre giovani, figli di famiglie influenti, dello stupro di una 16enne, considerato “atto di sollievo”
El Salvador, l’irresistibile ascesa di Nayib Bukele
El Salvador, l’irresistibile ascesa di Nayib Bukele
Molti lo considerano un salvatore, altri un giovane rampante che studia da leader senza scrupoli. Il presidente millenials sta usando la pandemia per sfidare il Congresso
Il Messico è sotto assedio, ma non dal virus
Il Messico è sotto assedio, ma non dal virus
La nazione centramericana è l’unica al mondo in cui i morti per coronavirus sono meno di quelli provocati dalla malavita: feroci guerre tra i cartelli provocano centinaia di morti. E intanto, in uno zoo è nato un raro tigrotto
Panama, per contenere la pandemia si dividono i sessi
Panama, per contenere la pandemia si dividono i sessi
La troppa gente in giro malgrado le restrizioni, ha convinto il governo a varare inedite misure sessiste: separare la settimana per uomini e donne