Modello Siria: truppe russe in Venezuela

| L'ambasciatore di Putin: "Addestriamo i militari a fronteggiare le minacce Usa e a potenziare le armi". I primi cento soldati russi a marzo, altri ne arriveranno. Trump: "Lasciate il Paese". Rivolta in carcere: 29 morti

+ Miei preferiti

Le truppe russe che sono arrivate in Venezuela a marzo stanno addestrando l’esercito nazionale di Maduro ad affrontare “le minacce militari degli Stati Uniti”, ha detto l'ambasciatore russo in Venezuela Vladimir Zaiomski. "Il governo venezuelano è in stato di allarme dall'inizio dell'anno, mentre gli Stati Uniti continuano a minacciare di usare la forza contro il Venezuela. In tali condizioni, devono essere sicuri che le armi in loro possesso siano in buone condizioni di funzionamento", ha detto Zaiomski in un'intervista con l'AFP a Mosca. "I nostri specialisti sono lì per addestrare i nostri colleghi venezuelani a tenere a disposizione le loro attrezzature militari e, allo stesso tempo, insegnare loro il modo migliore per usarle", ha aggiunto.

E’ di fatto la replica del "modello siriano” che la Russia vuole adottare in Venezuela. La Russia, alleata di Nicolás Maduro, ha inviato un centinaio di soldati nel paese a marzo, nel pieno di una grande crisi politica da quando Juan Guaidó ha prestato giuramento come presidente responsabile del Venezuela, riconosciuto da più di 50 nazioni, compresi gli Stati Uniti.  

La crisi ha provocato un nuovo confronto tra Mosca e Washington, che si accusano a vicenda di destabilizzare il Venezuela. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha esortato la Russia a lasciare il paese, mentre Mosca ha accusato gli Stati Uniti di voler compiere un colpo di stato a scapito del diritto internazionale.

RIVOLTA IN CARCERE: 29 MORTI

La tensione si trasferisce anche nelle carcere sovraffollate del Paese. 

E' di almeno 30 morti il bilancio di una rivolta scoppiata nel carcere di Acarigua, nella zona occidentale di Caracas. Secondo quanto riferito dall'Ong "Observatorio Venezolano de Prisiones", la rivolta, alla quale sono seguiti pesanti scontri tra detenuti e polizia, sarebbe stata scatenata dalla morte di un detenuto un giorno fa. Durante gli scontri, sottolinea l'ong, sono rimasti feriti anche altri 7 detenuti e 18 agenti di polizia. I dati sono ancora in aggiornamento da parte delle man mano che procedono le indagini sull’operato del Comando Generale di Polizia di Acarigua, che fa parte del comune di Páez. Finora nessuna autorità ha offerto pubblicamente maggiori dettagli sul caso.

Sudamerica
La “mattanza” della polizia di Rio de Janeiro
La “mattanza” della polizia di Rio de Janeiro
Il governatore Witzel, su preciso mandato del presidente Bolsonaro, ha dichiarato guerra alle favelas: 1.810 persone uccise lo scorso anno
USA: estradato il tesoriere di El Chapo
USA: estradato il tesoriere di El Chapo
Era conosciuto come il signore dei tunnel: ne aveva scavato due che da Tijuana sbucavano direttamente negli Stati Uniti, da cui per anni sono passati quintali di droga
Fuga di massa da un carcere in Paraguay
Fuga di massa da un carcere in Paraguay
Mancano all’appello 75 membri di una gang “molto pericolosa” fuggiti da una prigione paraguaiana. Il Paese in massima allerta
Bolsonaro vuole educare i giovani all’astinenza sessuale
Bolsonaro vuole educare i giovani all’astinenza sessuale
Per contrastare le gravidanze fra gli adolescenti, il presidente brasiliano ha sposato le tesi di un gruppo cristiano evangelico. Sgomento di pediatri e specialisti: “Come tornare indietro di 40 anni”
Panama, setta satanica fa una strage
Panama, setta satanica fa una strage
In una fossa comune la polizia ha rinvenuto i corpi di 7 persone: altre 14 erano tenute prigioniere e pronte ad essere sacrificate se non si fossero “pentite dei loro peccati”
Haiti, l’anticamera dell’inferno
Haiti, l’anticamera dell’inferno
Dieci anni fa un violento terremoto ha devastato l’isola caraibica, ma finita l’emergenza sono andati via quasi tutti, lasciando il Paese in preda alla corruzione, al degrado, alla povertà e a proteste sempre più violente
Sequestro record di cocaina in Uruguay
Sequestro record di cocaina in Uruguay
Un container risultato sospetto nascondeva 4,4 tonnellate di cocaina: se i controlli su altri tre daranno lo stesso risultato, sarà uno dei più devastanti colpi inferti ai cartelli della droga
Il lato debole di Hulk
Il lato debole di Hulk
Le vicende amorose del campione brasiliano tengono banco nei gossip di tutto il mondo: ha mollato la compagna per fidanzarsi con la nipote di lei, molto più giovane
Argentina, suicida un prete pedofilo
Argentina, suicida un prete pedofilo
Per padre Eduardo Lorenzo stavano per aprirsi le porte della galera, e lui ha scelto di farla finita. Diversi suoi ex allievi lo accusavano di violenza carnale
Argentina, condannati due preti pedofili
Argentina, condannati due preti pedofili
Il sacerdote italiano Nicola Corradi e l’argentino Horacio Corbacho condannati a oltre 40 di galera per aver abusato di bambini audiolesi all’interno di un istituto con sede a Verona. Condannato anche il giardiniere dell’istituto