Muore la Kardashian di Sinaloa

| Claudia Ochoa Felix, 34enne messicana, era considerata una delle più spietate e potenti boss del narcotraffico messicano. È stata tradita da un’overdose fatale

+ Miei preferiti
Per i messicani era “La Emperatriz de Los Ántrax”, ma soprattutto la “Kardashian di Sinaloa”, com’era soprannominata per la sua somiglianza con la celebre influencer, si dice raggiunta a colpi di chirurgia estetica. Un’avvenenza che Claudia Ochoa Felix, messicana, aveva prima sfruttato lavorando come modella e indossatrice, per poi abbandonare le passerelle e dedicarsi al più proficuo mestiere di boss del narcotraffico. A 34 anni, era a capo di una potente e spietata banda di trafficanti che dal cartello di Sinaloa, dopo la cattura di El Chapo, si erano messi in proprio. Secondo i media e la polizia era legata a José Rodrigo Arechiga, “El Chino Ántrax”, uno dei più spietati colonnelli di Guzmán passato dalla parte di Ismael Zambada, l’erede dell’ex impero di El Chapo, che la Ochoa era stata lesta a sostituire dopo la cattura nel 2013.

Ma Claudia Ochoa Felix per i messicani era un’altra cosa: non la solita faccia da bovaro arricchito come El Chapo o prima di lui Escobar, ma una donna così bella da meritarsi il cinema. Lei lo sapeva, e sui trenta e più profili social dispensava foto in cui le sue forme generose non mancavano mai, alternate a immagini fra lussi di ogni tipo, shopping milionari, auto da sogno e armi da fuoco. Sospettata di un numero imprecisato di omicidi, torture e sequestri di persone, ma mai accusata ufficialmente per mancanza di prove, era riuscita anche a sfuggire a numerosi attentati.

La vita della popstar del narcotraffico si è interrotta bruscamente ieri nella sua abitazione di Isla Musala, una zona residenziale di Culiacán, dopo una festa a base di droghe e alcol: a essersi accorto che qualcosa non andava è stata la persona che le dormiva accanto, non meglio precisata. Immediato l’allarme, con i paramedici che hanno constatato lo stato di coma: trasportata in ospedale, la Ochoa Felix è morta senza mai riprendere conoscenza. Si sospetta per un’overdose.

Galleria fotografica
Muore la Kardashian di Sinaloa - immagine 1
Muore la Kardashian di Sinaloa - immagine 2
Muore la Kardashian di Sinaloa - immagine 3
Muore la Kardashian di Sinaloa - immagine 4
Muore la Kardashian di Sinaloa - immagine 5
Sudamerica
Brasile, una catastrofe umanitaria
Brasile, una catastrofe umanitaria
Mentre cresce il numero di chi vorrebbe processare Bolsonaro per genocidio, un tribunale autorizza una commissione che accerti le responsabilità, le lacune e la mancanze del governo
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Le Nazioni Unite ammoniscono: “Andate incontro a una catastrofe”. Ma dalla prossima settimana, malgrado numeri drammatici, il Paese inizia a riaprire. L’unico sindaco che ci ha provato, è stato minacciato di morte
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Di fronte ai numeri record di contagi e decessi del Paese, il presidente brasiliano si dice convinto che sia in atto una congiura contro di lui
L’eredità di Maradona
L’eredità di Maradona
Un giudice ha stabilito che le fortune di D10s, distribuite in mezzo mondo, vanno ai cinque figli legittimi, ma altri 4 sono pronti a dare battaglia
Perù, lo scandalo dei vaccini
Perù, lo scandalo dei vaccini
Centinaia di funzionari politici vaccinati insieme alle loro famiglie alla faccia della popolazione. Non è che l’ultimo abuso di una classe politica indegna, che da decenni approfitta del potere per scopi personali e corruzioni
«Il ciccione sta morendo»
«Il ciccione sta morendo»
L’audio shock, ripreso da un messaggio vocale, complica la posizione di Leopoldo Luque, neurochirurgo di Maradona. Una commissione medica farà chiarezza sulle cure, l’assistenza e i farmaci prescritti al grande campione argentino
Francisco, l’ambientalista di 11 anni minacciato di morte
Francisco, l’ambientalista di 11 anni minacciato di morte
Malgrado la giovane età, in Colombia è diventato un personaggio noto e seguitissimo, una sorta di emulo di Grte Thunberg. Oltre a difendere l’ambiente scagliandosi contro il potere, si batte per i diritti dei più giovani
Il presidente dell’Honduras accusato di narcotraffico
Il presidente dell’Honduras accusato di narcotraffico
Secondo i procuratori americani il presidente del paese sudamericano avrebbe offerto aiuto e supporto logistico ad un narcotrafficante in cambio di tangenti
Maduro trionfa alla farsa delle elezioni
Maduro trionfa alla farsa delle elezioni
La vera vittoria è del partito dell’astensionismo, vicino al 70%: il leader dell’opposizione Guaidò annuncia un referendum e gli Stati Uniti accusano il presidente di frode
Brasile, il fenomeno delle «rapine da film»
Brasile, il fenomeno delle «rapine da film»
Nel giro di poche ore, due filiali del “Banco do Brasil” di Criciúma e Cametá, città a 3.500 km di distanza, sono state prese d’assalto da bande organizzate in modo paramilitare