Nel folle regno di Maduro un solo dollaro vale 10mila bolivares

| Valori assurdi che testimoniano la sofferenza del popolo venezuelano nella morsa soffocante del chavismo. Ma i grillini al governo italiano proteggono il regime

+ Miei preferiti

Piccoli pro-memoria per i grillini (ancora) al governo italiano che si sono schierati con Maduro, vedi il sottosegretario agli Esteri Manlio De Stefano che ha definito Juan Guaidò "un golpista".. Il disastro economico del Venezuela di Madura ormai è inarrestabile. Il prezzo del dollaro in Venezuela ha superato la barriera dei 10.000 bolivares per attestarsi a 10.426,96 bolivares. Il dollaro ufficiale ha chiuso a 7.475,74 bolívares, il che significa che tra il tasso della Banca Centrale del Venezuela e il dollaro nero c'è un differenziale di 2.951,22 bolívares. Il rally parallelo del dollaro rappresenta un aumento di 658,48 punti in un solo giorno, come alla fine di mercoledì era a 9.768,48 bolivares. Questo è il secondo aumento significativo della settimana. Il primo si è verificato martedì, quando ha superato i 9.000 bolivares, mentre lo stipendio medio non supera i 6,7 dollari. Per questo la gente muore di fame ma secondo i grillini chi cerca di salvare il popolo venezuelano dalla miseria “è un eversore”.

Mentre questa settimana è stata un rimbalzo per il dollaro “nero”, il tasso ufficiale è rimasto stabile. Tra mercoledì e giovedì, il dollaro ufficiale ha guadagnato solo 130,97 punti, passando da 7.344,77 a 7.475,74 bolivares.

Esperti come Asdrúbal Oliveros - riporta El Nacional - hanno spiegato che gli aumenti significativi del dollaro parallelo negli ultimi giorni sono dovuti all'aumento della domanda di valuta statunitense a causa di un'iniezione di bolivar per il pagamento dei debiti e dei titoli di Stato.  L'aumento è dovuto alla crescente domanda di dollari.

Lo stipendio medio 

 

Sudamerica
Messico, la strage
dei candidati alle elezioni
Messico, la strage<br>dei candidati alle elezioni
Oltre 30 morti dall’inizio dell’anno nelle file di chi era in corsa per le lezioni di medio termine del prossimo 6 giugno. Fare politica nel paese Sudamericano equivale spesso a una condanna a morte
Brasile, una catastrofe umanitaria
Brasile, una catastrofe umanitaria
Mentre cresce il numero di chi vorrebbe processare Bolsonaro per genocidio, un tribunale autorizza una commissione che accerti le responsabilità, le lacune e la mancanze del governo
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Le Nazioni Unite ammoniscono: “Andate incontro a una catastrofe”. Ma dalla prossima settimana, malgrado numeri drammatici, il Paese inizia a riaprire. L’unico sindaco che ci ha provato, è stato minacciato di morte
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Di fronte ai numeri record di contagi e decessi del Paese, il presidente brasiliano si dice convinto che sia in atto una congiura contro di lui
L’eredità di Maradona
L’eredità di Maradona
Un giudice ha stabilito che le fortune di D10s, distribuite in mezzo mondo, vanno ai cinque figli legittimi, ma altri 4 sono pronti a dare battaglia
Perù, lo scandalo dei vaccini
Perù, lo scandalo dei vaccini
Centinaia di funzionari politici vaccinati insieme alle loro famiglie alla faccia della popolazione. Non è che l’ultimo abuso di una classe politica indegna, che da decenni approfitta del potere per scopi personali e corruzioni
«Il ciccione sta morendo»
«Il ciccione sta morendo»
L’audio shock, ripreso da un messaggio vocale, complica la posizione di Leopoldo Luque, neurochirurgo di Maradona. Una commissione medica farà chiarezza sulle cure, l’assistenza e i farmaci prescritti al grande campione argentino
Francisco, l’ambientalista di 11 anni minacciato di morte
Francisco, l’ambientalista di 11 anni minacciato di morte
Malgrado la giovane età, in Colombia è diventato un personaggio noto e seguitissimo, una sorta di emulo di Grte Thunberg. Oltre a difendere l’ambiente scagliandosi contro il potere, si batte per i diritti dei più giovani
Il presidente dell’Honduras accusato di narcotraffico
Il presidente dell’Honduras accusato di narcotraffico
Secondo i procuratori americani il presidente del paese sudamericano avrebbe offerto aiuto e supporto logistico ad un narcotrafficante in cambio di tangenti
Maduro trionfa alla farsa delle elezioni
Maduro trionfa alla farsa delle elezioni
La vera vittoria è del partito dell’astensionismo, vicino al 70%: il leader dell’opposizione Guaidò annuncia un referendum e gli Stati Uniti accusano il presidente di frode