Ordine di cattura per Evo Morales

| Il presidente boliviano, in carica da 13 anni, costretto alle dimissioni da pressioni interne e internazionali. L’annuncio che la polizia lo cerca per arrestarlo

+ Miei preferiti
Luis Fernando Camacho, leader di “Comité Pro Santa Cruz”, il movimento dei comitati civici, ha annunciato pochi minuti fa un ordine di cattura spiccato nei confronti dell’ormai ex presidente Evo Morales. Secondo Camacho, la polizia starebbe cercando Morales nel Chapare, dove il presidente si sarebbe nascosto.

Ai boliviani non erano andate giù le elezioni del 20 ottobre scorso: proteste, denunce e manifestazioni di piazza, a cui aggiungere un rapporto dell’OAS che aveva riscontrato irregolarità, hanno costretto il presidente Evo Morales ad una clamorosa rinuncia. In carica dal 22 gennaio 2006 e per tre mandati consecutivi, Morales ha rassegnato le proprie dimissioni e indetto nuove elezioni, smentendo però l’indiscrezione del quotidiano “Clarìn” che lo voleva in fuga precipitosa su un aereo partito da La Paz con destinazione Argentina. In realtà, secondo il quotidiano, che pubblica anche una foto dell’aereo presidenziale boliviano, il presidente argentino Macrì avrebbe negato l’asilo a Morales.

La rinuncia di “SuperEvo” arriva dopo la discesa in campo di Papa Francesco, che nelle scorse settimane ha chiesto un processo di revisione dei risultati delle presidenziali, e il consiglio del generale Williams Kaliman, che aveva chiesto al presidente un passo indietro per “consentire la pacificazione e il mantenimento della stabilità della Bolivia”. Ma sono anche l’ultimo passaggio di una serie di dimissioni eccellenti: prima di lui si erano ritirati Victor Borda, presidente della camera, Cesar Navarro, ministro delle miniere, e Luis Alberto Sanchez, ministro degli idrocarburi, decisi dopo aver ricevuto pesanti minacce e tentativi di rogo delle loro abitazioni da parte dei manifestanti.

Il rapporto fra i boliviani e Morales si è incrinato due anni fa, piegato da accuse di corruzione e un autoritarismo sfociato nella sua nuova candidatura, malgrado un referendum da cui era uscito con una sonora bocciatura. Nelle ore precedenti alle dimissioni, a preoccupare era stato l’ammutinamento di numerosi agenti di polizia che faceva temere un colpo di stato imminente.

Sudamerica
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
José Antonio Yépez Ortiz, “El Marro”, era da tempo sotto i riflettori delle forze di sicurezza messicane: nello stato di Guanajuato, dove agisce il suo cartello, si sono registrati quasi 1700 omicidi dall’inizio dell’anno
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
Il presidente accusato di aver esposto a possibile contagio i giornalisti durante la conferenza stampa in cui ha rivelato di aver contratto il virus
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Il presidente del Paese in cui è attivo il secondo focolaio più esteso e preoccupante del mondo ha deciso di nascondere i dati di contagi e decessi annunciando un misterioso nuovo metodo di conteggi
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Polemiche e rabbia per la sentenza di un tribunale che di fatto scagiona tre giovani, figli di famiglie influenti, dello stupro di una 16enne, considerato “atto di sollievo”
El Salvador, l’irresistibile ascesa di Nayib Bukele
El Salvador, l’irresistibile ascesa di Nayib Bukele
Molti lo considerano un salvatore, altri un giovane rampante che studia da leader senza scrupoli. Il presidente millenials sta usando la pandemia per sfidare il Congresso
Il Messico è sotto assedio, ma non dal virus
Il Messico è sotto assedio, ma non dal virus
La nazione centramericana è l’unica al mondo in cui i morti per coronavirus sono meno di quelli provocati dalla malavita: feroci guerre tra i cartelli provocano centinaia di morti. E intanto, in uno zoo è nato un raro tigrotto
Panama, per contenere la pandemia si dividono i sessi
Panama, per contenere la pandemia si dividono i sessi
La troppa gente in giro malgrado le restrizioni, ha convinto il governo a varare inedite misure sessiste: separare la settimana per uomini e donne
Venezuela: verso un accordo Trump-Maduro?
Venezuela: verso un accordo Trump-Maduro?
Dopo aver cercato per anni, senza successo, di destabilizzare il governo del Paese sudamericano, gli Stati Uniti adottano una strategia diversa: coinvolgere il partito del presidente invitandolo a creare un governo transitorio
Gli USA: Maduro è un narcotrafficante
Gli USA: Maduro è un narcotrafficante
Un mandato di cattura per traffico di sostanze stupefacenti e terrorismo, accompagnato da una taglia di 15 milioni di dollari per la cattura. Gli Stati Uniti alzano il tiro contro il leader chavista odiato dal popolo
Bolsonaro: in Italia tanti morti perché è un paese di vecchi
Bolsonaro: in Italia tanti morti perché è un paese di vecchi
Dal presidente brasiliano una sprezzante e leggera visione della crisi che attanaglia il nostro Paese. In Brasile cresce la protesta contro quello Bolsonaro che ha definito “semplice isterismo”