Sudamerica

  • La corruzione dilagante e la complicità degli alti funzionari di Maduro ha permesso ai cartelli della droga colombiani di creare un corridoio di libero passaggio attraverso il Venezuela
  • Duri addestramenti in Colombia per le migliaia di soldati e poliziotti venezuelani che hanno lasciato l'esercito corrotto di Maduro per sostenere il presidente ad interim Juan Guaidò. "Pronti alla riscossa"
  • In due diverse zone, sono emersi i resti di persone scomparse, probabilmente vittime dei cartelli messicani della droga
  • Mentre Maduro tenta di raccogliere volontari che combattano gli usurpatori, il giovane presidente del Parlamento auspica un cambio di rotta dell’Europa: “Non temo per me, ma che la dittatura sopravviva”
Centinaia di poliziotti e militari che hanno abbandonato Maduro si stanno organizzando in una forza armata fuori dal Paese. E Mike Pence, annunciando nuovi aiuti umanitari, attacca il regime
Salvatore Stefano, 35 anni, è stato ucciso a Città del Messico: anche lui vendeva macchinari, come gli altri tre italiani di cui non si sa più nulla da un anno
Timori dopo l'arresto del portavoce del presidente ad interim Juan Guaidò, Roberto Marrero, sotto accusa per reati politici. I parlamentari fanno quadrato: "Il regime attacca l'entourage di Guaidò, tenta l'estorsione"
L'Anc, l'assemblea in mano ai suoi sgherri, ha revocato l'immunità parlamentare al presidente ad interim e ora può essere sequestrato in qualsiasi momento. Lui: "Ci proveranno". Mobilitazione non solo in Venezuela. Gli Usa: "state attenti"
Aveva 23 anni, è uscita in mare per allenarsi e all’improvviso il tempo si è guastato: tuoni e fulmini fra cui uno che l’ha colpita in pieno
Il 6 aprile prossimo una manifestazione nazionale pro Maduro ed una indetta da Guaidò che vorrebbe arrivare fino al palazzo di Miraflores
Il terzo blackout nel giro di poche settimane sta paralizzando il paese sudamericano
Anyella Grados, appena eletta, si è concessa una notte di bagordi, ripresa senza saperlo da un’amica che forse tanto amica non era
Interdizione ai pubblici uffici per 15 anni dell’autoproclamato presidente. Sulle sorti del paese il braccio di ferro fra Stati Uniti e Russia che rischia di incendiare la situazione
Gli ultimi selfie del calciatore massacrato
Gli ultimi selfie del calciatore massacrato
Daniel Correa Freitas avrebbe inviato gli scatti ad un amico, per dimostrare che era a letto con la moglie del padrone di casa. Il marito della donna ha confessato l’omicidio
Prima stordito poi accoltellato
Prima stordito poi accoltellato
L'avvocato torinese sarebbe stato prima colpito in testa con una bastone e poi finito a coltellate. Il corpo era ancora nell'appartamento. Aveva inviato falsi messaggi alla famiglia a nome del morto: "Sono nei narcos". C'è un complice
Resa dei conti nelle pompe funebri
Resa dei conti nelle pompe funebri
Sette morti in Messico in uno scontro tra clan rivali. La sparatoria finale in un'agenzia di pompe funebri dove sono morte quattro persone
Il calciatore brasiliano ucciso per gelosia
Il calciatore brasiliano ucciso per gelosia
Avrebbe messo gli occhi addosso alla ragazza sbagliata scatenando l’ira del fidanzato, che prima lo ha torturato e quindi ucciso. Una testimone racconta i dettagli della morte di Daniel Correa Freitas
"La vera sanzione è il presidente Maduro"
"La vera sanzione è il presidente Maduro"
Opposizione all'attacco contro il regime marxista di Caracas. "Ok le misure Usa,indeboliscono la cerchia di Maduro, dobbiamo riconquistare la nostra democrazia". Altro "miracolo": sparita l'industria automobilistica
Da suora a pornostar
Da suora a pornostar
L’insolita parabola esistenziale di una giovane colombiana, convinta per lunga tempo di voler diventare una suora e diventata un’apprezzata star del porno sul web
<14151617181920>