Parlamentari in carcere, vivi o morti?

| Appello al regime di Maduro della famiglia del vice di Guaidò, Edgar Zambrano, in carcere dall'8 maggio. "Violati i diritti costituzionali, non sappiamo più nulla di lui". Ma i grillini italiani restano "neutrali". In cella 17 parlamentari

+ Miei preferiti

Avviso ai grillini del governo gialloverdi tuttora “neutrali” sulla crisi venezuelana. In particolare al “bulletto della Farnesina”, il vice-ministro (sic) grillino Di Stefano che ha definito “un golpe” la strenua battaglia dell’opposizione e del presidente ad interim Juan Guaidò, per riportare la democrazia nel suo Paese. Li informiamo che ci sono 17 parlamentari dell'opposizione in carcere, e ora i familiari di uno dei più stretti collaboratori di Guaidò, Edgar Zambrano, lanciano un appello per sapere, dopo 23 giorni di carcere, "se il congiunto sia ancora in vita”. Denunciano di non avere avuto più notizie dal leader dell'opposizione, e che sono stati proibiti l’invio di cibo e medicine in carcere.

Sobella Mejía, leader di Acción Democrática (AD), e moglie di Edgar Zambrano, ha dichiarato che sono stati violati i diritti costituzionali del parlamentare, perché finora non gli è stato permesso di ricevere visite dai suoi parenti o dal suo avvocato. 

"L'informazione che abbiamo è che si trova a Fuerte Tiuna (Caracas), ma né la famiglia né l'avvocato hanno avuto accesso al vice Édgar Zambrano", ha detto Mejía. "La Costituzione stabilisce il giusto processo che ogni cittadino deve poter vedere i propri avvocati, i parenti e i loro cari", ha ricordato, invocando l'articolo 44 della Magna Carta, che stabilisce che la libertà personale è inviolabile. 

"È già stato nominato un gruppo di avvocati che stanno aspettando un segnale dal regime. Ci saranno negoziati nelle organizzazioni internazionali", ha detto la moglie del leader. 

L'arresto di Zambrano risale l'8 maggio, dopo che la sua immunità parlamentare è stata revocata dall'Assemblea Nazionale Costituente (ANC). 

Il 2 maggio, il tribunale della Corte Suprema di Giustizia gli aveva inviato la sua sentenza in cui è responsabile di aver partecipato agli eventi del 30 aprile. Il tribunale a seguito del caso ha annunciato che l'indagine contro il deputato Edgar Zambrano continuerà la sua procedura ordinaria.

Attualmente 17 deputati sono perseguitati dal governo di Nicolas Maduro, 19 attivisti della Volontà Popolare (VP) sono detenuti e ci sono più di 850 prigionieri politici nel paese. Ma la Farnesina, stretto nell’abbraccio della morte dei grillini, tace, nonostante Salvini si sia dichiarato a favore di Guaidò.

Sudamerica
Il Brasile in piazza contro Bolsonaro
Il Brasile in piazza contro Bolsonaro
C’è chi chiede l’impeachment immediato e chi vorrebbe vedere il presidente rispondere davanti alla corte internazionale di genocidio. Il tramonto del sovranista negazionista “Bolsovirus”
Lo scandalo ambientale che scuote il governo Bolsonaro
Lo scandalo ambientale che scuote il governo Bolsonaro
Da un sospetto partito dagli Stati Uniti per un carico di legname, è scattata un’inchiesta delle autorità brasiliane culminata con l’incriminazione del ministro dell’ambiente e la rimozione di diversi funzionari
Arrestato il serial killer di Città del Messico
Arrestato il serial killer di Città del Messico
Andrés Mendoza, 72 anni, ha ammesso di aver ucciso 8 donne: dopo averne mangiato parti del corpo, le seppelliva nel giardino di casa. La polizia è arrivata a lui tentato di risolvere il mistero della scomparsa della fidanzata
Messico, la strage dei candidati alle elezioni
Messico, la strage dei candidati alle elezioni
Oltre 30 morti dall’inizio dell’anno nelle file di chi era in corsa per le lezioni di medio termine del prossimo 6 giugno. Fare politica nel paese Sudamericano equivale spesso a una condanna a morte
Brasile, una catastrofe umanitaria
Brasile, una catastrofe umanitaria
Mentre cresce il numero di chi vorrebbe processare Bolsonaro per genocidio, un tribunale autorizza una commissione che accerti le responsabilità, le lacune e la mancanze del governo
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Il caso Brasile: pandemia fuori controllo e riaperture
Le Nazioni Unite ammoniscono: “Andate incontro a una catastrofe”. Ma dalla prossima settimana, malgrado numeri drammatici, il Paese inizia a riaprire. L’unico sindaco che ci ha provato, è stato minacciato di morte
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Brasile, Bolsonaro in guerra con sé stesso
Di fronte ai numeri record di contagi e decessi del Paese, il presidente brasiliano si dice convinto che sia in atto una congiura contro di lui
L’eredità di Maradona
L’eredità di Maradona
Un giudice ha stabilito che le fortune di D10s, distribuite in mezzo mondo, vanno ai cinque figli legittimi, ma altri 4 sono pronti a dare battaglia
Perù, lo scandalo dei vaccini
Perù, lo scandalo dei vaccini
Centinaia di funzionari politici vaccinati insieme alle loro famiglie alla faccia della popolazione. Non è che l’ultimo abuso di una classe politica indegna, che da decenni approfitta del potere per scopi personali e corruzioni
«Il ciccione sta morendo»
«Il ciccione sta morendo»
L’audio shock, ripreso da un messaggio vocale, complica la posizione di Leopoldo Luque, neurochirurgo di Maradona. Una commissione medica farà chiarezza sulle cure, l’assistenza e i farmaci prescritti al grande campione argentino