Rivolta in un carcere in Guatemala: 7 morti

| La sommossa sventata da un ingente spiegamento di militari: il carcere è noto per l’eccessivo sovraffollamento

+ Miei preferiti
Sarebbe di sette morti e 10 feriti il bilancio della rivolta scoppiata nel “Carcere di Pavon”, a Fraijanes, ad una ventina di km da Città del Guatemala. Dopo aver tentato di mettere in atto un piano di fuga, i detenuti hanno interrotto l’elettricità e le linee telefoniche riuscendo a prendere il controllo della struttura per circa 8 ore, prima di essere fermati da 1.500 militari inviati sul posto per sedare la rivolta. Secondo quanto si apprende da fonti ufficiali guatemalteche, le vittime erano detenuti della struttura penitenziaria.

La rivolta del carcere di Pavon, più volte finito denunciato da organizzazioni umanitarie per il sovraffollamento (944 prigionieri in una struttura nata per ospitarne 146), arriva a quasi un mese di distanza da un altro tentativo di sommossa in un carcere poco distante dalla capitale.

Sudamerica
Nel folle regno di Maduro un solo dollaro vale 10mila bolivares
Nel folle regno di Maduro un solo dollaro vale 10mila bolivares
Valori assurdi che testimoniano la sofferenza del popolo venezuelano nella morsa soffocante del chavismo. Ma i grillini al governo italiano proteggono il regime
Il presidente messicano: gli USA troppo duri con El Chapo
Il presidente messicano: gli USA troppo duri con El Chapo
In una conferenza stampa in cui ha annunciato la lotta senza quartiere ai cartelli della droga, López Obrador ha definito disumano” il trattamento riservato all’ex signore del narcotraffico
Narcos sequestrano e uccidono
i profughi
Narcos sequestrano e uccidono<br> i profughi
La tragedia di un padre guatemalteco con un bimbo di 10 anni. Rapiti in Messico, i narcos hanno chiesto il riscatto ai loro parenti in USA. Ma hanno ucciso il padre e ferito il bimbo
Maduro licenzia i generali sospettati di tradimenti: azzerati i vertici delle forze armate
Maduro licenzia i generali sospettati di tradimenti: azzerati i vertici delle forze armate
L’Onu accusa Maduro di violenza
L’Onu accusa Maduro di violenza
Finito nelle mani dell’Alto Commissario per i Diritti Umani Michelle Bachelet, nel rapporto si ripercorre l’omicidio del capitano Rafael Acosta, torturato e ucciso come è accaduto a migliaia di altri dissidenti
Ufficiale torturato e ucciso, il regime accusa due agenti-sicari
Ufficiale torturato e ucciso, il regime accusa due agenti-sicari
Orrore a Caracas. Il capitano di corvetta Rafael Acosta Averalo torturato nei sotterranei del DGCIM, il controspionaggio militare. Autopsia ritardata per nascondere le violenze? Una giornalista: "Corpo nascosto"
Tortura e morte nel regime di Maduro
Tortura e morte nel regime di Maduro
Indagine sulla morte del capitano di corvetta Rafael Acosta Arevalo. Fermato dal controspionaggio militare il 22 giugno. La denuncia degli avvocati, il regime apre un'inchiesta. Guaidò: "Colpa della repressione di Maduro"
Arrestato per droga un collaboratore di Bolsonaro
Arrestato per droga un collaboratore di Bolsonaro
Un sergente dell’aviazione brasiliana dello staff presidenziale bloccato in Spagna con un grosso quantitativo di cocaina. L’imbarazzo del presidente
La 'congiura dei pensionati' per uccidere Maduro
La
Il regime di Caracas avrebbe scoperto un complotto di militari e poliziotti fuori servizio che volevano bombardare Maduro e i suoi accoliti e fare un golpe anche contro Guaidò. Ma prove, come al solito, zero
Nazionale colombiano giustiziato dai narcos: 'colpevole' di autogol
Nazionale colombiano giustiziato dai narcos:
Sono passati 25 anni dall'omicidio di Andrès Escobar, 18enne difensore della Nazionale Colombiana. Ai mondiali del '94 fece un autogol durante la partita con gli USA. Fu ucciso da un narcos. Il 2 luglio il giorno della memoria