La supervilla di Maduro, un mistero

| L'avrebbe acquistata per 18 milioni di dollari a Punta Cana, Repubblica Domenicana attraverso un mediatore. La moglie Cilia Flores in fuga nel rifugio dorato dopo gli scontri? Scoop di un giornalista peruviano. Presidente nega

+ Miei preferiti

MARIA LOPEZ

Villa La Caracola è il nome della villa in stile-boss-narcos che il “compagno” socialista e chavista Nicolás Maduro (nel fotomontaggio del media peruviano Republica) e sua moglie, Cilia Flores, avrebbero acquistato nell'esclusiva destinazione turistica di Punta Cana, nella Repubblica Dominicana. La proprietà, destinata all'esilio di Maduro semmai le cose dovessero mettersi male, si trova di fronte al mare ed è circondata da altre case di lusso che hanno anche le loro spiagge private. Ha anche una vista privilegiata sul campo da golf di Jack Nicklaus.

 La villa era stata messa in vendita dalla società immobiliare dDunamar Real Estate, che offre un broker immobiliare esclusivo a Cap Cana. Anche se le fotografie della villa sono state cancellate dal sito web dell'azienda, sono diventate virali su Internet. Le immagini mostrano camere lussuose, bagni enormi, soggiorni e le viste che offre.

Villa La Caracola


 Villa La Caracola ha nove camere da letto, dieci bagni, soggiorno, sala da pranzo formale, una cucina gourmet, diverse terrazze, una palapa (soggiorno esterno) e una piscina a sfioro. Il prezzo totale di questo è stato di 18 milioni di dollari e si ritiene che il mediatore sia stato Samark Lopez Bello, che è indagato dal sistema giudiziario statunitense per alcune operazioni sospette.

 Nel suo programma Mega TV, il giornalista Jaime Bayly ha detto che Cilia Flores sarebbe fuggita da Caracas il 30 aprile, il giorno dell'Operazione Liberty, pianificata da Juan Guaidó, e avrebbe cercato rifugio nella lussuosa dimora di Villa La Caracola. Inoltre, la giornalista ha sottolineato che la donna si è recata a Punta Cana sul business plane Bombardier Global Express, inviato da Vladimir Putin per salvaguardare il cerchio magico del regime. Inoltre, nella villa ci sono eliporto, ristoranti, chiesa, percorsi ciclabili, palestre, negozi per lo shopping, sorveglianza 24 ore su 24 e terme, tra gli altri. Jaime Bayly sostiene che sia Nicolás Maduro che Celia Flores hanno scelto la Repubblica Dominicana perché hanno acquistato il palazzo con la complicità del governo locale.

 Secondo l'agenzia immobiliare, ognuna delle nove camere ha un bagno, una terrazza privata e uno spogliatoio. Inoltre, ci sono due suite principali con balcone con vista sul mare. La casa ha 3.000 metri quadrati. Qualche giorno fa, durante una trasmissione radiofonica e televisiva, il Presidente Nicolás Maduro ha pubblicamente negato che sua moglie si fosse recata a Punta Cana per nascondersi, assicurando che al contrario lo avrebbe accompagnato in diversi eventi pubblici quel giorno. Ha aggiunto che Villa La Caracola non gli appartiene ma su questo aspetto stanno indagando CIA e i servizi segreti europei, gli spagnoli in particolare.

Domenica 12 maggio, la polizia della Repubblica Dominicana hanno fatto irruzione nella lussuosa proprietà. Anche se la polizia non ha fornito dettagli e ha assicurato che si trattava di un'indagine in corso, non è escluso che ci siano prove della visita di Cilia Flores al sito e del suo link alla villa. La verità è ancora lontana.

 

 

 

Galleria fotografica
La supervilla di Maduro, un mistero - immagine 1
La supervilla di Maduro, un mistero - immagine 2
Sudamerica
Si dimette l'ambasciatore del Venezuela
Si dimette l
"Costretto a lasciare dalle sanzioni Usa e italiane, ma resto fedele al caviamo e a Maduro". Silenzio glaciale da Caracas, rientrerÓ in patria o resta in Italia?
Il mariachi rifiuta il trapianto
Il mariachi rifiuta il trapianto
Temendo che il fegato potesse essere di un drogato o un gay, ôChenteö Gˇmez ha rifiutato il trapianto negli Stati Uniti. Polemiche e accuse di omofobia
Maduro vende l'oro del suo popolo
Maduro vende l
Il regime aggira le sanzioni e vende a Turchia ed Emirati Arabi oro per 570 milioni di dollari che finiranno inceneriti, come gli altri, sull'altare della pi¨ spaventosa crisi economica di tutti i tempi. Risorse sottratte alla comunitÓ
Guaid˛ libera l'ex 007 dai domiciliari
Guaid˛ libera l
L'ex dirigente dell'Intelligence Ivan Simonovis Ŕ stato liberato dai domiciliari su ordine di Guaid˛ poco prima di essere arrestato, ma ora gli sgherri di Maduro hanno occupato la sua casa. E' in un rifugio sicuro
DESAPARECIDO
Gli sgherri di Maduro avrebbero fermato ex dirigente dei Servizi Segreti
DESAPARECIDO<br>Gli sgherri di Maduro avrebbero fermato ex dirigente dei Servizi Segreti
La moglie di Ivan Simonovis, storico oppositore del regime, denuncia con un tweet la sua scomparsa. Arrestato nel 2009, detenuto 5 anni in carcere, era stato rilasciato per le sue condizioni di salute. Sebin invade la casa
La flotta sottomarina dei narcos
La flotta sottomarina dei narcos
Sempre di pi¨, i cartelli sudamericani della droga utilizzano piccoli mezzi subacquei realizzati in cantieri clandestini. Ma le loro capacitÓ tecnologiche si stanno affinando sempre di pi¨
"Non sar˛ un trofeo della Narco-Dittatura"
"Non sar˛ un trofeo della Narco-Dittatura"
Un terzo parlamentare, privo di immunitÓ, Ŕ stato accolto dall'ambasciata italiana a Caracas. Si tratta di AmŔrico De Grazia. L'Italia ha giÓ offerto a rifugio a Mariela Maganellas
dagli sgherri di Maduro, mitra in pugno'>ARRESTATO IL VICE DI GUAIDO'
dagli sgherri di Maduro, mitra in pugno
ARRESTATO IL VICE DI GUAIDOdagli sgherri di Maduro, mitra in pugno' class='article_img2'>
L'auto di Edgar Zambrano, privato dall'immunitÓ con altri 10 parlamentari, caricata su un'auto-gru e trasferita nel famigerato Helicoide. Gli USA: "Subito il rilascio, Maduro direttamente responsabile"
Rivolta in un carcere in Guatemala: 7 morti
Rivolta in un carcere in Guatemala: 7 morti
La sommossa sventata da un ingente spiegamento di militari: il carcere Ŕ noto per lĺeccessivo sovraffollamento
ATTACCO FINALE
ai fedeli dell''intoccabile' Guaid˛
ATTACCO FINALE<br>ai fedeli dell
Il presidente ad interim continua nelle sue iniziative ma il regime non interviene. Lo fa per˛ con i suoi collaboratori. Tolta l'immunitÓ a 7 parlamentari. Una deputata accolta dall'ambasciata italiana. Maduro teme gli USA