Ufficiale torturato e ucciso, il regime accusa due agenti-sicari

| Orrore a Caracas. Il capitano di corvetta Rafael Acosta Averalo torturato nei sotterranei del DGCIM, il controspionaggio militare. Autopsia ritardata per nascondere le violenze? Una giornalista: "Corpo nascosto"

+ Miei preferiti
Di Maria Lopez

La tragica morte del capitano di corvetta  Rafael Acosta Avèralo ha avuto profonde e indignate reazioni in tutto il mondo, con una dura condanna da parte degli Stati Uniti, del Gruppo Lima e dell'Unione Europea. Si attende anche una reazione dell’ala grillina del governo italiano, in particolare da parte del sottosegretario Manlio Di Stefano, che aveva definito “un golpe” la lotta di Juan Guaidò e dell’opposizione contro un regime criminale, mentre Salvini si era schierato con il presidente ad interim. E ora il timido confronto tra delegati di Maduro e guardò, su mediazione norvegese, rischia di saltare prima ancora di portare a un qualsiasi risultato.

Sono due i militari accusati da un procuratore di Caracas per la morte del capitano di corvetta Acosta Arévalo. Si sono presentati questo lunedì in tribunale, in un caso che ancora una volta indica gli organi di sicurezza del Venezuela come violatori sistematici dei diritti umani. L'Alto Commissario ONU per i diritti umani, Michelle Bachelet, si è dichiarata "sconvolta" dalla morte di Acosta. La 36° Corte dell'Area Metropolitana di Caracas ha deciso di trattenere in prigione "preventiva" contro il sergente Estiben Zarate e il tenente Ascanio Antonio Tarascio, accusati entrambi della morte dell’ufifciale, avvenuta all’alba di sabato.  Zárate, 22, e Tarascio, 23 anni,  sono accusati  di "omicidio preteriintenzionale”, con pene da 6 a 12 anni di carcere.  Entrambi appartengono alla Guardia Nazionale e fanno parte del controspionaggio militare (Dgcim), nei cui sotterranei Acosta era stato dal 21 giugno trattenuto tenuta per un presunto complotto contro il governo di Nicolás Maduro che includeva l'assassinio del presidente. "Sorprendente. Il pubblico ministero accusa i due detenuti di omicidio pre-intenzionale con nesso causale, ignorando i crimini previsti dalla legge contro la tortura", ha criticato in un tweet Alonso Medina Roa, avvocato della famiglia dell’ufficiale ucciso. 

"Sono scioccata dalla presunta tortura subita dal capitano Acosta Arevalo", ha detto Bachelet in una dichiarazione di lunedì.  Gli attivisti denunciano che Acosta era stato portato in tribunale venerdì scorso su una sedia a rotelle con "gravi segni di tortura", così il giudice lo ha ordinato di trasferirlo all'ospedale militare di Caracas, dove è morto. "Muore innocente perché non c'è mai stato un processo", ha aggiunto. 

La nota  giornalista Ibéyise Pacheco ha rivelato su Twitter che una valutazione macroscopica ad occhio nudo del corpo di Arevalo mostra i segni evidenti delle torutre subita ma l’autopsia viene rinviata dal regime per fare in modo che la decomposizione cancelli lividi e ferite.  L'autopsia è stata poi effettuata dal patologo Yannuacelis Cruz.. Pacheco ha aggiunto che nessun procuratore del Ministero pubblico era andato all'obitorio. "C'è confusione e paura” per il clima repressivo sempre più violento.

Sudamerica
Quel che resta di Maradona
Quel che resta di Maradona
A funerali conclusi, si apre la contesa per l’eredità: un’operazione per nulla semplice, vista la turbolenta vita sentimentale del campione argentino. Ma secondo chi gli era vicino, Diego aveva sperperato tutti i suoi guadagni
Argentina, la morte senza colpevoli della ricca sociologa
Argentina, la morte senza colpevoli della ricca sociologa
María Marta Garcia Belsunce viene trovata senza vita nella vasca da bagno della sua abitazione: da incidente domestico, il caso travolge una delle più ricche famiglie argentine, che fra processi e appelli si conclude senza nessun colpevole
Brasile, aumenta la violenza
Brasile, aumenta la violenza
Oltre 25mila morti nel primo semestre dell’anno fanno scattare l’allarme: le bande hanno trovato il modo di eludere i controlli e il blocco del traffico aereo
Brasile, muore travolta dagli scaffali di un supermercato
Brasile, muore travolta dagli scaffali di un supermercato
Elane de Oliveira Rodrigues, 21 anni, è rimasta sepolta insieme ad altre 8 persone dal crollo improvviso della scaffalatura di una corsia. Per lei non c’era più nulla da fare
La curiosa vicenda dell’aereo presidenziale messicano
La curiosa vicenda dell’aereo presidenziale messicano
Acquistato nel 2012 dall’ex presidente Calderón, disfarsene è diventata la promessa elettorale di Enrique Peña Nieto, che però non è mai riuscito a venderlo. Motivo sufficiente per trasformarlo nel primo premio della lotteria nazionale
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
José Antonio Yépez Ortiz, “El Marro”, era da tempo sotto i riflettori delle forze di sicurezza messicane: nello stato di Guanajuato, dove agisce il suo cartello, si sono registrati quasi 1700 omicidi dall’inizio dell’anno
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
Il presidente accusato di aver esposto a possibile contagio i giornalisti durante la conferenza stampa in cui ha rivelato di aver contratto il virus
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Il presidente del Paese in cui è attivo il secondo focolaio più esteso e preoccupante del mondo ha deciso di nascondere i dati di contagi e decessi annunciando un misterioso nuovo metodo di conteggi
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Polemiche e rabbia per la sentenza di un tribunale che di fatto scagiona tre giovani, figli di famiglie influenti, dello stupro di una 16enne, considerato “atto di sollievo”
El Salvador, l’irresistibile ascesa di Nayib Bukele
El Salvador, l’irresistibile ascesa di Nayib Bukele
Molti lo considerano un salvatore, altri un giovane rampante che studia da leader senza scrupoli. Il presidente millenials sta usando la pandemia per sfidare il Congresso