Venezuela, gli obitori dell'orrore

| In un ospedale le celle frigo non funzionano e i cadaveri si decompongono. Corpi accatastati e amputati. La gente non ha i soldi per funerali e seppellisce i congiunti nei cortili di casa. Rischio epidemie

+ Miei preferiti

Dopo le scuole, gli ospedali, i trasporti, l’emigrazione, l’inflazione, la mancanza di cibo, un’altra storia terribile scuote il Venezuela di Maduro e dei suoi oligarchi. L’obitorio (nella foto de El Universal) dell'ospedale Luis Razetti di Barcellona si trova in condizioni devastanti, incredibili per una comunità civile, secondo la dettagliata denuncia presentata dal difensore dei diritti umani di Anzoátegui, José Santoyo. La gente è sconvolta, spiega "Ogni volta che vedono morire un membro della famiglia, piangono non solo perché lo perdono, ma soffrono anche per ottenere le risorse per seppellirlo e sono costretti a vedere che i cadaveri si decompongono a causa delle spaventose condizioni di trascuratezza dell’obitorio". 

Il leader dei diritti umani ha detto di aver assistito alla decomposizione di un corpo e ha notato che almeno l'80% delle autopsie di coloro che muoiono per cause naturali o malattie vengono eseguite in quell'obitorio. 

"Di dieci celle frigorifere, solo due funzionano e ognuno ha la capacità di un cadavere, ma ne collocano quattro accostati, un’altra cella è crollato con resti umani e parti di corpi sono stati amputati", ha denunciato.  “immagini dantesche che si vedono all'obitorio e i liquidi che i corpi secernono quando vanno in decomposizione filtrano dalle celle e inondano le sale". La gente ha chiesto l’aiuto dell'ufficio del governatore e dei sindaci per seppellire dignitosamente i loro congiunti, ma “ non ci sono risorse. Le pompe funebri per i funerali, seppellire o incenerire una persona vogliono di 20.000 Bolivar Souberanos, un importo che vale un anno di lavoro e pochi possono permettersi queste spese. Alcuni hanno scelto di seppellire i loro defunti nel cortile delle loro case, con gravi problemi di salute pubblica. 

 
Sudamerica
Perù, lo scandalo dei vaccini
Perù, lo scandalo dei vaccini
Centinaia di funzionari politici vaccinati insieme alle loro famiglie alla faccia della popolazione. Non è che l’ultimo abuso di una classe politica indegna, che da decenni approfitta del potere per scopi personali e corruzioni
«Il ciccione sta morendo»
«Il ciccione sta morendo»
L’audio shock, ripreso da un messaggio vocale, complica la posizione di Leopoldo Luque, neurochirurgo di Maradona. Una commissione medica farà chiarezza sulle cure, l’assistenza e i farmaci prescritti al grande campione argentino
Francisco, l’ambientalista di 11 anni minacciato di morte
Francisco, l’ambientalista di 11 anni minacciato di morte
Malgrado la giovane età, in Colombia è diventato un personaggio noto e seguitissimo, una sorta di emulo di Grte Thunberg. Oltre a difendere l’ambiente scagliandosi contro il potere, si batte per i diritti dei più giovani
Il presidente dell’Honduras accusato di narcotraffico
Il presidente dell’Honduras accusato di narcotraffico
Secondo i procuratori americani il presidente del paese sudamericano avrebbe offerto aiuto e supporto logistico ad un narcotrafficante in cambio di tangenti
Maduro trionfa alla farsa delle elezioni
Maduro trionfa alla farsa delle elezioni
La vera vittoria è del partito dell’astensionismo, vicino al 70%: il leader dell’opposizione Guaidò annuncia un referendum e gli Stati Uniti accusano il presidente di frode
Brasile, il fenomeno delle «rapine da film»
Brasile, il fenomeno delle «rapine da film»
Nel giro di poche ore, due filiali del “Banco do Brasil” di Criciúma e Cametá, città a 3.500 km di distanza, sono state prese d’assalto da bande organizzate in modo paramilitare
Quel che resta di Maradona
Quel che resta di Maradona
A funerali conclusi, si apre la contesa per l’eredità: un’operazione per nulla semplice, vista la turbolenta vita sentimentale del campione argentino. Ma secondo chi gli era vicino, Diego aveva sperperato tutti i suoi guadagni
Argentina, la morte senza colpevoli della ricca sociologa
Argentina, la morte senza colpevoli della ricca sociologa
María Marta Garcia Belsunce viene trovata senza vita nella vasca da bagno della sua abitazione: da incidente domestico, il caso travolge una delle più ricche famiglie argentine, che fra processi e appelli si conclude senza nessun colpevole
Brasile, aumenta la violenza
Brasile, aumenta la violenza
Oltre 25mila morti nel primo semestre dell’anno fanno scattare l’allarme: le bande hanno trovato il modo di eludere i controlli e il blocco del traffico aereo
Brasile, muore travolta dagli scaffali di un supermercato
Brasile, muore travolta dagli scaffali di un supermercato
Elane de Oliveira Rodrigues, 21 anni, è rimasta sepolta insieme ad altre 8 persone dal crollo improvviso della scaffalatura di una corsia. Per lei non c’era più nulla da fare